Arturia BeatStep Pro

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

L’avevamo visto, ancora in forma iper preliminare, in quel di Grenoble per una sorta di brainstorming tra stampa specializzata e think tank Arturia… Ora, in netto anticipo sul ruolino di marcia supposto, siamo giunti alla fase della presentazione pubblica. Il BeatStep Pro, che prenderà il posto dello step sequencer BeatStep nel catalogo francese, incorpora una serie di interessanti funzioni dedicate alla gestione delle sequenze MIDI/USB e CV/Gate. Purtroppo, non distorce il suono e non può essere usato come pedaliera multieffetto per i chitarristi… ;-)

Di Enrico -Elephant Memory- Cosimi

beatstep-pro-image

Più grande, due volte e qualcosa il precedente modello, prezzato a 249 Euro, disponibile per Aprile 2015, permette la programmazione di sequenze lunghe fino a 64 step, con 16 sequenze per progetto e 16 progetti simultaneamente disponibili nella memoria di bordo. In aggiunta, ci sono 16 tracce di supporto, dedicate alla gestione di trigger per la programmazione ritmica. La programmazione può avvenire in tempo reale o passo dopo passo.

KORG SQ-1

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

In principio era il KORG MS-20, poi venne lo step sequencer dedicato SQ-10, con tre belle file da dodici step ciascuna… Oggi, dopo la resurrezione del KORG MS-20 in formato Mini, Kit e Module, KORG ha tirato fuori dal cilindro anche un interessante apparecchio che, per certi versi, condivide le impostazioni del vecchio sequencer, modificando – anche in modo significativo – il suo meccanismo di funzionamento. Mentre le prime informazioni, compreso un essenziale manuale utente, iniziano a trapelare sulla rete, proviamo a stendere un preliminare stato di fatto della nuova apparecchiatura.

Di Enrico Cosimi

1600-SQ1_detail1

L’apparecchio è alimentabile a batterie o attraverso porta USB; non è previsto power pack “tradizionale”. Fornisce due linee A e B da otto step ciascuna, che possono essere organizzati in diversi modi di lettura.

JoMoX T-Rackonizer Filter Matrix Module

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il popolare, e pericoloso, T-Resonator è ora disponibile in formato Euro Rack. Jurgen Michalis (Mr. JoMoX) ha convertito il circuito originale squeezandolo dietro ad un pannello adatto al montaggio modulare. In questo modo, il musicista può sfruttare fino in fondo la doppia linea di controllo e trattamento originariamente prevista nel progetto di base.

rackonizer

Di Enrico Cosimi

Le due linee di audio Left/Right, sono processate in un filtro passa basso risonante con controllo estratto da un modulo LFO e un Envelope Follower che elabora il livello del segnale in ingresso e lo converte in controllo con cui aprire la frequenza di taglio.

Moon Modular 511d Dual Envelope Generator

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Tra i pochi costruttori di moduli in formato 5U, Moon Modular si è sempre distinto per un approccio di tipo berlinese, cioè sensibile ai controlli ed alla loro organizzazione – con rare aperture verso strutture più tradizionalmente indirizzate alla generazione e alla modifica. Il nuovo 511d Dual Envelope Generator conferma questa impostazione.

511d

Di Enrico Cosimi

Largo 2 unità, il 511d ospita due inviluppi ADSR indipendenti, organizzati nello storico Moog format che articola in T1, T2, T3 e Esus (si legge Energy sustain)  l’impostazione di attacco, decadimento, rilascio e livello di staticità energetica.

KLANG 3D In-Ear-Monitoring

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Quale che sia il genere musicale prodotto, riuscire a sentire bene ciò che si fa sul palco è fondamentale per ottenere una buona performance musicale. Dopo l’epoca pionieristica dei combo e degli impianti WEM, passata la fase dei side e dei cluster, da diverso tempo la possibilità dell’ascolto personale nelle orecchie è diventata una realtà professionale tra le più apprezzate – e costose – nel mondo hi end della musica. Oggi, KLANG presenta la propria versione della tecnolgoia necessaria ad una corretta fruizione in-ear.

Di Enrico Cosimi

Schermata 02-2457056 alle 09.21.25

L’ascolto in-ear trascende dalle considerazioni mono o stereo e, per la sua configurazione fisiologica, può far raggiungere al musicista un’esperienza trasparente e tridimensionale (a patto che le cose siano progettate con cura e gestite con competenza). La tecnologia KLANG è applicabile a qualsiasi tipo di auricolare in-ear già disponibile sul mercato.

GForce Software ci riprova – Oddity 2 (seconda parte) 

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Gear

Riprendiamo senza indugio la nostra cavalcata nelle praterie di Oddity 2, il nuovo gioiellino di casa GForce Software.  La volta scorsa, in sunto, dopo una panoramica sulle prerogative di massima del sintetizzatore, abbiamo concentrato la nostra attenzione sulla parte, diciamo così, “classica” di esso.

Di Antonio Antetomaso

COPERTINA

Per parte “classica” intendo quella più squisitamente ispirata alla macchina originale, l’ARP Odyssey MKIII, anche se con nostra sorpresa si è scoperto che sono stati inseriti nuovi parametri e possibilità aggiuntive che semplicemente non erano possibili sul pezzo di ferro originale. In questo nuovo appuntamento approfondiremo il discorso relativo alle possibilità “esotiche” offerte da Oddity 2, prerogative che lo portano un po’ più lontano dallo spirito del synth originale. Capiremo insieme se ciò è un bene o un “male”.

Nord Electro 5

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Giunto alla sua quinta incarnazione, il coltellino svizzero del tastierista offre oggi un’interessante sintesi del know how messo in movimento da Nord/Clavia in anni di paziente dialogo con i tastieristi “militanti”. Come i precedenti modelli, N.E. 5 offre tutto quello che serve per affrontare una serata con competenza, timbriche professionali e il corredo di strumenti indispensabili alle esecuzioni non strettamente EMPRO.

Di Enrico Cosimi

Model-Nord-Electro-5-HP-73

Stiamo parlando, per chi si fosse sintonizzato solo ora, di una tastiera che offre – embedded – timbriche di pianoforte, strumenti storici a tastiera del repertorio pop/jazz/blues/rock, organo, sample playing e synth preconfezionato. Il tutto, finalmente, con flessibili possibilità di split/layer, accesso a drawbar slider fisici e un nuovo display OLED che facilità le operazioni di programmazione e configurazione.

SEQUENTIAL Prophet 6

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Bello è bello, non si discute… Il nuovo sintetizzatore analogico Sequential prodotto da Dave Smith (recentemente rientrato in possesso dello storico marchio grazie alla cortese liberalità Yamaha), è fortemente influenzato dal Prophet 5 che tanti ancora desiderano, con una serie di soluzioni originali che lo rendono originale, interessante e, per molti versi, terribilmente desiderabile.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457048 alle 10.59.45

Basandoci su quello che inizia a circolare in rete e sulle comunicazioni ufficiali, nell’attesa che i primi esemplari arrivino anche dalle nostre parti (si parla di Primavera 2015 inoltrata…), tracciamo una panoramica preliminare dell’apparecchio.

Brutemachine! – Come trasformare il MicroBrute in una drum-machine 

Written by Francesco Bernardini on . Posted in Gear, Tutorial

Microbrute è un piccolo sintetizzatore monofonico prodotto da Arturia che sta incassando un discreto successo sia per la fascia di prezzo in cui si colloca che per il fatto di possedere, nonostante tutte le limitazioni del caso, una sua personalità vera e propria in grado di farlo “saltare fuori” dal solito sound. Credo che questo sia in larga misura merito del comparto di filtraggio, che suona “diverso” dal solito fin dalle prime pernacchie che si tirano fuori dallo strumento.

Di Francesco Bernardini

microbr

Un’altra caratteristica saliente è la presenza di un essenziale – quanto efficace – sequencer interno. La possibilità di registrare pattern di note e (importantissimo) di pause ci consente da subito di giocare a fare Moroder a Berlino; un knob è dedicato al rate (velocità) del sequencer e tutti i controlli di segnale (inviluppo, frequenza del filtro etc.) sono sincronizzabili con il rate del sequencer stesso e/o con l’LFO (tramite selettore sull’LFO stesso + matrice CV), il quale  ci fornisce le tre classiche forme d’onda: pulse, saw e triangle.

Waldorf nw1 Wavetable Module

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il debutto Waldorf nel mondo Euro Rack avviene con una belva da 32HP che incarna la tecnologia wavetable da sempre marchio di riconoscimento della firma tedesca. Messa in atto originariamente sulle macchine originali P.P.G., poi confermata nei successivi modelli Wave e MicroWave, oggi disponibile anche in versione iPad con NAVE, la lettura dinamica delle tabelle permette risultati sonori (semplicemente) negati alla normale generazione analogica di timbro.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457047 alle 16.59.22

Il modulo prevede la possibilità di sfruttare un patrimonio di wavetable pronte all’uso o di caricare nuove tabelle grazie al terminale USB disponibile direttamente sul pannello frontale. Come terza soluzione, si può registrare audio analogico proveniente dall’esterno e configurarlo per il successivo utilizzo tabellato.