Posts Tagged ‘synthesizer’

DeepMind 12 Corner – Control Sequencer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Giunti finalmente in possesso del Behringer DeepMind 12 analog polyphonic synthesizer (grazie alla gentilezza di Alex Cecconi/NewGroove), ci siamo lanciati in una torrida sessione di programmazione con l’apparecchio. Come già segnalato da diversi commentatori, il sintetizzatore targato Behringer non è l’arma definitiva, ma offre un rapporto Q/P assolutamente vantaggioso e si candida naturalmente come Juno 106 Killer per tutti quei musicisti alla ricerca di uno strumento semplice e funzionale.

Di Enrico Cosimi

DM12

Ma è proprio vero che il DeepMind 12 è uno strumento semplice? Nel corso di questi incontri – a cadenza saltuaria – affronteremo alcune caratteristiche elusive del suo motore di sintesi, verificando come (con un minimo di pazienza), si possano raggiungere risultati anche meno semplici di quanto non apparentemente possibile. E’ il caso del Control Sequencer, previsto come gestore automatizzato di 32 valori possibili, utilizzabili come sorgente di modulazione per qualsivoglia parametro interno.

Behringer DeepMind 12. I dati indispensabili

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Finalmente, sono comparse le documentazioni tecniche Behringer  sul tanto atteso DeepMind 12 Analog Synthesizer. In attesa di poter mettere fisicamente le mani sull’apparecchio, ne approfittiamo per immagazzinare informazioni e caratteristiche indispensabili alle successive valutazioni. Buon marzapane a tutti!!!

Di Enrico Cosimi

apertura

DeepMind12 è un sintetizzatore analogico a 12 voci, ispirato al classico dei classici Roland Juno-106, ma molto più potente della macchina originale; la disponibilità Behringer di prestigiosi marchi dedicati al sound processing ha reso facile inserire all’interno dell’apparecchio quattro processori effetti particolarmente succulenti. Le novità accattivanti non mancano, gli spunti di discussione non tarderanno ad arrivare; centotrentacinque pagine di manuale devono pur contentere qualcosa

Grp A2 Synthesizer – Qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Mentre le spiagge si riempiono, e le città si svuotano parzialmente, proseguono instancabili le fasi di realizzazione del sintetizzatore Grp A2. Dopo aver girato una serie di video, possiamo – d’accordo con Paolo Groppioni (che ringraziamo pubblicamente) elencare qualche caratteristica del succoso strumento.
Di Enrico Cosimi

Schermata 08-2457607 alle 17.17.07

L’apparecchio ricalca la struttura fonica degli ormai classici sintetizzatori Grp, enfatizzando quindi la dotazione di forme d’onda native (cortesia della generazione analogica) e la possibilità di intervenire sul loro contenuto armonico attraverso una robusta sezione di filtraggio. Ovviamente, trattandosi di uno strumento di prezzo assai più contenuto – se paragonato ai bombardoni Grp A4 e A8, è lecito attendersi qualche scelta drastica. Andiamo per ordine.

Roland JD-XA: ciò che è indispensabile sapere – Prima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Complice la squisita cortesia di Roland Italy (con la dinamica disponibilità di Max Fattori/Roland Europe e Giovanni Mangione/Roland South Europe), abbiamo a tiro un raro esemplare di Roland JD-XA crossover synthesizer; in attesa di approfondire verticalmente il funzionamento della macchina, dipanandolo in una serie di articoli qui su Audio Central, mettiamo a fuoco le conoscenze indispensabili, tutto quello – insomma – che non può essere ignorato prima di affrontare un prodotto che, insieme agli altri dell’infornata 2015, sembra destinato a riportare alla grande il nome Roland in prima fila nel settore dei sintetizzatori e della produzione elettronica.

Di Enrico Cosimi

Schermata 07-2457207 alle 18.25.26

Roland JD-XA è uno strumento oculatamente ibrido: al suo interno, trova posto tecnologia analogica di generazione audio e, in parallelo, tecnologia digitale organizzata con lo stesso scopo; il musicista, quindi, siede al centro di due mondi (digitale e analogico) che può usare in alternativa, in sovrapposizione split/layer o in crossover –  e questa è una delle cose interessanti… – facendo confluire, per dire, l’uscita della voci digital all’interno dei filtri analog o usando i segnali digital per modulare parametri significativi della sezione analog. Non è tutto: c’è un sequencer a sedici parti, otto delle quali lavorano con altrettante sezioni interne (4 Analog e 4 Digital, con diversa dotazione di polifonia) mentre le rimanenti otto escono sul mondo esterno attraverso connettore MIDI o USB. In aggiunta, due tracce/canale MIDI possono essere ruotati al controllo di apparecchiature vintage, dopo essere state convertite in CV Out e Gate Out. In egual misura, sono supportati MIDI Over USB e Audio Over USB. La dotazione di pannello, nero glossy (attenti alle ditate…) evidenziato in un indimenticabile rosso squillante, è logicamente organizzata per facilitare l’uso dell’apparecchio anche ai meno esperti.

Roland JD-XA Analog/Digital Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il JD-XA è un sintetizzatore crossover che recupera buona parte del patrimonio JD/JP e offre, in un unico involucro, un doppio motore di sintesi analogico e digitale, opportunamente spalmato attorno alla tastiera da quattro ottave.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2457139 alle 16.23.20

Ci sono quattro sezioni di sintesi analogiche (ciascuna composta da due oscillatori più aux signal dentro al filtro) e quattro sezioni digitali (composte da oscillatore digitale dentro filtro) che attingono alle esperienze Roland SuperNATURAL e analog. Il tutto è condito da due effetti indirizzabili, trattamenti di delay, chorus e riverbero, vocoder.

THE HARVESTMAN annuncia…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Aggiornamenti, revisioni software e potenziamenti vari sull’interessante catalogo Harvestman dedicato ai moduli Euro Rack. Dopo aver portato a termine la riedizione filologico/modulare del Polivoks di Kuzmin, il colore arancione si estende a…

Di Enrico Cosimi

double andore Mk II

Double Andore MkII Il Dual VCA and Digital Envelop Generators (notare il plurale…) è ora dotato di: maggior qualità nella traiettoria di Attacco/Decay, ingombro ridotto a 19HP, possibilità di variare con continuità la curvatura dei segmenti in maniera log-lin-exp attraverso controllo dedicato. La Cross Modulation è stata potenziata; il circuito di inviluppo possiede un’uscita indirizzabile EOA/EOC (end of attack/end of cycle) utilizzabile per far lavorare gli inviluppi in quadratura o in cascata, sfruttando la concatenazione; l’envelope amount sui due VCA è regolabile in maniera indipendente. E’ stato potenziato il meccanismo di Voltage Follow/Slew Mode.

Studiologic Sledge 2.0

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

La nuova versione software caricabile sul popolare Sledge Synthesizer potenzia in maniera significative le funzioni di bordo. Sviluppato in collaborazione tra Studiologic e Waldorf, il sintetizzatore utilizza un processore precedentemente collaudato nella popolare serie Blofeld e, oggi, portato a coprire tutte le esigenze del musicista professionista che necessiti di un polysynth virtual analog a cinque ottave.

Sledge2

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Le nuove caratteristiche comprendono:

  • Auto Dual Mode; due suoni diversi simultaneamente, organizzabili in split o layer a discrezione dell’utente; le timbriche  possono lavorare con polifonia definibile a priori e essere salvate in Dual Sound combination.

Analogue Solutions Nyborg-12

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il nuovo strumento di Tom Carpenter strizza l’occhio al precedente Semblance, estraendo l’indispensabile per un’implementazione timbrica analogicamente corretta. Nyborg-12, questo il nome dell’apparecchio, è concepito per lavorare stand alone, per essere accoppiato in bifonia o pluri affiancato in quadrifonia, con possibilità di montaggio (in coppia) rack e alloggiamento predisposto con fianchetti in legno che – come tutti ben sanno – scaldano il suono… 😀 😀

Di Enrico Cosimi

nyborg

L’apparecchio possiede due oscillatori audio indipendenti per intonazione (fine e ottava) e scelta della forma d’onda. L’architettura mediata dal Semblance (a sua volta, mediata dal SEM Oberheim) privilegia i doppi percorsi di modulazione gestibili con attenuatore-crossfader a zero centrale; in questo modo, si può mandare il controllo sulla frequenza o sulla simmetria dell’onda quadra avendo cura di scegliere – per ciascun oscillatore – una sorgente di controllo diversa.

Native Instruments Rounds Advanced Sequence Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

La Komplete Native Instruments è giunta alla versione 10 e, puntualmente, si contano le aggiunte e gli aggiornamenti. Ormai da anni, N.I. sembra aver imboccato decisamente la strada delle ensemble professionali, realizzate in quella splendida piattaforma di sviluppo che risponde al nome di Reaktor e, piuttosto che arrivare all’agognava Version 6, sforna con notevole regolarità notevolissimi sintetizzatori realizzati in Core Level. Rounds è uno di questi.

Di Enrico Cosimi

Rounds 02

Nell’attesa di poterci mettere le mani sopra, passiamo in rassegna le notizie salienti, che iniziano a creare interesse all’interno dei circoli più sintonizzati sulle novità berlinesi.  Rounds è un Sequence Synthesizer strutturato per fornire automazioni timbriche basate sulla ripetizione vettorializzata in traiettoria rotativa di sonorità precedentemente elaborate o scelte tra quelle disponibili. Non è una evoluzione della vecchia Vector Synthesis targata Sequential, ma qualcosa di “familiarmente diverso”. Volendo fare della poesia da pochi soldi, si potrebbe dire che dove finisce Massive, inizia Rounds.