Volca Modular: quello che c’è da sapere…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

… per decidersi all’acquisto. Anche se il titolo può sembrare minaccioso, è un dato di fatto che il nuovo Volca Modular sia dotato di un fascino particolare che lo rende praticamente irresistibile per un’ampia platea di utilizzatori non convenzionali. A differenza delle strutture precedenti veicolate nella collezione di midiciali macchinette, in questo caso il musicista può riconfigurare pesantemente la struttura di sintesi intervenendo direttamente con il patching sul pannello frontale. Uniche avvertenze, a parte una buona vista per centrare le connessioni con i micro patch cables, è quella di ricordare che lo standard elettrico del prodotto non è del tutto direttamente compatibile – ma può sopravvivere – con altri apparecchi EuroRack. Insomma, occorre una certa cautela, ma le soddisfazioni possono diventare parecchie.

Di Enrico Cosimi

preview 4

Cosa è Volca Modular? E’ un piccolo sintetizzatore in formato West Coast, quindi afferente alla scuola timbrica di matrice buchlesca, che basa buona parte della propria espressività sulla resa progressivamente complessa delle sorgenti sonore, successivamente sottoposte a filtraggio dinamico Lopass Gate per l’articolazione e la caratterizzazione timbrica. I punti chiave della filosofia occidentale sono quindi: sorgenti sonore ben più complesse e articolate di quelle previste nei classici Minimoog o MS-20, filtraggio non risonante in configurazione integrata low pass & amplificazione, articolazione con inviluppi regolabili in modo transiente o in ripetizione ciclica. Di solito, il musicista che voleva allontanarsi dalla sicurezza del mondo East Coast per avventurarsi nella sperimentazione californiana era costretto a sobbarcarsi spese (molto) significative per acquisire materiali spesso costruiti con standard funzionali (molto) al di sotto delle aspettative.

Fino a ora.

stocAudio Chiavika

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

E’ un suggestivo plug-in di elaborazione in grado di processare file audio per macro granulare e ricombinare il playback senza soluzione di continuità. Disponibile come VST, VST3 e AU, può lavorare nelle piattaforme Windows e Mac solo in formato 64 bit. .

Di Enrico Cosimi

Chiavika

Il comportamento è ispirato alle operazioni realtime tape-sampler intese come pratica della cattura e riproduzione riorganizzabile dell’audio, non come caratterizzazione/degrado del segnale audio.

L’interfaccia utente rende visibile il segmento di audio in riproduzione, con evidenziazione dei punti corrispondenti alle testine di lettura e riproduzione; la velocità di riproduzione è controllabile attraverso Rate – ovviamente, il “nastro virtuale” può essere letto al contrario invertendo la direzione di marcia; la velocità è gestibile in modo Mult (+/-4 volte la velocità originale) o Semi (+/-24 semitoni l’intonazione originale).

Dynaudio introduce una nuova serie di Studio Reference Monitor

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Recording

Il leggendario marchio danese introduce Core, una linea di monitor professionali high-end composta da un modello a tre vie (Core 59) e un modello a due vie (Core 7).

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

dynaudio

Core introduce una nuova tecnologia per ottenere la miglior qualità possibile in riproduzione, specialmente per il nuovo tweeter in tecnologia Hexis.

Techno Day a Cava dei Tirreni

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Events

I TechnoDay sono incontri di discussione aperti a tutta l’utenza musicale, in cui vengono presentate le più innovative e moderne tecnologie in campo Audio/Video musicale. Nati nel 2011, sono diventati un incontro irrinunciabile per tanti studenti, appassionati e professionisti del settore, con la formazione che resta il pilastro fermo su cui le aziende coinvolte si devono rapportare.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Sito Web

Il vero “change the game” dei TechnoDay, che si svolgono nella provincia di Salerno, riguarda la presenza attiva degli studenti dei Licei Musicali e dei Conservatori, in particolare della Campania: sono loro che, guidati dagli endorser e dimostratori aziendali, rendono unico questo tipo di appuntamento.

Arturia Audiofuse Series

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Recording

Il popolare modello di interfaccia Audio/MIDI prodotto da Arturia diventa ora un’intera serie di prodotti di fascia altra. I nuovi modelli comprendono oltre all’apparecchio già in distribuzione una versione a quattro canali e una versione rack ad otto canali rispettivamente denominate AudioFuse Studio e AudioFuse 8Pre. Tutti e tre i modelli sfruttano il solido sistema AudioFuse Creative Suite per la gestione a distanza.

A cura delle Redazione di Audio Central Magazine

unnamed 2

AudioFuse Studio

Con un prezzo annunciato pari a 899 euro, offre quattro DiscretePRO preamp input, A/B speaker connectivity, uscita doppia per cuffia, talkback, MIDI I/O, ricevitore Bluetooth di alta qualità (per trasferire bidirezionalmente audio senza usare cavi) e cover protettiva; tutti i comandi importanti sono sul pannello superiore, le connessioni d’ingresso sono alloggiate nella fascia frontale e il resto della connettività è ordinato sul pannello posteriore. E’ presente la popolare connessione per il reamping dei segnali.

Electro Harmonix Grand Canyon Delay & Looper

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Da sempre, i gioielli di Mike Mathews fanno felici i musicisti di tutto il pianeta e, quasi sempre, si tratta di chitarristi. Utenti smaliziati, tastieristi e frequentatori del suono elettronico hanno imparato ad impadronirsi dei divertenti floor processor targati Electro Harmonix per arricchire il proprio suono con un corredo di comportamenti aggressivi, seducenti e personali. Grand Canyon non tradisce le aspettative.

Di Enrico Cosimi

Grand Canyon articolo

L’ingresso monoaurale, affiancato alla coppia di uscite stereo, tradisce l’originale impostazione chitarristica, ma la natura spesso fake stereo del sono tastieristico permette comunque di utilizzare il processore per sottoporre sintetizzatori e tastiere al trattamento delay & looping offerto. Ci sono tredici comportamenti (dodici tipi di ritardo e un looper) pronti all’uso.

MOTU annuncia Digital Performer 10

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Digital Performer 10  rappresenta un significativo incremento nelle funzioni offerte dalla popolare DAW, con Clip Window per il live trigger e live looping di clip audio e MIDI, Stretch Audio in tecnologia ZTX PRO, VCA Fader, un Content Browser completamente rinnovato, supporto dei plug-in in formato VST3, user’s interface zoomable e scalable, 5Gb di soundbank.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

MOTU-DP10-Hero+Box

La Clip Window può essere usata draggando direttamente file e clip dal Browser all’interno delle celle disponibili; ciascuna clip può essere fatta partire in tempo reale per creare nuovo materiale o per le performance live. Si possono configurare in gruppi diverse clip sotto singolo controllo di innesco.

Elektron Model:Samples 

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

E’ la nuova  Groovebox di dimensioni compatte prodotta da Elektron per offrire una soluzione elegante, leggera e accessibile ai musicisti militanti con tantissimi preset pronti all’uso e un sacco di spazio per i suoni originali creati dal musicista. Tutti i controlli sono a portata di mano.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

elektron

Model:Sample include 300 suoni di alta qualità pronti all’uso (realizzati da Splice) che spaziano dai classici kick, snare e hi-hat a timbriche esotiche molto più particolari. E’ possibile trasferire campioni audio dal PC  impiegare i sound pack appositamente realizzati da esperti; ogni suono è facilmente personalizzabile.

Frap Tools Falistri

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Falistri è un modulo multifunzione che riprende, potenziandole, antiche intuizioni di Serge Tcherepnin e Don Buchla; attraverso l’integrazione di cinque diverse unità operative, l’utente EuroRack non convenzionale potrà accedere a significative funzioni di controllo e audio. Grafica altrettanto non convenzionale, ormai uno standard di Frap Tools (che, per fortuna, non raggiunge la perversione fumettara di taluni, deprecabili, progettisti pre-Champollion) e costruzione robusta sono ormai lo standard di tutti i moduli capitanati da Simone Fabbri. La versatilità delle prestazioni e pari solo alla densità dei controlli e delle connessioni sul pannello frontale.

Di Enrico Cosimi

falistri

In termini sobri, Falistri è principalmente un movement manager multi funzione, cioè un generatore di controllo transiente/ciclico con ampi margini di personalizzazione da parte del musicista. In aggiunta, sono disponibili un doppio frequency divider con sezioni collegate in cascata, uno slew limiter lineare e un moltiplicatore a quattro quadranti per la modulaione bilanciata (gli amici lo chiamano ring modulator).

Eventide Instant Phaser MkII Plug-In

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Lo storico phaser hardware, creato nel lontano 1972, è stato recentemente modellato da Eventide per una nuova giovinezza in formato plug-in mantenendo l’intero carattere sonoro dell’apparecchio originale. Se avete mai ascoltato Kashmir dei Led Zeppelin, sapete di cosa stiamo parlando…

Ancora più interessante scoprire che il plug-in è disponibile, per un limitato periodo di tempo, al prezzo introduttivo di 37 dollari.

Di Enrico Cosimi

InstantPhaser-Web

L’operazione non è stata facile; come afferma Anthony Agnello, Eventide Resident Fossil, “una dettagliata simulazione digitale di un componente digitale è precisa. I componenti nel mondo reale non lo sono. Un capacitor da 0.1 uF può essere scritto con righe di codiche che comportano esattamente lo stesso comportamento, ma un capacito “vero” da 0.1 uF può alterare il proprio valore rimanendo vicino a quello nominale senza mai produrre esattaente lo stesso risultato. Abbiamo scoperto che l’imprecisione del valore nel componente analogico è la chiave del carattere timbrico dell’Instant Phaser. La sfida è stata scrivere codice in grado di catturare la stessa imprecisione”.

ga('send', 'pageview');