M-Audio KeyStation 88 Mk3

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

M-Audio Keystation 88 MK3 è una master keyboard a 88 tasti semi pesati full-size sensibili alla dinamica e dal tocco naturale, dotata di un case compatto e robusto completamente ridisegnato, perfetta per qualsiasi musicista che crea in casa o che si esibisce dal vivo.
Che tu sia un professionista esperto alla ricerca del controller giusto o che tu stia muovendo i primi passi nell’home recording, Keystation 88 MK3 soddisferà le tue esigenze. E con un ricco pacchetto di software incluso, inizia a suonare o comporre immediatamente sul tuo Mac o PC con il keyboard controller a 88 tasti più venduto al mondo.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

image002

Queste le caratteristiche principali:

· 88 tasti semi-pesati sensibili alla dinamica e dal tocco naturale
· Connessione USB-MIDI per suonare strumenti virtuali e controllare software DAW
· Porta MIDI OUT per collegare il tuo synth hardware
· Cursore volume, pulsanti di trasporto e tasti di navigazione per controllare facilmente il tuo software preferito
· Ruote pitch e modulation ergonomiche per performance maggiormente espressive
· Pulsanti assegnabili ai parametri di qualsiasi DAW o plugin
· Il design compatto si adatta perfettamente a qualsiasi scrivania, studio o palco
· Compatibilità nativa su PC e MAC
· Compatibile con dispositivi iOS (Apple Lightning to USB Camera Adapter non incluso)
· Pulsanti ottava; Ingresso per pedale di sustain; ingresso per pedale di espressione
· Include Pro Tools | First M-Audio Edition, Ableton Live Lite e MPC Beats

Arturia PolyBrute Analog Polyphonic Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Ora che finalmente abbiamo il permesso di parlare del nuovo polifonico Arturiapossiamo anticipare che – a stretto giro – grazie al fattivo interessamento dell’importatore italiano Midiware,  avremo un esemplare a disposizione per poter fare video e approfondimenti verticali.

Di Enrico Cosimi

polyb

Nell’attesa, sarà comodo riassumere velocemente le funzioni più importanti del nuovo apparecchio:

  • tastiera a cinque ottave, sensibili alla dinamica e all’aftertouch;
  • ribbon controller configurabile con o senza value latch e zero fisso;
  • mod e bend wheel configurabili in escursione e destinazione;
  • Morphée a tre assi (X, Y e Z-pressione) indirizzabile su matrice o su destinazioni predefinite;
  • polifonia a 6 voci con gestione bitimbrica in split e layer;
  • split regolabile;
  • distribuzione delle 6 voci in configurazione 1:5, 2:4, 3:3, 4:2, 5:1;
  • morph timbrico A/B all’interno della stessa patch; lo spostamento morph è destinazione di modulazione;
  • Motion Recorder per automatizzare qualsiasi operazione fatta sul pannello frontale;
  • Motion Playing fino a /8 o 8x la velocità originale, loop o one-shot;
  • Matrice di modulazione 12 sorgenti su 32 destinazioni completamente indirizzabili dall’utente;
  • Matrice impiegata per le patches, le sequenze, le modulazioni, i morph;
  • doppio display con innumerevoli funzioni Settings di personalizzazione;
  • canale di voce con due oscillatori (hard sync, pwm, metalizer, subosc) e noise;
  • doppio filtro Steiner a quattro modi e Ladder lowpass, distorsori e Brute Factor;
  • tre inviluppi che possono andare in loop;
  • tre LFO syncabili; il terzo è “in stile Buchla”;
  • effetti digitali per short modulation, delay e reverb (algoritmi personalizzabili);
  • arpeggiatore polifonico;
  • step sequencer polifonico caricabile real time o step; estese funzioni di sincronizzazione;
  • matrix arpeggiator con ampie funzioni di personalizzazione per iterazione, permutazione e organizzazione;
  • gambe in legno;
  • uscita stereo 1/4;
  • sync analogico in/out configurabile;
  • MIDI In/Out/Thru;
  • USB;
  • editor gratuito per la gestione timbrica e di sequenza/arpeggio.

Prossimamente su questi schermi.

 

 

ARTURIA Keystep 37 Controller & Sequencer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dopo l’affermazione planetaria del modello Keystep e la conferma potenziata con la versione Keystep Pro, in Arturia hanno pensato bene di sfruttare la keybed espansa a tre ottave rinforzando quelle che da sempre erano le (poche) lacune del modello Keystep di base: mancanza di un riscontro grafico per il BPM e assenza di controller di pannello dedicabili. Ora, con la Keystep 37, ad un prezzo inevitabilmente più alto e con un ingombro più significativo, è possibile lavorare in comodità e completezza.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2020-09-06 alle 16.26.22

L’apparecchio viene fornito con cavo USB standard Type A/B (quello “grosso” per intenderci) e con un isolatore galvanico anti-ground loop dotato di triplice connessione power-pc-keyboard; come al solito, il manuale deve essere scaricato e stampato. Nella confezione, c’è anche un coupon per scaricare legalmente Ableton Live Lite.

Arturia MicroFreak Vocoder Edition

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Arturia presenta il MicroFreak VE ovvero Vocoder Edition. La nuova versione del MicroFreak sfrutta un nuovo, efficace, algoritmo di Vocoder che permette al musicista di scegliere con relativa facilità la qualità del segnale Carrier interno (prodotto con la consueta dotazione di forme d’onda virtualizzate), in monofonia o in polifonia, per poter fornire materiale su cui trasferire il contenuto armonico e la distribuzione energetica estratti dal segnale Modulator ottenuto via microfono a collo di cigno fornito in dotazione.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2020-08-24 alle 11.06.49

Il microfono, fornito in dotazione viene collegato alla presa cuffia attraverso un connettore 1/8″ multiplo (per l’esattezza, il formato TRRS usato anche da altri costruttori) che permette tanto l’impiego della cuffia normale, grazie alla porta di ascolto thru presente sullo zoccolo stesso del microfono, quanto l’acquisizione del segnale modulante / speech indispensabile al buon funzionamento del Vocoder.

IGS Audio Pure Tube Channel_ENG

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

A new pre-amp has joined the group in the IGS Audio catalogue. It is framed in a one rack unit of a 19” chassis. It uses vacuum tubes as active elements and it is built with the usual high quality we know from IGS Audio. The unit is promising, let’s go check it’s performances.

di Emiliano Girolami

  Rack

Description

The look (and the feel) is really vintage with big knobs and switches, quite enough space for fingers to operate and with a clear layout which makes everything clear without asking for the user manual. The front panel starts (from left) with an high impedence input followed by four big (backlit) white buttons for HiZ, Mic/Line, +48V and Phase adjust. The gain is tamed via a coarse switch with six positions to go from 10 to 60dB in steps of 10. Fine tuning is possible via the following stepped trim which is capable to go from -5dB to +5dB allowing to continuosly cover all the gain range from 5 to 65dB. Going further to the right there is a nice orizontal VU meter followed by the red jewel and the power switch.

IGS Audio Pure Tube Channel_ITA

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Un nuovo pre-amplificatore fa parte, da poco, del catalogo di IGS Audio. È costruito su un telaio per rack a 19” e occupa una unità. Usa tubi a vuoto come elementi attivi. Realizzato con la solita ottima qualità, promette prestazioni interessanti già a prima vista. Andiamo a verificare se le promesse sono mantenute.

di Emiliano Girolami

Rack

Descrizione

Il look è indubbiamente vintage con pulsanti e manopole generosi, spazi ampi e nessuna necessità di leggere il manuale. Sul pannello frontale, da sinistra, troviamo l’input ad alta impedenza a cui fanno seguito quattro grandi pulsanti bianchi retroilluminati che attivano, rispettivamente: HiZ, Mic/Line, +48V e Phase. Un selettore a scatti di 10dB consente una prima regolazione del guadagno (si va da 10 a 60dB). Un trimmer con regolazione a 41 step consente di attenuare con continuità fino a 5dB o di alzare ulteriormente il guadagno fino a ulteriori 5dB. La combinazione dei due controlli rende possibile una regolazione continua da 5 a 65dB. Proseguendo sul pannello, si trova un VU meter orizzontale, la lampada (jewel) rossa per segnalare lo stato del preamp e l’interruttore per l’accensione.

Un manuale per la Elektron Model:Cycles

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Come tutti i prodotti Elektron, la Model:Cycles condensa in poco spazio una quantità spaventosa di funzioni che, spesso indirizzate e etichettate in modi non convenzionali, finiscono per confondere gli utenti meno esperti.

Di Enrico Cosimi

elektron

Qui, trovate una proposta di manuale che – auspicabilmente – potrebbe chiarire le cose.
Buona lettura.

Moog Subharmonicon

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il Moog Subharmonicon appartiene a quella categoria di apparecchi (Werkstatt, BFAM, DFAM, Spectravox…) originalmente concepiti per essere realizzati durante le settimane dei MoogFest dai partecipanti all’evento e – in alcuni casi – successivamente commercializzati per dare seguito a una soverchiante domanda.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2020-05-11 alle 08.23.43

Subharmonicon è un sintetizzatore analogico semi modulare poliritmico che si aggiunge alla famiglia già composta da Mother-32 e DFAM (non contando gli altri apparecchi, appunto, realizzati solo all’interno del circuito MoogFest).

Uso della Impulse Response (IR) per la chitarra acustica e custom IR da DRAPsound

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Software

Lungo preambolo

La risposta all’impulso è uno degli innumerevoli modi di rappresentare il comportamento di un sistema. Senza scendere troppo nei dettagli tecnici, un “sistema” è un qualsiasi meccanismo che, sottoposto a uno stimolo, lo recepisce e ne elabora una risposta. Capirete che, con una definizione così ampia, dire “sistema” può voler dire tante cose. Un sintetizzatore è un sistema così come una chitarra. Anche l’evoluzione di una epidemia può essere rappresentata con un sistema (e infatti i modelli previsionali più affidabili lo fanno) così come una fabbrica o una nazione.

di Emiliano Girolami

La risposta all’impulso (che da ora in poi chiameremo IR mutuando l’acronimo dall’inglese) funziona particolarmente bene quando il sistema è lineare (e qui si potrebbe aprire un lungo dibattito ma non lo faremo) ed è parente stretta della funzione di trasferimento che è la madre della risposta in frequenza (modulo e fase).

 

ImpulseResponse5-768x658

 

Questo è un concetto fondamentale della teoria dei sistemi: rappresentazione nel tempo e rappresentazione nella frequenza sono equivalenti. Cambia solo il punto di vista!

sE Electronics V7 con SSL SiX: il suono dello studio anche nel live

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Avevo preso (grazie a Midiware) un microfono sE Electronic V7 da provare per alcune date in piccoli locali con un set acustico di sola chitarra e voce. Il lockdown legato al COVID19 ha fermato tutto e mi sono ritrovato “costretto” a rimanere nel mio home studio per qualche settimana. Il microfono era già con me e allora ho pensato di simulare quello che avrebbe potuto essere nel live approfittando della disponibilità del “piccolo” di casa Solid State Logic. Di SSL SiX abbiamo già parlato per il suo impiego in studio (home o, al massimo, project) ma, volendo portare precisione e pulizia anche nel live, per situazioni come quella che avrei voluto proporre (richiede solo due canali), si può fare. Per come è configurato, comunque, SiX potrebbe supportare anche un trio chitarra-tastiera-voce o DJ set.

Di Emiliano Girolami

sE-V7cut

Torniamo al microfono. Il V7 è un super-cardioide con capsula dinamica realizzata attraverso una innovativa bobina in alluminio avvolta su un magnete di neodimio. Nella confezione, oltre al microfono, si trova una clip per l’asta, un adattatore per viti a passo stretto, una custodia morbida e un wind screen che (attenzione!) va montato all’interno della griglia protettiva. La costruzione è robusta e la forma è quella tipica dei microfoni usati per il live con il fronte appiattito. La capsula è dotata anche di uno shock mount interno che serve a ridurre i rumori derivati dagli urti e dai maltrattamenti del live.  Bello, comodo e robusto.

ga('send', 'pageview');