Analogue Solutions festeggia i 25 anni di attività

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il dinamico marchio analogico di Tom Carpenter ha tagliato allegramente la tappa dei 25 anni di attività e festeggerà con musicisti e appassionati presso il Superbooth berlinese tra il 3 e il 5 Maggio p.v.

Di Enrico Cosimi

tom carpenter

Tom Carpenter ha iniziato l’avventura A.S. nel lontano 1993 partendo come semplice rivenditore di materiale elettronico vintage, facendo riparazioni e modifiche su strumenti classici. Da questo, alla progettazione originale, è stato un attimo…

Warm Audio WA73-EQ – Preamplificatore mic/line

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Anche questa volta ritroviamo Warm Audio che sta vivendo un momento particolarmente prolifico. Il tema di oggi riguarda il preamplificatore più famoso della storia: il Neve 1073. L’originale è del 1970 e, da quando sono scaduti i brevetti, sono molte le aziende che ne ripropongono versioni più o meno fedeli all’originale. La stessa AMS Neve, ovviamente, fa del 1073 e delle sue declinazioni derivate uno dei propri cavalli di battaglia. Sir Rupert Neve, dal canto suo, grazie alla collaborazione con l’americana RND (Rupert Neve Designs) segue – con successo – la strada dell’aggiornamento tecnologico coniugando modernità, ricchezza di funzioni e qualità del suono.

di Emiliano Girolami

WA73

Warm Audio ha da poco (NAMM 2018) presentato la sua linea ’73 che comprende vari modelli. Si va dal semplice preamp monocanale a un doppio canale con equalizzatore. Il form factor è l’unità rack 19″ e l’alimentazione è interna per tutti i modelli. Il soggetto in prova è il WA73-EQ. Monocanale con equalizzatore a tre bande e qualche funzione accessoria che, vedremo, è utile in moltissime occasioni. Come ormai nostro solito, ci siamo avvalsi della collaborazione di Midiware (https://midiware.com/ ) che ci ha lasciato in prova il primo esemplare arrivato in Italia (e noi, naturalmente, ringraziamo commossi).

Come sopravvivere a una discussione di laurea

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Tutorial

Chi ci conosce sa che ci alterniamo tra l’attività notturna  di musicista elettronico e giornalista musicale e l’attività diurna con docenze varie, presso sedi disparate. Nelle recenti ore di luce, abbiamo partecipato – indegnamente – a una densa sessione di laurea. Anzi, a una Sessione di Laurea. Le righe che seguono raccolgono impressioni e suggerimenti che, speriamo, potranno tornare utili a chi dovrà affrontare per la prima volta il periglioso passo.

Di Enrico Cosimi

tesi

Intendiamoci: non si parla di come si prepara una Tesi di Laurea (per quello, si presuppone che il rapporto franco e continuativo tra studente, relatore e correlatore culminerà con un elaborato di qualità stellare); cercheremo, invece, di evidenziare ciò che è necessario organizzare prima, durante e immediatamente dopo la discussione vera e propria.

Mutable Instruments Plaits

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dopo aver tolto dal catalogo il macro oscilllator Braids, Mutable Instruments non poteva lasciare a lungo sguarnito quel determinato settore di mercato e, prontamente, ha realizzato una versione ottimizzata, snellita e potenziata, del potente oscillatore versatile.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2018-04-01 alle 20.03.52

Plaits, il nuovo modulo, è un oscillatore digitale che contiene otto più otto modelli di sintesi differenziati per campi di applicazione; i primi otto modelli sono concentrati sulla riproduzione di meccanismi fondamentali della sintesi “intonata” e gli otto modelli successivi sono dedicati alla generazione di comportamenti a vocazione maggiormente percussiva.

L’interfaccia utente è semplificata, con soli quattro comandi di pannello (Frequency, Timbre, Harmonics e Morph); dall’esterno, il musicista può controllare l’intonazione V/Oct, innescare le timbriche percussive (o, con gli altri modelli, far partire la simulazione Vactrol LP e VCA), regolare il livello di uscita, scegliere il modello timbrico (il vecchio Meta-Mode dell’oscillatore precedente), dosare la quantità di Harmonics e controllare, attraverso attenuverter, la gestione a distanza di Timbre, FM e Morph.  Il circuito è dotato di un’uscita monoaurale OUT e di una connessione AUX che cambia funzione in base al modello selezionato.

Come per il precedente Braids, la cosa più difficile è ricordare tutto quello che è disponibile all’interno del modulo; per il resto, il funzionamento non crea grossi problemi.

Warm Audio WA47 – Microfono a valvole

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Warm Audio ci ha ormai abituati alla riproposizione di classici della elaborazione audio che, pur rimanendo fedeli ai modelli di riferimento, integrano funzionalità e form factor più moderni.  Questa volta è il turno dello WA47. Un microfono che, almeno nella forma, fa riferimendo al superclassico Neumann U47. Questo è universalmente riconosciuto essere il Santo Graal per le riprese di voci e strumenti e, da questo punto di vista, l’operazione di Warm Audio sembra essere non priva di ambizione.

di Emiliano Girolami

WoodenBox

Anche questa volta ci siamo avvalsi della preziosa collaborazione di Midiware (https://midiware.com/ ) che ci ha lasciato un WA47 per tutto il tempo necessario al test.

Arturia Mini-Filter V: come ti filtro un unicorno

Written by Jacopo Mordenti on . Posted in Recording, Software

È di questi giorni il rilascio da parte di mamma Arturia di non uno, ma tre filtri software ricalcati filologicamente su altrettante controparti hardware: complice una recente apparizione dell’Invisibile Unicorno Rosa, diamo un’occhiata rapida al tenebroso Mini-Filter V.

Di Jacopo Mordenti

MINI-FILTER V

Il pupo – manco a dirlo – è mutuato dal filtro transistor ladder implementato da Moog nel sempreverde sintetizzatore Mini: offre dunque un comportamento passabasso con una pendenza di 24 dB per ottava, una pronunciata – ancorché fisiologica – riduzione dell’ampiezza del segnale in uscita correlata all’aumento della risonanza, e in definitiva un risultato timbrico che pretende di essere non necessariamente ecumenico, ma certo riconoscibile. Una prova su strada?

Sinusoide o Transiente? Numeri o Musica? Seminario a Tor Vergata

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Events

Tutte le domande che portano a Arthur. Il 24 Marzo 2018, dalle ore 14, in Aula Convegni della Facoltà di Ingegneria presso l’Università di Roma Tor Vergata, si terrà un succoso convengo ad ingresso libero che vedrà la partecipazione di Stephan Schertler.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

locandina

Stephan Scheertler nasce il  30 dicembre 1959 in Liechtenstein. A due anni arriva in Svizzera francese e poi in Svizzera tedesca. Frequenta la Facoltà di Ingegneria Meccanica e già da allora si avvicina all’elettronica. Parallelamente comincia gli studi di musica (contrabbasso) e frequenta per tre anni il Conservatorio. Dopo un anno nel mondo industriale nel settore di ricerca e sviluppo, lascia tutto e suona in Europa come musicista professionista (Franco d’Andrea, Bill Elgart, Art Lande, Luigi Bonafede etc.) ed entra a far parte dell’orchestra del St. Galler Stadttheater. Comincia sempre di più a interessarsi di elettronica audio, soffrendo come musicista la scarsa qualità sonora in studio e sul palcoscenico. Fonda nel 1986 la ditta Schertler, producendo microfoni a contatto (fino oggi ca. 120000 microfoni venduti). Nel 1999 produce il primo preamplificatore non NFB. Da lì comincia una lunga ricerca per applicare tale architettura su diversi circuiti tra cui filtri, sommatori, finali etc. Un lavoro che va avanti anche oggi.

Teknosign Gain – Preamplificatore microfonico

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Teknosign () è una azienda italiana sul mercato dell’audio dal 2011. I due fondatori (Claudio Furno e Riccardo Angeletti) si conoscono, però, da molto prima. La loro esperienza spazia dalla musica in quanto tale all’elettronica professionale in senso stretto. È inevitabile, perciò, che i dispositivi in catalogo si pongano l’obiettivo di coniugare musicalità e tecnologia allo stato dell’arte.

di Emiliano Girolami

TeknosignFront

Grazie alla preziosa collaborazione di Midiware, abbiamo avuto la possibilità di passare un po’ di tempo con il doppio preamp microfonico denominato (senza sforzo eccessivo di fantasia, in verità) Gain.

Arturia 3 Filters & 3 PreAmps

Written by Enrico Cosimi on . Posted in no-categoria, Software

Il destino di Arturia è legato a stretto filo con l’emulazione software di prestigiosi hardware: a partire dal primo Moog Modular V, e proseguendo con tutte le eccellenti emulazioni contenute nella edizione attuale delle V-Collection (la sesta, ad oggi), non c’è stata volta che il marchio francese non abbia segnato punti a proprio vantaggio. Oggi, con l’introduzione di tre filtri standalone (nel senso del funzionamento, ma sempre sotto forma di plug-in), le capacità sono ulteriormente confermate. Se la cosa non fosse sufficiente, è possibile sfruttare anche la modellazione di tre storici preamplificatori dalle caratteristiche rese timbriche su suono e dinamica.

Di Enrico Cosimi

filtri apertura

I tre filtri in questione sono modellazioni accurate dei comportamenti Moog, Oberheim M-12 e Oberheim SEM. I comportamenti ottenibili tanto sui segnali audio che sui segnali di sintesi processati nei circuiti sono di fascia professionale; la grafica è una piacevole conferma di quanto finora messo in piedi per la V-Collection. La semplicità d’uso è convicente, il suono anche.

I tre pramp modellano i circuiti originali Rupert Neve 1973Pre, Trident Amp, Telefunken V76. Scusate se è poco.

ga('send', 'pageview');