Analog Heat mk II

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

La nuova versione della Analog Heat permette di aggiungere maggiore brillantezza o rendere più grezzo il suono di drum machine, campionatori, synth, master bus, o qualsiasi sorgente sonora facendolo passare attraverso gli otto differenti circuiti analogici di distorsione stereo, aggiungi il filtro analogico stereo e l’EQ.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

analog heat II

La tecnologia Overbridge di Elektron combina la praticità del computer e le potenti funzionalità di generazione sonora analogica di Analog Heat MKII, in un plugin VST/AU che si integra perfettamente all’interno della DAW.

ER-130 MID SIDE UNIT EURORACK A CONTROLLO MANUALE E CV

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

La nuova unità ARREL AUDIO ER-130 è una MID-SIDE unit controllata in tensione e manualmente che consente di controllare la immagine stereo. Nell’ER-130 sono implementate entrambe le matrici di codifica e decodifica. La variazione della immagine stereo, ottenuta mediante la inserzione di un guadagno sul segnale SIDE, può essere effettuata sia manualmente mediante una manopola di grandi dimensioni ma anche mediante una tensione di controllo esterna (ingresso C.V.). L’ unita è dotata di filtro passa alto a banda regolabile sul canale di SIDE. ER-130 è dotata anche di una sezione di insert su MID e SIDE e di un comando ON-OFF corrispondente ad un TRUE-BYPASS;  un display a led bar consente di valutare l’ampiezza dell’immagine stereo e da un peak detector che  avvisa l’operatore che sta iniziando a lavorare a livelli troppo alti.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

er 130

ER-130 è una unità estremamente versatile non solo per la possibilità di controllare la immagine stereo, ma anche perche è dotata di due sezioni di insert sul canale MID e  sul canale SIDE. Il musicista può così connettere a questi insert dei moduli controllati in tensione (filtri, compressori ed altro) che consentono di esplorare interessanti di spazializzazione dipendenti dalle tensioni di controllo che controllano gli apparati posti in insert su MID e SIDE channel.

Genelec annuncia i nuovi monitor SPL

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Due nuovi modelli S360 e 7382 subwoofer si aggiungono alla linea del prestigioso marchio finlandese; ideali per applicazioni professionali che richiedano parecchia potenza e ascolto a distanza, per gli studi di post produzione immersivi, per il mixaggio cinematografico o per la produzione musicale EDM con o senza contesto di live playing.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

S360_7382_GLM_3

Il modello S360 è dotato di woofer da 10” Genelec Master Series; il tweeter da 1.7” in titanio è integrato nel sistema waveguide DCW; la SPL raggiunta è pari a 118 dB, con picchi più elevati, la qualità lineare di ascolto è garantita anche a 10 metri di distanza con assenza di colorazione in un’escursione di 95° e 75° sugli assi orizzontale e verticale.  Può essere montata in-wall o on-wall a discrezione; alternativamente, in modo free-standing, può sfruttare la Iso-Plate che disaccoppia completamente il trasferimento energetico dalla sua base di appoggio. E’ garantita la completa integrazione con il sistema Genelec GLM di configurazione, calibrazione e controllo (fino a 40 canali).

Mode Machines SEQ12 Analog And MIDI Sequencer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

SEQ12  è un sequencer a matrice con dodici tracce  organizzate in 16 colonne hardware verticali. Ciascuna traccia può essere assegnata liberamente a una delle tre porte MIDI Out disponibili (MIDI 1, 2 e 3) per garantire la tenuta ottimale del timing e della distribuzione eventi lungo la limitata banda MIDI.

di Enrico Cosimi

mode

Le tracce possono lavorare in modo Mono (con solo una nota per ciascuno step, con velocity e note length più tre controller CC addizionali); Poly (più note sul singolo step, con gate length e key velocity); Drum (ottimizzazione per la gestione di pattern ritmici sulla matrice di led a pannello – in questo caso, la matrice a 12 linee diventa un blocco di dodici subtrack contenute all’interno della singola traccia “ufficiale” di assegnazione).

Arrel Audio ST-502 Monitor Controller

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

L’unità ARREL AUDIO ST-502 è un monitor controller completamente analogico caratterizzato da un altissimo livello di fedeltà audio adatto per studi di registrazione che richiedano il massimo delle performance audio. La circuiteria analogica è basata su componenti elettronici passivi e attivi di elevatissime performance al fine di garantire il massimo della qualità audio. Tutte le commutazioni vengono effettuate su linee bilanciate e sono asservite a relè di altissima qualità che garantiscono commutazioni esenti da qualunque imperfezione. Tutte le commutazioni sono controllate da circuiti logici.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Arrel

L’ ST-502 Monitor Controller è caratterizzato dalla possibilità di selezionare 3 ingressi (INPUT: AUX, DAC e MIX) e di commutarli su tre diversi sistemi di altoparlanti (OUTPUT: 1, 2, 3). La selezione della sorgente e del sistema di monitoraggio avviene mediante pulsanti illuminati basculanti.

ASMOC 04 – Cronaca del mondo parallelo

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Si è conclusa, ieri, la tredicesima edizione di Acusmatiq, preziosa manifestazione di musiche possibili che – grazie alla direzione artistica di Paolo Bragaglia, la responsabilità Arci di Michele Cantarini e il coordinamento tecnico/scientifico di Leonardo Gabrielli – ha definitivamente proiettato la Mole Vanvitelliana di Ancona nella galassia degli ascolti consapevoli. All’interno di un cartellone sempre stimolante, da quattro anni trova posto ASMOC cioè Acusmatiq Soundmachines Modular Circus, il circo modulare voluto da Paolo Bragaglia Davide Mancini per sfidare la sorte, la forza di gravita e l’entropia riunendo tredici modularisti tredici in una performance ogni anno più imponente.

Di Enrico Cosimi

logo ASMOC

In attesa di documentazione grafica – statica e dinamica – di maggior qualità (prodotta dall’organizzazione), vi forniamo un primo assaggio (a colpi di smartphone) di quello che c’era, di cosa è stato fatto, di come è andata a finire l’avventura della quarta carovana modulare.

Arturia DrumBrute Impact

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Prima o poi, doveva accadere. La DrumBrute Arturia è stato un vero e proprio blast commerciale, che ha riscritto diverse regole nel rapporto Q/P delle analog drum machine e ha offerto, ad un prezzo abbordabile, uno step sequencer flessibile con estese funzioni di polimetria e interazione realtime. Oggi, viene sciolto l’embargo per la versione più piccola, ancora più economica, con timbriche analogiche alternative e identiche funzioni di sequencing/realtime performance. Il suo nome è DrumBrute Impact.

Di Enrico Cosimi

DB Impact front

La nuova apparecchiatura, più piccola del modello precedente, alloggiata in un cabinet in plastica, offre dieci timbriche analogiche programmabili da pannello frontale; come nel precedente modello, non sono previsti control change per l’automazione dei parametri di suono, mentre rimangono invariate le funzioni di sequencer con caricamento step, realtime e performance stepper/roller/looper. Allo stesso modo, rimangono invariate le efficaci funzioni di polimetria messe a punto col modello precedente.

Avantone CLA-10

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Inutili snobismi a parte, le venerande Yamaha NS-10M Pro hanno lasciato un vuoto nel modus operandi del produttore elettronico degli Anni 90 e dei decenni successivi; la loro configurazione passiva, concentrata sull’offerta di una prestazione genericamente affidabile si è dimostrata un grande classico della verifica di mixaggio, garantendo un controllo sulla comprensibilità che andava a tutto vantaggio della veicolabilità del proprio prodotto.

Di Enrico Cosimi

avantone 2

Da questo punto di vista, l’errore più grande che si potesse fare era di considerare le archetipali casse Yamaha come il riferimento per migliorare il mixaggio, invece che lavorarci come il sistema di medie prestazioni all’interno delle quali il mixaggio poteva dirsi sicuro nei diversi contesti. Ora, dopo un lungo periodo di vacanza, Avantone offre il modello CLA-10, timbricamente e strutturalmente compatibili con le performance dei monitor originali.

Kenton MIDI Thru 12

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Kenton rimane uno dei pochi, eroici, produttori di hardware MIDI dedicato alla soluzione di problemi grandi e piccoli: tutti quegli interrogativi che affliggono quotidianamente il musicista hardware based dell’epoca MIDI (come distribuire i propri segnali, come gestire sync analogici versus sync digitali, come fare a meno di uno hub attivato, eccetera) trovano risposta nel catalogo Kenton. Oggi, il produttore britannico presenta la thru box 12 – la sigla indica il numero delle porte – dedicata, appunto, alla distribuzione dei dati MIDI in un network di macchine hardware.

Di EnricoCosimi

Thru12-top-72ppi

Una thru box è una scatola di derivazione, simile – per certi versi – alla ciabatta di corrente, che riceve il flusso di dati MIDI dal computer, o dal sequencer, o dalla master keyboard, e lo rende simultaneamente disponibile a due, quattro, otto, dodici, sedici o venticinque porte parallele tra loro. In questo modo, si evita la connessione in catena out-thru, out-thru che deforma i dati rendendone difficile la gestione in perfetta coerenza ritmica e tutte le apparecchiature collegate alla thru box hardware ricevono copia dei dati MIDI con la stessa generazione. Detto in maniera più semplice: se avete più di tre apparecchiature MIDI collegate in thru, dovete usare una thru box hardware per ottimizzare il funzionamento del vostro sistema. Punto.

Doepfer Dark Energy III

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

La terza incarnazione del potente, piccolo, monofonico semi-modulare analogico ha rinfrescato ancora una volta le prestazioni di tutto rispetto del design originale Dark Energy.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2018-07-04 alle 19.52.09

Presentato alla NAMM, e confermato al SuperBooth 2018 di Berlino, il DEIII rigenera le intuizioni del primo modello introdotto quasi dieci anni orsono, con la stessa costruzione robusta metallo/legno, lo stesso percorso audio full analog e la stessa – efficace – implementazione MIDI/USB/CV di grande funzionalità.

ga('send', 'pageview');