Una chiacchierata con Marco Messina dei 99 Posse – Seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Continuamo la nostra chiacchierata con Marco Messina. E’ il momento di parlare dei suoi progetti artistici.

Di Attilio De Simone

2014-11-13 12.12.44

Ho preso parte al progetto “Teen Cities”, progetto portato avanti dal Goethe Institut, che ha creato dei gemellaggi tra 5 città europee e 5 città africane, facendo collaborare alcuni musicisti selezionati dalle città gemellate. Per la città di Napoli, siamo stati selezionati io e Lucio Aquilina e siamo andati a collaborare con artisti angolani a Luanda per sviluppare un progetto musicale. Da questo progetto è nato un disco (“Teen Cities”) che è stato presentato a Berlino.

Una chiacchierata con Marco Messina dei 99 Posse – Prima parte

Written by Attilio De Simone on . Posted in Events, Recording

Con oltre 20 anni di carriera alle spalle, Marco Messina ha accumulato un bagaglio di esperienza notevole e le sue considerazioni sulle tecnologie, sulla strumentazione, sul giusto approccio da avere sia per quel concerne il processo creativo sia per quel che concerne la professione del musicista potranno essere utili a tanti lettori, giovani e meno giovani.

Di Attilio De Simone

2014-11-13 12.13.06

Vista la notevole mole di informazioni ricevute in quel paio di ore che Marco Messina mi ha messo a disposizione nel suo studio, ho deciso di suddividere gli argomenti per fasce tematiche. In corsivo,  i miei commenti.

 

Musica e Computer

M.M.: Durante i live set elettronici lavoro con Ableton Live! gestendo suoni fatti da me, ma con Live! si perde la manualità e non sono contento di come suona il materiale. In studio, lo stesso file eseguito su Live! e su Pro Tools suona diversamente. Inoltre ancora non riesco ad adattarmi alla schermata arrange di Live!, ci sono cose che mancano e che per me sono indispensabili tipo il counter della song. La perdita di qualità è quasi impercettibile se si lavora solo sui campioni, ma se si iniziano a caricare vari plugin la differenza comincia a sentirsi e la qualità audio scende (a differenza di Pro Tools che invece carica i plugin su dsp dedicati).

Ma il mixer analogico serve ancora?

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording, Tutorial

Sottotitolo: quando si ha una scheda audio? Il dubbio è meno peregrino di quanto si possa pensare e, prima o poi, assale chiunque produca musica elettronica principalmente attraverso un’interfaccia audio multicanale (ma non troppo) collegata al proprio PC. Come al solito, la risposta più corretta è: dipende…

Di Enrico Cosimi

Schermata 11-2456968 alle 12.25.48

Dipende da tante cose: il tipo di interfaccia audio e il numero di canali simultaneamente disponibili in ingresso/uscita, il tipo di produzione che si vuole mettere in piedi (con o senza strumenti musicali esterni), il tipo di mixer analogico che si vuole collegare all’interfaccia. Anticamente, quando i dinosauri analogici regnavano sulla terra, il mixer era già oggetto di discussione per la differenza fondamentale tra le sue due possibili configurazioni: mixer recording e mixer da live. Il primo tipo era quello più adatto per gestire la registrazione multitraccia e, ancora oggi, risulta quello più comodo per indirizzare i segnali verso le diverse porte d’ingresso presenti nell’interfaccia audio; il secondo tipo era (ed è) quello più semplice, più economico e più diffuso sul pianeta. Per questo motivo, oggi, occorre imparare a fare i salti mortali adattando la propria metodologia di lavoro al limite del mixer live.

Dynaudio BM Compact mkIII

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

BM Compact mkIII è un monitor near field di piccolo formato che sfrutta approfonditamente tutta l’esperienza Dynaudio nelle realizzazioni professionali. Utilizza un amplificatore D-Class (qualcuno lo chiama digital amplifier…) ed è dotata di un sofisticato sistema di sospensione acustica ISO-L8R155 per il disaccoppiamento meccanico e la corretta angolazione.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

bm5-compact-mkiii

Il woofer utilizzato è da 5.7 pollici, il tweeter è da 1.1 pollici, tutti e due con voice coil in alluminio. Le connessioni sono in formato RCA e XLR. La potenza generata dal sistema di biamplificazione interno copre 50 watt per le basse e altre 50 watt per le acute; la pressione sonora dichiarata è pari a 116 dB, con risposta in frequenza pari a 49-24000 Hz.

MOTU 24Ai e 24 Ao Audio Interfaces

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, no-categoria, Recording, Software

Due nuovi modelli MOTU, ciascuno con 24 canali audio analogici in un’unità rack. La connettività è impressionante: oltre ai ventiquattro ingressi analog, è possibile gestire 6 blocchi da 8 canali su connessione ADAT, per un totale simultaneo di 72 segnali indipendenti.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

motu

Il range dinamico dichiarato è pari a 123 dB in uscita e 110 dB in ingresso, la latenza è contenutissima, pari a 26 sample sul percorso in ingresso e 20 sample sul percorso d’uscita, corrispondenti a 0.54 msec e 0.42 msec (calcolati con sampling grate a 48 khz.

RME presenta i nuovi driver con TotalMix FX su tutte le interfacce

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Recording, Software

I nuovi driver versione 4.03 offrono la gestione dei file interleaved e il controllo esteso sugli speaker collegati alle interfacce, con accesso diretto alle velocità di campionamento sotto Windows 7 e 8.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

products_fireface_400_6b

In aggiunta, i driver FireWire e USB per le interfacce RME sono stati aggiornati per offrire TotalMix FX su tutti gli apparecchi costruiti dopo il 2001. Ovviamente, non ci sono eq, echo, reverb e dynamics, visto che gli hardware originali non furono progettati per renderizzare quegli effetti, ma i vantaggi complessivi rimangono.

Solid State Logic XL-Desk

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Periodo di novità in campo audio questo e SSL non poteva mancare all’appello. La novità è importante e, grazie a Midiware, siamo riusciti a vederla (e metterci le mani) con leggero anticipo sul rilascio ufficiale. Il workshop è durato un intero pomeriggio, tempo sufficiente a capire funzionalità, dettagli operativi e suono della nuova console XL-Desk .

di Emiliano Girolami

xl desk 1

Il mixer è la rivisitazione in chiave moderna della classica console da studio analogica. È pensato per gli studi di registrazione basati su DAW e dedicato agli ingegneri che non necessitano del controllo diretto sul computer o di funzioni di automazione (per quello, come sapete, ci sono altri prodotti della casa).

Focusrice iTrack Dock Studio Pack

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Recording

Contiene tutto il necessario per lavorare velocemente sopra un’idea musicale senza allontanarsi troppo dalla propria scrivania e dal proprio iPad. Il corredo comprende l’interfaccia audio a due canali, con funzione docking, un microfono a condensatore con diaframma largo, una cuffia con padiglioni chiusi, tre metri di cavo XLR e un cavo USB di qualità elevata.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

focusrite

L’audio viene gestito con 24 bit e sampling rate a 96 kHz, le regolazioni di Gain sono dotate di alone luminoso verde/rosso per la gestione corretta delle sovramodulazioni. il Dock Studio Pack funziona con tutte le dimensioni di iPad purchè dotato di mini connettore lightning; oltre alla gestione bidirezionale dell’audio, fornisce anche alimentazione e ricarica della batteria interna.

Propellerhead A-List Electric Guitarist Power Chords

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Recording, Software

La nuova Rack Extension per Reason permette ai musicisti di creare velocemente voicing, accordi e strutture ritmiche tipiche del power chord chitarristico.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

power guitar

Dopo il positivo riscontro della A-List Acoustic Guitar (nel Maggio 2014), questa volta è il turno della simulazione di chitarrismo elettrico. Basta una singola nota programmata nella traccia MIDI per triggerare un power chord o una progressione di accordi, con voicing alternati e pattern ritmici.

XILS-lab DeeS

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Recording, Software

Disponibile per Mac e per Windows, il programma mette sotto controllo la percentuale di sibilianti all’interno di un file audio vocale, correggendo eventuali errori nel posizionamento microfonico o nell’emissione.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 09-2456925 alle 12.39.17

Con una serie di controlli mirati, è possibile ottimizzare l’intervento del programma: Detection Freq identifica la frequenza incriminata e Reduction permette di definire il livello di controllo applicato. Grazie alla rilevazione delle esplosive, si può facilitare in maniera automatica il raggiungimento di risultati professionali.

Con Voice EQ e Sibilant EQ, offre indipendente controllo su due canali di trattamento; l’implementazione grafica facilita le cose.  L’applicazione può essere scaricata a 32 o a 64 bit, con compatibilità AAX, AU, RTAS, VST.

Qui, per ulteriori info e download