Clavia Nord Modular G2 Demo Editor con OsX Lion: tips and tricks

Written by Luca Capozzi on . Posted in Tutorial

Una delle cose più noiose nel passaggio ad OSX Lion (o superiori) é stata l’impossiblità, per gli amanti del modulare Clavia, di installare ed utilizzare il Nord Modular G2 Demo. Questo software, a differenza dell’Editor vero e proprio, non é stato oggetto di aggiornamenti da anni e quindi soffre di obsolescenza nei confronti dei nuovi sistemi operativi di casa Apple.

Tuttavia esiste un modo per aggirare l’ostacolo ovvero utilizzare la versione Windows del Demo tramite Wine, un ambiente che permette di lanciare software compilato per sistemi operativi Microsoft su ambienti Linux ed OSX. Ovviamente ci sono alcune limitazioni e l’esperienza può essere un po’ più macchinosa rispetto all’utilizzo abituale, ma il software funziona.

Di Luca Capozzi

Ecco cosa dovrete fare.

Step 1 – Scaricare i vari software

Scaricare Nord Modular G2 Demo da qui.

Scaricare ed installare WineBottler da qui.

 

Step 2 – Installazione

Una volta installato WineBottler, andate dove avete salvato l’installer del G2 Demo, decomprimetelo e fate doppio click su “SetupModularG2Demo_V140.exe“.

 

Apparirà una finestra che vi chiederà cosa fare con questo file. Selezionate “Convert to simple OSX application” e cliccate OK.

Nella prossima finestra, scorrete la lista Winetricks e selezionate l’opzione “winxp“, poi premete INSTALL.

 

Nella finestra di salvataggio, inserite “Nord Modular G2 Demo” come nome dell’applicazione, selezionate “Applicazioni” come cartella di destinazione e cliccate SAVE.

 

Ora WineBottler inizierà il processo di installazione del software ed una nuova finestra apparirà mostrando il nostro amato installer su ambiente Windows.

Andate avanti con l’installazione e, quando apparirà una finestra con un albero di cartelle chiudetela pure e completate l’installazione del software seguendo le istruzioni sullo schermo.

 

Ora, WineBottler chiederà quale file dovrà essere utilizzato come eseguibile di partenza. Selezionate “Modular G2 Demo v1.40.exe” dalla lista e cliccate OK.

Il vostro software “impacchettato” sarà ora disponibile in “Applicazioni” nel Finder. Sfortunatamente sembra che in modalità pacchetto non voglia funzionare, chiudendo la schermata del software pochi istanti dopo averlo installato. La cosa buona é che il software é effettivamente installato, solo che dovrete fare un altro passo prima di poterlo utilizzare.

 

Andate in “Applicazioni”, tramite il Finder, e cancellate l’app appena creata (Nord Modular G2 Demo), poi andate in: /nomeutente/Library/Application Support/Wine/prefixes

 

Qui troverete una cartella chiamata “Nord Modular G2 Demo” (o il nome che avete dato all’applicazione nella finestra di salvataggio di WineBottler) contenente tutti i file installati nel percorso: drive_c/Clavia/Modular G2 Demo v1.40

 

Da qui trascinate l’eseguibile in “Applicazioni” premendo CMD+OPTION in modo da creare un link e rinominatelo in “Nord Modular G2 Demo”.

Fate doppio click sul link appena creato e selezionate “Run directly in” come opzione e, dalla lista, il percorso dove risiede l’eseguibile del software.

Clicate GO e godetevi il vostro G2 Demo.

Buon divertimento!


Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Comments (30)

  • nICO

    |

    Menomale che ci siete voi wizard!! Appena preso il nuovo retina, vado ad intallare il software e non va…..ero in panico!!!!! grazie grazie grazie!!!!

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      passo, pari pari pari, i ringraziamenti a Sua Eccellenza Luca Capozzi, che li merita tutti! :-)

      Reply

  • marc

    |

    Ciao, appena installato sul mio macbook… dice “Audio Disabled” e non mi legge la scheda audio interna del mac

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      devi installare “e imbottigliare” con wine bottler il nord modular g2 demo editor PER PC, se provi a montare direttamente quello per Mac non funziona… è un programma talmente vecchio (2003) che non è più supportato dall’ultimo sistema operativo…

      Reply

      • Enrico Cosimi

        |

        comunque, per riaprire l’audio, dovresti arrivare al menu a tendina dei settaggi e – così come per il MIDI – il programma dovrebbe pescare la porta audio del computer…………

        Reply

        • Marc

          |

          CIao, ho fatto tutto come descritto in questa guida… il programma è installato e si apre ma nel menu a tendina non trova il driver audio e c’è solo scritto “audio disabled”

          Reply

          • nico

            |

            Hai risolto? se si come? Anch’io ho lo stesso problema….

            Reply

          • Enrico Cosimi

            |

            ho seguito passo passo passo le istruzioni di Luca: con Os10.7, funziona perfettamente – qualcuno mi diceva di scaricare una versione PRECEDENTE di wine bottler, ma con quella citata da Luca sono riuscito comunque a aprire il demo editor 1.40 e a lavorarci.

            la cosa disgustosa è superare lo shock da finestraccia windows e andare alla ricerca dei comandi da tastiera…

            ah, io ho X11 installato – o, quantomeno, se lo va a cercare il bottler…

            Reply

          • nico

            |

            Per tutti coloro che non riescono a far funzionare l’audio con questa procedura, copio e incollo l’intervento del grande Luca Capozzi su progsound.com
            Ho provato e tutto fila alla perfezione, con osx 10.8.2:

            Hi everbody,
            I did some tests and the problem is that new WineBottler versions includes a release of Wine that won’t let our G2 Demo to detect audio card. I’ve uploaded 1.2.3 version of WineBottler and linked it on this tutorial. Please download this version: https://dl.dropbox.com/u/27439691/WineBottlerCombo_1.2.3.dmg

            Reply

  • G.P. Zanon

    |

    Ci ho perso giorni… stesso problema. Niente da fare… Per fortuna normalmente lo uso sul PC.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      forse un esorcista potrebbe essere d’aiuto… io, con l’imbottigliatore, sono riuscito a far funzionare la versione windows sul sistema 10.6.8 e altri lo usano normalmente con quelle più recenti

      Reply

    • existenz

      |

      Ciao gp zanon hai risolto? ho avuto il tuo stesso problema…. Diciamo che il processo di installazione non è stato lo stesso della guida perchè mi dava problemi X11 e quindi ho installato XQuartz, dopodichè son riuscito a finire l’installazione ma….niente

      Reply

  • nICO

    |

    Per tutti coloro che non riescono a far funzionare l’audio con questa procedura, copio e incollo l’intervento del grande Luca Capozzi su progsound.com
    Ho provato e tutto fila alla perfezione, con osx 10.8.2:

    Hi everbody,
    I did some tests and the problem is that new WineBottler versions includes a release of Wine that won’t let our G2 Demo to detect audio card. I’ve uploaded 1.2.3 version of WineBottler and linked it on this tutorial. Please download this version: https://dl.dropbox.com/u/27439691/WineBottlerCombo_1.2.3.dmg

    Reply

    • G.P. Zanon

      |

      Adesso si….. Mille grazie

      Reply

  • Antonio Antetomaso

    |

    …ma una simpatica macchina virtuale fatta con Virtualbox, dove far girare il tutto su un Windows XP vero o, meglio ancora su un OSX più datato?
    Basta condividere la scheda audio come periferica USB e il gioco è fatto.
    Ormai la tecnologia lo consente senza troppi sforzi..

    https://www.virtualbox.org

    Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Purtroppo il problema è, a mio avviso, nel fatto che WINE è un progetto che ha sempre stentato a decollare e presenta non poche limitazioni, dal momento che ovviamente mamma Microsoft non apre i suoi cancelli alla comunità open source tanto volentieri. E tali limitazioni si avvertono ancora di più quando si tenta di usare questo middleware per interfacciare pesantemente le periferiche multimediali collegate al PC.

      Usare invece una macchina virtuale degna di essere chiamata tale come VirtualBox o anche VMWARE o ancora Parallels Desktop consente di avere in esecuzione un vero sistema operativo ospite, dove far girare in assoluta tranquillità quello che si vuole. Tra l’altro VirtualBox, oltre ad essere gratuito, consente di far girare ora anche OSx, per cui si può tranquillamente installare una versione più recente e tornare a vedere funzionare alla perfezione i nostri vecchi software (magari quelli che usano Rosetta).

      L’hardware di ora, inoltre, consente di avere anche prestazioni più che accettabili….secondo me può valer la pena fare una prova.

      Reply

      • frabb

        |

        da utente Linux di vecchia data ho sperimentato molto con wine e posso confermare gran parte di quanto hai scritto. Il progetto è buono finchè non si tratta di dover andare “a fondo” nell’architettura hardware. Diciamo che un buon 50% delle applicazioni windows comunemente utilizzate ci gira tranquillamente, mi ricordo che Reaper era supportato e funzionava senza problemi, ma una macchina virtuale debitamente configurata risolve d’un colpo il 99% dei problemi e consente piena compatibilità (ed interlacciabilità) non solo tra software diversi, ma anche tra SO diversi. Esempio: non c’è modo di far funzionare sotto Wine l’editor di strumenti nel MiniNova, mentre sotto WindowsXP via VMWare funziona senza problemi. Il problema della latenza è correlato qui più alla potenza della macchina che stiamo usando che alla scheda sonora/driver audio, dato che gran parte di essa viene determinato dall’inevitabile buffering dei sample audio necessario a sincronizzare lo straming tra i processi. Con 8 giga di ram e una macchina 64 bit diciamo “moderna” non dovrebbero esserci problemi.
        Ciao.

        Reply

  • Enzo Mattarella

    |

    Salve, permettetemi una domandina.
    Premesso che…
    Ho installato il G2 Demo attraverso Wine sul mio macmini e sembra funzionare, ma nonostante abbia provato i vari settaggi audio/midi ho un problema di Latenza … premo il tasto e il suono arriva con un ritardo di quasi mezzo secondo.
    La domanda quindi é: È normale questa (alta) latenza? Oppure sono io che ho fatto casini ad installare Wine?

    P.S
    Grazie per tutti gli articoli che scrivete , sono davvero interessanti.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      la latenza, anche grave, è quasi inevitabile quando si lavora con un programma vecchio attraverso wrappatori e ambienti virtuali tipo wine bottler; da un certo punto di vista, è già un miracolo che funzioni ancora… :-)

      Reply

      • Enzo Mattarella

        |

        Quindi dentro Wine é diciamocelo…ubriaco!
        Ripensandoci, ho tirato fuori il mio vecchio macmini con OS 10.6.8 e dopo aver installato NG2 Demo mi sono reso conto della totale assenza di latenza! ( ora finalmente si smanetta meglio )
        Mancherebbe la ciliegina sulla torta… e cioé controllarlo via midi con una Oxygen25…
        Niente, nada, nix… Non ne vuole sapere di suonare, eppure nella finestrella di Audio/midi Setup é attivato.
        Prova del nove: Cambio fisicamente il controller con una Icon 61 e finalmente suona :-) Yeahhhh!

        Grande Maestro Enrico Cosimi, la ringrazio per la risposta e se mi permettete ( spero non infrangere regole ) coglierei l’occasione per ringaziarla ancora, per ll giro del sintetizzatore in 80 giorni che mi sto facendo per la 3 volta :-) e dalla quale ho imparato tantissimo.

        Reply

  • R I E N

    |

    Ho un problema con Wine: la sezione Winetricks è completamente vuota.
    Come posso risolvere?

    Reply

  • Daniele Comito

    |

    Salve Prof Enrico,
    ho istallato come descritto dall’articolo di Luca NMG2 demo su mac per ripassarmi le sue prime lezioni, va quasi tutto l’unica cosa che non riesco a gestire è la tastiera del pc, non so perché ma funziona solo il tasto z. Dal menù a tendina del setup mi da il MIDI disabilitato e non mi permette di abilitare nient’altro.
    Ho provato ad istallare NMG2 su PC windows e mi da lo stesso problema.
    Cosa posso fare?
    Grazie mille

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      prova con command+K, dovrebbe farti uscire una tastiera virtuale…

      Reply

  • Daniele Comito

    |

    Niente da fare anche con la tastiera virtuale. Non riesco a far seguire l’intonazione con la tastiera del pc eppure il modulo keyboard ha il pitch collegato col pitch dell’oscillatore. Continua a suonare solo il tasto Z! :-)

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    fermo: la tastiera virtuale la devi suonare cliccandoci sopra col mouse NOTA PER NOTA, dentro NMG2 Demo, non c’è mappatura della tastiera qwerty per suonare… 😉

    Reply

    • Daniele Comito

      |

      Salve Prof! va tutto a meraviglia! che goduria!! :-)

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *