Apogee Groove

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, no-categoria, Recording

Quando si vuole far uscire audio da un laptop, per piacere personale o per professione, di solito iniziano i guai. La qualità nativa delle porte audio built-in è spesso allineata sullo standard 44.1 kHz/16 bit che risale – è meglio ricordarlo – agli Anni 80 dello scorso secolo. Per questo motivo, esiste una serie pressochè sterminata di hardware dedicate alla gestione professionale multivia; in questo comparto, il marchio Apogee non ha certo bisogno di presentazioni.

Di Enrico Cosimi

Groove

Se il mondo professionale e quello prosumer hanno di che saziarsi con facilità, diverso è il discorso relativo alla gestione di alta qualità per l’audio inteso come godimento dello spirito. Ancora una volta, Apogee può venire in nostro soccorso con la piccola, divertentissima, interfaccia Apogee Groove.

Arturia V Collection 5

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Con cinque nuovi strumenti software e update sostanziali ai precedenti dodici, la V Collection 5 è il più grande risultato ottenuto dalla casa francese in termini di quantità e qualità delle emulazioni di synth (e non solo): ora la V Collection 5 mette a disposizione un totale di 9 sintetizzatori che hanno fatto la storia di questo strumento (7 analogici e 2 digitali), 3 organi, 2 piani elettrici, 1 string machine e 1 nuovo straordinario pianoforte. Con nuove interfacce grafiche che consentono una risoluzione fino a 4K e un importante upgrade del motore audio, si tratta di una raccolta imperdibile per ogni tastierista e producer.

A cura della  Redazione di Audio Central Magazine

unnamed

La V Collection 5 include ora un totale di 17 instruments, dei quali 5 completamente nuovi: Synclavier V, B-3 V (Hammond), Stage-73 V (Rhodes), Farfisa V e Piano V, realizzato con sintesi a modelli fisici per ricreare alla perfezione un pianoforte acustico.

Moog Music rimette in commercio il Minimoog Model D

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Gear

Ci sono personaggi fenomenali che, alle fiere, in barba alle più stringenti regole di undisclosure richieste dai costruttori – che, magari, poco prima hanno fatto firmare a tutti un accordo di non divulgazione… – si mettono tomi tomi cacchi cacchi col proprio iPad a documentare in anteprima delle anteprime l’oggetto segretissimo che hanno davanti. Certe volte, ad esempio, in occasione dell’ultimo Factory Tour Arturia, il Candido di turno è stato placcato appena in tempo da un addetto stampa con i riflessi sufficientemente pronti. Ora, è la volta di un nuovo Candido che – a discapito delle precauzioni prese da tutti – ha pensato bene di instagrammare la notizia delle notizie… prima che fosse permesso. Ormai, il danno è fatto e, con il beneplacito della Casa Madre, pubblichiamo una serie di notizie preliminari sulla nuova produzione del Minimoog Model D. Il monofonico più desiderato dello scorso millennio.

Di Enrico -gentleman’s agreement- Cosimi

Ci vorranno ancora diverse settimane prima che tutte le informazioni in nostro possesso siano liberate dalla non divulgazione; nel frattempo, la stampa internazionale ha avuto il permesso di pubblicare queste notizie…

Hanno chiuso il DalVerme…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

L’immagine che apre questo articolo è, inequivocabilmente, presa da Google Maps e – altrettanto inequivocabilmente – dietro all’albero, si vede una serranda abbassata. Quella serranda è del DalVerme, uno dei posti dove, da diversi anni, più è attiva la scena elettronica (e non solo) romana. Il locale, piccolo, per certi versi scomodo, ha ospitato i fermenti più interessanti del suono elettronico di questo periodo. Da qualche settimana, il DalVerme è stato chiuso d’impulso dall’autorità costituita, senza che si capisse bene il motivo di tale decisione. Abbiamo deciso di chiedere informazioni direttamente a Toni Cutrone, una dei referenti nel DalVerme, che – per certi versi – ha chiarito quanto sia poco chiara la situazione stessa. Speriamo di saperne presto qualcosa in più; qui, di seguito, l’intervista con Antonio.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2016-05-17 alle 16.35.49

Il DalVerme è uno dei posti storici romani dove si suona elettronico (e non solo) nella più totale libertà espressiva; vuoi raccontarci come è nata questa realtà?
Il DalVerme prende vita come idea nel 2008: il bisogno di avere uno spazio dove organizzare concerti senza stress e nervosismi e casini tipici da locale, fuori dalle solite dinamiche di denaro ed incassi, e concentrati sulla qualità della proposta, per quanto ostica o estrema o non facilissima! Suoniamo ed organizziamo eventi a Roma da ben più di un decennio e abbiamo sempre cercato di portare ciò che ci piace (e che altrimenti  non arriverebbe) qui in Città.
Realtà che scopriamo andando in tour, o che scoviamo nei meandri di internet: un quartier generale per la sperimentazione a tutto tondo e per la scena musica DIY, oltre ogni genere. Si parla di attitudine principalmente. In più, siamo grandi appassionati del bere bene: infatti il DalVerme è conosciuto, oltre che per la programmazione, per il suo fantastico bar (tra birre di piccoli produttori, vini naturali e cocktail “marziani”), considerato parte effettiva della proposta culturale al fianco di quella musicale.

Dalla TV analogica a quella digitale – Seminario gratuito

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Events

Dalla TV analogica a quella digitale: la storia e la tecnologia del futuro nella generazione e riproduzioni di immagini televisive. Seminario sponsorizzato; 17 Maggio 11:30 
Dipartimendo di Ingegneria Eletteronica In collaborazione con la RAI.

A cura della Redazione di Audio Central Magazin

unnamed

Il seminario partirà dalla esposizione dei concetti di base sui segnali Segnali analogici e dalla descrizione del funzionamento del tubo catodico come origine della evoluzione tecnologica nella riproduzione delle immagini fisse o in movimento. Si passerà quindi a definire il Rapporto di aspetto e la Risoluzione. Verranno introdotti i segnali digitali e le modalità di conversione dei segnali analogici in formato digitale (A/D).

XILS 3 LE V2.0: un piccolo mostriciattolo con cui divertirsi

Written by Jacopo Mordenti on . Posted in Software

Qui su Audio Central Magazine si è più volte parlato dei prodotti sviluppati da XILS Lab. Oggi tiene banco il piccolo XILS 3 LE V2.0, oggetto tempo addietro di una campagna promozionale che mi ha permesso con pochi, pochissimi euro di mettere le mani su uno dei più divertenti sintetizzatori semimodulari in cui mi sia capitato di imbattermi.

Di Jacopo Mordenti

xils 1 def

Ispirato concettualmente e visivamente a due chicche d’altri tempi come VCS3 e AKS Synthi, in termini di generazione il mostriciattolo di XILS porta in dote tutti i pro e i contro di un’architettura di sintesi semimodulare. Il routing del segnale, stante la matrice di modulazione a pin e un gustoso step sequencer, è evidentemente più flessibile rispetto alla tipica architettura blindata VCO > VCF > VCA, il che – sommato alla presenza di moduli relativamente poco convenzionali: si prenda quel riverbero, per dire – consente un’ampia gamma di risultati sonori, anche atipici. Di contro – benvenuto, Monsieur Lapalisse! – con XILS non si ha la libertà di un sistema di sintesi modulare: esaurite le risorse a disposizione – ampie ma non sterminate, soprattutto ragionando di filtraggio – si è costretti a dichiarare conclusa la festa.

ARREL Audio ER-100 Summing Mixer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il mondo Euro Rack è bello perchè è variato. Nella quantità sempre crescente di produttori che sfornano apparecchiature in formato E.R., ARREL Audio è un nome recente, ma al suo interno si cela una sapienza consolidata da decenni di rigorose realizzazioni nel campo dell’audio professionale. Livio Argentini (il guru delle consolle analogiche italiane) e Marco Re (la mente pensante dietro il MasterSuono di Ingegneria/Tor Vergata, nonchè passionale percussionista) hanno unito le loro forze per fornire materiale di prima qualità, tanto in formato rack standard – prima – quanto in API 500 – dopo – e, ora, in formato Euro Rack. La prima entry è il sommatore 8:2 ER-100 Euro Rack 8 Channel Stereo Transformer Balanced Out Summing Mixer. Scusate se è poco.

Di Enrico Cosimi

Schermata 05-2457513 alle 15.04.38

L’apparecchio, che abbiamo avuto modo di testare in una versione prototipale definitiva, anticipo della prossima produzione, è largo 28 HP e, nella versione definitiva, sarà skiff friendly, con una profondità sufficientemente contenuta per le tolleranze (4 centimetri) dei ridotti cabinet a basso profilo; non ha bisogno di alimentazione a +5 Volt, succhiando energia solo dai due rami +12 e -12 Volt. La banda passante dichiarata è pari a 5 – 40.000 Hz +/-1dB, con una distorsione armonica inferiore allo 0.005%. Insomma, non le classiche prestazioni da modulare andante…

Il patrocinio dell’IMSTA per il Torino Synth Meeting

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Events

Riceviamo e pubblichiamo con grande piacere.

Dopo il patrocinio del Comune di Torino e del DAMS, è ora la volta di un’importante associazione internazionale che ha voluto attestare in questo modo la sua adesione e il sostegno al Torino Synth Meeting: la International Music Software Trade Association (IMSTA).

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 05-2457513 alle 08.14.13

Con questo accordo, il presidente di IMSTA Ray Williams e il responsabile per l’Italia Andrea Pozzi, hanno voluto conferire un importante riconoscimento al TSM, in considerazione soprattutto dell’apertura di questa edizione 2016 all’ambito software con la presenza di marchi di prestigio come Ableton, Arturia, u-he e Softube.

Kinetik Laboratories PROTEAN Motion Texture Source

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Come già detto in più occasioni, il kinetik duo composto da Claudio Granzieri e Andrea Reali rappresenta una tra le più preziose risorse di tecnologia timbrica applicata alla performance e alla costruzione sonora non banale presenti nel panorama europeo. Attivi da tempo, apprezzati performer e produttori di hardware dedicato, fornitori della real casa che ospita la crema dei musicisti estremi (droners e noise makers in primis), questa volta ci deliziano con un apparecchio dedicato alla facile generazione di motion textures, cioè di magma sonoro micro/iper modulato che può essere usato nudo e crudo o processato con trattamenti esterni. PROTEAN, questo il nome dell’apparecchio, può diventare la pietra angolare della vostra costruzione drone. A patto di avere sufficiente coraggio.

Di Enrico Cosimi

Protean

L’’apparecchio ospita tre diverse sezioni di generazione timbrica, con implementazione a pannello dei parametri di esecuzione e controllo; ciascuna sezione sfrutta un’uscita audio separata, ma è possibile sommare internamente i tre segnali per semplificare le connessioni.

PAR TIBI, ROMA, NIHIL

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Dal 24 Giugno al 27 Novembre, la Città Eterna vedrà un’irresistibile contaminazione tra spazio archeologico imperiale e arte contemporanea. Nello specifico, sarà possibile assistere alle sempre preziose performance di Alvin Curran e, separatamente, Sabina Meyer con Elio Martusciello. Sono due occasioni da non perdere.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

curran

L’impegnativa manifestazione, PAR TIBI, ROMA, NIHIL. Patrimonio storico e creazione contemporanea, messa in essere grazie agli sforzi congiunti del Ministereo dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con la Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma, con – ancora – il Roma Europa Festival 2016, insieme a Electa e alla Nomas Foundation (pant pant pant…) interesserà aree di planetario prestigio: Colosseo, Crypta Balbi, Palatino, Palazzo Altemps, Terme di Diocleziano, Villa Borghese, Villa Farnesina, Villa Medici.

Di seguito, tralasciando il ghiotto programma generale – cui comunque vi rimandiamo – segnaliamo gli appuntamenti “musicali”.