Posts Tagged ‘make noise’

Make Noise Renè – Un instant classic?

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Non è nuovo, anzi ha diversi anni di servizio sulle spalle, ha fatto sognare generazioni di musicisti elettronici, ha dimostrato ai medesimi come sia possibile scrivere musica e fare performance lavorando lontani dai tasti bianchi e neri, componendo per simmetrie, per istinto o per non meglio identificabili stilemi di bilanciamento estetico. Insomma, il primo grande sequencer cartesiano dell’epoca Euro Rack ha dimostrato da subito una significativa validità di comportamento che, oggi, conferma una decisa maturità progettuale. Non è poco.

Di Enrico Cosimi

rene

Dal punto di vista pratico, Renè richiede 80 mA di tensione sul ramo +12V dell’alimentatore, occupa ben 34 HP di ingombro frontale e, come tutte le strutture Euro Rack, se collegato con il flat invertito, conduce velocemente alla disperazione dell’(ex) possessore.

Make Noise LxD

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il nuovo modulo annunciato da Toni Rolando è un Low Pass Gate a due canali, accoppiato DC, che sfrutta una coppia di Vactrol per produrre la classica timbrica liquida e risonante in presenza di transienti ripidi. In pratica, unisce il comportamento di filtraggio passa basso a quello di amplificatore controllato in voltaggio.

A cura di Enrico Cosimi

LXD_900

La doppia logica LP-VCA sfrutta, per funzionare correttamente in assenza di separazioni operative, l’elevata velocità di caduta per le armoniche più acute, che lasciano tempo al circuito di chiudere il timbro prima di chiuderne il volume. In questo modo, il musicista a fronte di una dotazione di controlli limitata (come nel design Buchla originale) o pressoché nulla (come in questo caso), può comunque trarre giovamento dal circuito.

Make Noise Soundhack tELHARMONIC – prima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Miracolosamente giunti in possesso prestato (esaltante figura giuridica…) grazie alla cortesia di Mario Bianco, eccoci pronti ad approfondire il funzionamento e le caratteristiche del nuovo modulo Make Noise tELHARMONIC (scritto tutto alto, con l’iniziale bassa). Il modulo rappresenta l’ennesimo episodio di felice collaborazione tra Toni Roland e Tom Erbe, rispettivamente boss di Make Noise e Soundhack e, come nei precedenti Echophon, Phonogene, Erbeverb, si sente e si apprezza la sottile commistione tra controllo analogico su generazione digitale.

Di Enrico Cosimi

Schermata 08-2457254 alle 17.19.01

Ancora una volta, è interessante notare come il mondo Euro Rack stia sempre più allargando confini e rendendo obsolete vecchie definizioni concettuali che volevano severamente separati strutture analogiche e strutture digitali: oggi, tutto fa brodo purchè il risultato sia interessante, musicalmente stimolante e creativo. Non è vantaggio da poco.

Make Noise Rosie

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Toni Rolando ha ridisegnato diverse regole del mondo Euro Rack, a partire dalla grafica non convenzionale dei suoi moduli Make Noise. Dopo essersi significativamente ispirato alle soluzioni più particolari di Buchla, ha arricchito il proprio catalogo con una serie di collaborazioni di alto livello e, non ultimo, con una dotazione di progetti originali. Rosie è uno di questi… un modulo all’apparenza semplice, ma proprio per questo indispensabile. Specie nelle strutture più complesse.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457041 alle 11.35.13

Due ingressi A e B, ciascuno in grado di gestire segnali 10 V picco-picco; i due segnali confluiscono in un crossfader, che ne permette il bilanciamento o l’esclusione 0-10, 5-5, 10-0 con continuità; una triade di connettori Send (mono) e Return (stereo) possono essere usati per inviare copia conforme del segnale ad un processore esterno e riavere, opportunamente trattato, il segnale in ritorno, regolabile con un controllo di Return Level.

Make Noise STO Sub Timbral Oscillator

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il nuovo Sub Timbral Oscillator prodotto da Toni Rolando copre le principali funzioni richieste a un oscillatore, senza incartarsi nei comportamenti più esoterici che – per capirci – hanno fatto la fortuna del ben più costoso DPO. Cosa rara, questa volta la nuova entry Make Noise è calibrata per costare il giusto e per risultare irresistibilmente alternativa a quanti vogliano tirar fuori suoni di base da processare nei successivi step di lavorazione.

Di Enrico Cosimi

sto_900

STO è disegnato per produrre onde sinusoide, variabile e sub oscillazioni, con comportamenti di hard sync e fm lin/exp. Il circuito genera una triangolare che, successivamente, è processata per estrarre le altre forme d’onda; orecchie particolarmente allenate sono in grado di riconoscere la generazione dalla dente di sega dalle timbriche prodotte dalla triangolare. Sia come sia, STO può essere sonoramente alternativo. Come è facile immaginare, il comportamento di forma d’onda variabile permette di alternare con facilità contenuti armonici drasticamente differenziati.

NAMM 2013: MakeNoise MMG

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il nuovo modulo MakeNoise estrae un canale del QMMG, cioè del defunto sistema lopass gate a quattro canali, poi convertito in sistema duale Optomix, rendendolo indipendente come trattamento e percorso audio. In questo modo, sistemi Euro Rack di piccole dimensioni, o dove si voglia lavorare solo su un unico flusso audio, potranno sfruttare le caratteristiche intemperanze comportamentali del design Vactrol-based.

Di Enrico Cosimi

MMG

Il circuito può lavorare sul contenuto armonico del segnale passante, filtrando le armoniche più acute o più basse, in base al modo lo pass e high pass regolabili; paragonato al vecchio circuito, si è preferito enfatizzare il comportamento di filtraggio, con Resonance controllabile in tensione e sottoposta a ACG – automatic gain compression – piuttosto che accoppiare il vecchio comportamento buchlesco di gate/vca.

Live Electronics: continuiamo a ragionarci sopra…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial

Questa volta, non siamo dal vivo, ma siamo alle prese con un sistema Euro Rack sufficientemente espanso da garantire la generazione simultanea di diverse componenti armonico/melodico/timbriche che possono essere organizzate in una performance, o – perlomeno – in una macro orchestrazione adatta alla costruzione di eventi live electronics. Inutile dire che, specialmente con i modulari hardware, maggior disponibilità simultanea di circuiti corrisponde a maggior spesa, ma anche a maggior potenza di fuoco… you pay what you got. (Ma, come dicevano i saggi di lingua inglese, garbage in garbage out… insomma, i miracoli non si fanno neppure con tanto hardware a disposizione).

Di Enrico Cosimi

IMG_1564

La chiave di tutto, l’elemento scatenante, è il complesso e spesso sottovalutato modulo Metasonix R-54 VCO/VCF, struttura valvolare che adotta due valvole facilmente reperibili NOS sul mercato americano e del tutto estranee alla normale “pratica audio”; il risultato è un doppio comportamento organizzabile tanto come oscillatore ampiamente distorsivo quanto come filtro passa banda con buone capacità di risonanza, ancorchè dotato di un blando slope non esageratamente selettivo. Collegando l’uscita all’ingresso del filtro stesso, si può enfatizzare il comportamento di feedback, arricchendo la pasta timbrica della forma d’onda che, nel circuito originale di Eric Barbour, è sottoponibile ad un triplice segnale di controllo non troppo esponenziale e non troppo lineare. Insomma, occorre andarci piano…

MakeNoise Function

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

…come dire: mezzo Maths e la felicità è assicurata. MakeNoise è il ben noto marchio di Tony Rolando che, nella comunità Euro Rack, si è velocemente guadagnato credibilità, affetto e stima per la sua rivisitazione di storici circuiti Buchla, interpretati alla luce delle moderne esigenze e realizzati con una stabilità spesso superiore a quella dei fragili apparecchi originari. Dopo aver tempestato il mercato con i due prestigiosi DPO-Dual Primary Oscillator e Echophon Delay, è la volta del nuovo Function, un modulo che riunisce metà delle prestazioni originariamente previste nel sistema Maths, cioè un inviluppo/LFO/function generator ampiamente programmabile dall’esterno.

Di Enrico Cosimi

function

Il circuito riprende i concetti originali di Buchla (e, parallelamente, di Serge) per la costruzione degli inviluppi AD/AR regolabili in comportamento Rise & Fall; in pratica, si sfrutta proficuamente l’ambigua somiglianza che si sviluppa tra un inviluppo AD posto in loop e un LFO programmabile. Variando i tempi di Rise e di Fall, cioè di salita e di discesa, e mettendo in ripetizione incondizionata la curva d’inviluppo, si produce un oscillazione a bassa frequenza che può avere andamenti a rampa, a onda triangolare o a onda dente di sega in base al bilanciamento di durata dei due tempi programmabili.

Make Noise Brains

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Sembra appena ieri che parlavamo di Pressure Points (e, in effetti, era solo 24 ore orsono, quindi l’impressione era più che veritiera…). Ora, è il momento di capire come incrementare le funzionalit del modulo rendendolo simile ad un piccolo step sequencer, ma anche (per gradire) simile almeno alle funzioni principali dello storico TKB targato Serge Modular.

di Enrico Cosimi

Dicevamo che un Pressure Points fornisce quattro Touch Pad sensibili al tocco (cioè alla quantità di superficie coperta dal polpastrello), con generazione di Gate On/Off e di Pressure CV; in aggiunta, ogni colonna verticale sopra alla Touch Pad alloggia tre potenziometri con cui si possono regolare i livelli X, Y e Z prelevabili dalle uscite di fila orizzontale, cioè sul margine destro del modulo.