Brutemachine! – Come trasformare il MicroBrute in una drum-machine 

Written by Francesco Bernardini on . Posted in Gear, Tutorial

Microbrute è un piccolo sintetizzatore monofonico prodotto da Arturia che sta incassando un discreto successo sia per la fascia di prezzo in cui si colloca che per il fatto di possedere, nonostante tutte le limitazioni del caso, una sua personalità vera e propria in grado di farlo “saltare fuori” dal solito sound. Credo che questo sia in larga misura merito del comparto di filtraggio, che suona “diverso” dal solito fin dalle prime pernacchie che si tirano fuori dallo strumento.

Di Francesco Bernardini

microbr

Un’altra caratteristica saliente è la presenza di un essenziale – quanto efficace – sequencer interno. La possibilità di registrare pattern di note e (importantissimo) di pause ci consente da subito di giocare a fare Moroder a Berlino; un knob è dedicato al rate (velocità) del sequencer e tutti i controlli di segnale (inviluppo, frequenza del filtro etc.) sono sincronizzabili con il rate del sequencer stesso e/o con l’LFO (tramite selettore sull’LFO stesso + matrice CV), il quale  ci fornisce le tre classiche forme d’onda: pulse, saw e triangle.

Waldorf nw1 Wavetable Module

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il debutto Waldorf nel mondo Euro Rack avviene con una belva da 32HP che incarna la tecnologia wavetable da sempre marchio di riconoscimento della firma tedesca. Messa in atto originariamente sulle macchine originali P.P.G., poi confermata nei successivi modelli Wave e MicroWave, oggi disponibile anche in versione iPad con NAVE, la lettura dinamica delle tabelle permette risultati sonori (semplicemente) negati alla normale generazione analogica di timbro.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457047 alle 16.59.22

Il modulo prevede la possibilità di sfruttare un patrimonio di wavetable pronte all’uso o di caricare nuove tabelle grazie al terminale USB disponibile direttamente sul pannello frontale. Come terza soluzione, si può registrare audio analogico proveniente dall’esterno e configurarlo per il successivo utilizzo tabellato.

Studiologic Sledge 2.0

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

La nuova versione software caricabile sul popolare Sledge Synthesizer potenzia in maniera significative le funzioni di bordo. Sviluppato in collaborazione tra Studiologic e Waldorf, il sintetizzatore utilizza un processore precedentemente collaudato nella popolare serie Blofeld e, oggi, portato a coprire tutte le esigenze del musicista professionista che necessiti di un polysynth virtual analog a cinque ottave.

Sledge2

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Le nuove caratteristiche comprendono:

  • Auto Dual Mode; due suoni diversi simultaneamente, organizzabili in split o layer a discrezione dell’utente; le timbriche  possono lavorare con polifonia definibile a priori e essere salvate in Dual Sound combination.

KOMA Elektronik POLTERGEIST

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

POLTERGEIST è un mixer quadrifonico Euro Rack abilitato al trattamento dei segnali audio e dei segnali di controllo. La sua struttura può essere usata come panner, VCA, mixer stereo out e mixer quad output.

Di Enrico Cosimi

koma

Ciascun canale ha ingressi di modulazione per il livello del VCA e per la posizione panpot; quest’ultima può essere governata tanto come fronte stereofonico che come traiettoria sui quattro punti cardinali. E’ prevista la possibilità di deformare la funzione che governa il panpot, rendendolo lineare, meno progressivo o più esasperato nelle transizioni. Il segnale in ingresso viene regolato in Gain e in Pan Position; può essere messo in Solo e in Mute, può essere spostat in clonazione di posizione invertita Field (per spazializzare velocemente su quattro canali sorgenti originariamente previste per due).

Oltre alle quattro uscite individuali, sono disponibili due punti di somma left e right per inserire buss stereo direttamente sulle uscite. I controlli bipolari ricevuti possono essere sottoposti a rettifica, eliminando la porzione con valore negativo.

La disponibilità annunciata è per Aprile 2015.

Qui, appariranno presto ulteriori informazioni.

 

Pittsburgh Modular Analog Replicator

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Un analog delay è, da sempre, in grado di stregare l’ascoltatore non solo per le caratteristiche funzionali del circuito di ritardo, ma anche per le caratteristiche timbriche sovrapposte al segnale passante. Analog Replicator  di Pittsburgh Modular ha parecchie coserelle interessanti nascoste sotto al pannello comandi.

Di Enrico Cosimi

analog replicator news

 

Dotato di una coppia di integrati BBD da 4096 celle cadauno, può generare ritardo pari a 2.6 secondi con una banda passante sufficientemente estesa. Grazie all’interruttore short/long, può essere velocemente configurato per comportamenti di modulazione o trattamenti di ribattuto generico.

Nuove librerie per KORG Kronos

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Software

Alla vigilia del rinnovamento previsto per la Winter NAMM, in KORG hanno bruciato le polveri presentando sul mercato undici nuove sound library per la popolare workstation Kronos.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 01-2457041 alle 17.00.55

Per la precisione, si tratta di nove nuovi Kronos EX pack e cinque aggiornamenti EX realizzati da KApro, più una EX library prodotta da Irish Acts.  Di seguito, l’elenco dettagliato, con i prezzi annunciati.

Doepfer annuncia…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Come tradizione, Dieter Doepfer alterna la sua presenza un anno alla NAMM e uno al MusikMesse; questa volta, la presentazione losangelina (per la precisione, in quel nulla composto da alberghi e grandi strade che corrisponde a Anaheim…), vedrà la partecipazione di interessanti nuovi moduli prodotti dal padre dell’Euro Rack.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457041 alle 12.51.16

Per prima cosa, la A-157-X Trigger Series Subsystem, riedizione Euro Rack delle funzioni originalmente disponibili nel seminale Schaltwerk Sequencer. Il modulo principale A-157-1 è un trigger sequenze 16×8 che permette l’accensione/programmazione di otto linee indipendenti di 16 trigger cadauna; l’incastro ritmico può essere gestito attraverso controlli di shift row, swap, invert, first/last step define, direction, pattern mode 16, 32, 64, eccetera.

Make Noise Rosie

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Toni Rolando ha ridisegnato diverse regole del mondo Euro Rack, a partire dalla grafica non convenzionale dei suoi moduli Make Noise. Dopo essersi significativamente ispirato alle soluzioni più particolari di Buchla, ha arricchito il proprio catalogo con una serie di collaborazioni di alto livello e, non ultimo, con una dotazione di progetti originali. Rosie è uno di questi… un modulo all’apparenza semplice, ma proprio per questo indispensabile. Specie nelle strutture più complesse.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457041 alle 11.35.13

Due ingressi A e B, ciascuno in grado di gestire segnali 10 V picco-picco; i due segnali confluiscono in un crossfader, che ne permette il bilanciamento o l’esclusione 0-10, 5-5, 10-0 con continuità; una triade di connettori Send (mono) e Return (stereo) possono essere usati per inviare copia conforme del segnale ad un processore esterno e riavere, opportunamente trattato, il segnale in ritorno, regolabile con un controllo di Return Level.

KORG Odyssey – qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Finalmente, prima ancora che aprano i battenti della NAMM (dove è in schedule una presentazione alla stampa per il 21 di Gennaio…), iniziano a trapelare i primi particolari sulla riedizione Odyssey ARP targata KORG.

Di Enrico Cosimi

9807_1-5_arp-odyssey-rev3_image_front

L’ARP Odyssey è stato un fortunatissimo sintetizzatore bifonico/parafonico dello scorso secolo, diretto antagonista del classico Minimoog, dal quale si differenziava per una timbrica più femminile (copyright: Tom Coster) e “fina”. Passato attraverso cinque periodi strutturali e tre revisioni “ufficiali”, l’apparecchio ha sempre legato insieme prestazioni di gran classe con limitazioni strutturali dovute a una mal gestita economia di realizzazione. Oggi, KORG sembra intenzionata a riprendere il discorso da dove era stato interrotto quaranta anni orsono.

AKAI Advance Keyboard Series

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

Disponibili nei tre tagli 25, 49 e 61 note (rispettivamente due, quattro e cinque ottave), le nuove tastiere Advance possono controllare qualsiasi virtual instrument, sfruttanto un’interfaccia utente che spreme fino in fondo le suggestioni del codice colore.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Advance49_detail1_10x8_media

Il display di bordo è un 4.3 pollici, sui cui scorrono tutte le informazioni relative alle programmazioni e alle customizzazioni dei controller residenti. Le pagine visualizzate si sintonizzano sui plug-in utilizzate per la resa grafica dei parametri della maggioranza dei VSTi; grazie alla tecnologia VIP – Virtual Instrument Player, si può controllare l’intera libreria VSTi da una singola applicazione, tanto Mac quanto Windows.