Posts Tagged ‘korg’

Korg Gadget – uno sguardo da vicino – terza parte

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Software

Ben ritrovati. Dopo aver esplorato le potenzialità di Gadget in ambito drum machines nella seconda puntata ()

ci accingiamo, in questo terzo appuntamento, a parlare dei gadgets orientati alle timbriche di synth bass.

Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

 

Prima di partire, una piccola precisazione: fatto salvo i gadget orientati alle timbriche di drum machines visionati la volta scorsa, non è giusto a mio avviso classificare rigidamente ciascun mini synth confinandolo alla generazione di una ben determinata categoria di timbriche. Con questo voglio dire che, a mio avviso, un gadget particolarmente adatto a timbriche di basso può essere utilizzato con successo per generare timbri di altra natura e il risultato, credetemi, è davvero convincente. Tuttavia, per esigenze di spazio e per non rischiare di conferire carattere enciclopedico a questo nostro percorso insieme, affronteremo ed analizzeremo ciascun mini synth dal punto di vistica della categoria di timbriche per le quali esso è stato concepito e proposto da mamma Korg.

Korg Gadget – uno sguardo da vicino – seconda parte

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Recording, Software

Riprendiamo senza indugio la nostra passeggiata all’interno dei meandri di Korg Gadget. Segnalo, per coloro che si fossero persi la prima puntata, il link ad essa invitando altresì alla lettura preventiva prima di procedere oltre.

Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

Ci avviciniamo alla parte più ghiotta, la rassegna stampa relativa alle prerogative di ciascun gadget. Dato che però non vorrei replicare il manuale, mi piacerebbe provare a conferire un pizzico di originalità alla chiacchierata provando a raggruppare i gadget presentati in ogni puntata (massimo tre o quattro dato che tempo e spazio in tal caso non sono concetti relativi) per “area tematica”.

KORG Gadget for iPad – qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Lo si è visto velocemente al NAMM, probabilmente scintillerà in questa edizione MusikMesse 2014; intanto, ammassiamo qualche informazione utile per le future navigazioni… Stiamo parlando di KORG Gadget for iPad.

Di Enrico Cosimi

Schermata 03-2456723 alle 13.17.30

Sono 15 differenti sintetizzatori e drum machine, denominati gadgets, che possono essere liberamente combinati tra loro per comporre, eseguire ed esibirsi in assoluta libertà; il tutto, all’interno dell’omnipresente iPad.

Novità analogiche da KORG

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Sarà stato il successo del modello MS-20mini, e prima ancora, quello delle piccole Volca, ma in casa KORG sembrano lanciati in maniera inarrestabile sulla strada del ripescaggio analogico. Checchè se ne dica, il mercato sta premiando il marchio nipponico e orde di musicisti nostalgici, produttori elettronici e generazioni di programmatori potranno giovarsi del piacevole ritorno al futuro targato Keio Organ. 

di Enrico Cosimi

Schermata 02-2456707 alle 11.10.16

E’ anticipazione di questi giorni: oltre alla disponibilità, numericamente contingentata, del KORG MS-20 full size in scatola di montaggio, pare anche confermata l’acquisizione del vecchio progetto ARP ODYSSEY, per l’occasione rivitalizzato da KORG e messo sulla rampa di lancio nel 2014. Andiamo per ordine.

KORG M01D per Nintendo

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

La KORG M1 ha segnato, insieme alla Roland D50, il suono di transizione dagli Anni 80 agli Anni 90. La sua struttura ROMpler, con un corredo di parametri analogici a doppia linea di generazione permetteva velocemente il raggiungimento di timbriche affascinanti e inequivocabili per sapore.  Oggi, KORG offre al resto del mondo (in Giappone, era disponibile da almeno 4 anni) una versione del motore di sintesi appositamente configurata per lavorare su Nintendo DS.

Di Enrico Cosimi

KORG-M01D-w-3DS_ueda01

Se volte giocare a suonare in giro per il mondo, potreste caricare la nuova M01D rubando poi la piattaforma al nipotino pestifero…

Prestazioni da music workstation, basate sul motore M1 del 1988, con polifonia a 24 note e più di 300 timbri residenti pronti all’uso.

KORG KR mini

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Per gli estimatori KORG, la sigla KR (e, ancora di più, KPR) riporta alla mente un intero albero genealogico di batterie elettroniche realizzate con le diverse tecnologie disponibili all’epoca: “semplici” suoni analogici, interazione tra analog e limitato playback PCM, progressivo arricchimento timbrico e funzionale con le nuove tecnologie. Oggi, KORG rimette su strada la sigla KR per presentare il modello KR mini, dedicato ad un’utenza no-frills, per la produzione di semplici ritmiche d’accompagnamento.

Di Enrico Cosimi

Schermata 09-2456541 alle 11.16.20

Probabilmente, anche per questo apparecchio (appena annunciato) si scatenerà la tempesta delle modifiche aftertmarket, in modo da fornire quelle due o tre caratteristiche irrinunciabili per un’utenza professionale (indovineremo insieme quali). Per ora, passiamo in rassegna le prime informazioni reperibili.

KORG Volca Keys – Primo approccio

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Continuiamo con la nostra progressione all’interno della Volca Series: (finalmente) ci avviciniamo alla fine, affrontando il terzo e ultimo modello, Volca Keys, dedicato alla generazione timbrica di sint plurioscillatore e pattern sequencer incorporato. Come al solito, KORG ha costellato l’apparecchio di soluzioni interessanti e, in maniera diabolicamente sapiente, è riuscita a non sovrapporre le funzionalità di Beat, Bass e Keys. Risultato: (potendo) occorre comprarli tutti e tre…

Di Enrico Cosimi

Volca Keys Angled

Inutile perdere tempo a ripetere quanto già affermato per le due altre macchinette: costruzione, connettività e predisposizione al sync in/out sono identiche a quelle già viste per la Beat e la Bass. Anche il sistema di amplificazione incorporato deve essere considerato più un riferimento per la programmazione veloce che un vero meccanismo di monitoraggio, specie se si lavora alle basse frequenze. 😉

KORG Volca Bass – In azione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

La scorsa volta, abbiamo passato in rassegna le caratteristiche operative della piccola KORG Volca Bass, più che una bass station, forse meno di un sint full fledged… comunque la si voglia considerare, un apparecchio che (specie per il suo rapporto Q/P) è destinato a non passare inosservato.  Ora, è il momento di ascoltare qualcosa e di ragionare su altre caratteristiche “collaterali”.

Di Enrico Cosimi

IMG_3353

Come è facile immaginare, l’insieme è superiore alle singole parti e – fatta salva la validità della Volca Bass – quando si mettono insieme Bass & Beat, le cose iniziano a marciare molto più velocemente. Ma…

KORG Volca Bass – Primo approccio

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Il secondo apparecchio della famiglia Volca è il modello Volca Bass, dedicato alla realizzazione di comportamenti bassline groovebox con qualcosa in più rispetto alle apparecchiature concorrenti. Come è facile percepire, già dalla prima occhiata, all’impostazione “di famiglia” Volca si unisce anche quanto accumulato nelle precenti realizzazioni Electribe; ancora una volta, è disponibile il pannello comandi dedicato alle funzioni più immediate e, ancora una volta, la striscia dei 16 step svolge il doppio compito della programmazione ritmico/timbrica e dell’accesso ai parametri ridondanti.

Di Enrico Cosimi

korgvolcabassfront

La famiglia Volca, per chi si fosse messo in contatto solo ora, è composta da tre apparecchietti denominati Drums, Bass e Keys, che svolgono rispettivamente i compiti cui i nomi alludono; in precedenza, ci siamo occupati approfonditamente della Volca Drums ed ora – come è giusto che sia – continueremo nella sezione ritmica affrontando la Volca Bass (che, a differenza di una Bassline normale, può smistare i suoi tre oscillatori su altrettante sequenze parallele da 16 step…).

KORG Volca Beats – Terza parte: la sincronizzazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Come ogni apparecchio MIDI che si rispetti, Volca Beats può essere posta sotto controllo di un real time MIDI Clock ricevuto alla provvidenziale porta MIDI In presente sul pannello frontale.

Di Enrico Cosimi

IMG_3345

Ricordiamo, per chi si fosse messo in contatto solo ora e avesse perduto le due puntate precedenti, che l’implementazione MIDI dell’apparecchio prevede: la possibilità di controllare via Nota On/Off l’esecuzione delle dieci timbriche residenti; la possibilità di automatizzare tutti i parametri di pannello e, finalmente, la possibilità di regolare velocità di esecuzione per i pattern interni e rispetto dei comandi di Run/Stop.

Non rimane che capire come reagisce Volca Beats alle sollecitazioni del mondo esterno.