CUBASE 7 – Uno sguardo alle novità ed un giretto di prova

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Recording, Software

Dicembre 2012, giusto in tempo per Natale, esce Cubase 7, la tanto attesa nuova versione della popolare DAW di casa Steinberg che tanto ha dato a musicisti di tutto il mondo e tanto ha ancora da dare. C’è da dire che Cubase è come l’aglio: o piace da morire o risulta pesante… Ci sono legioni di musicisti (ed io ne conosco uno) che utlizzano professionalmente questa DAW dalla prima versione uscita su Atari ST e non la cambierebbero neanche se minacciati di sedia elettrica, come pure schiere altrettanto gremite di altrettanto affermati professionisti che diventano verdi al solo pensiero di pronunciare il nome (ed io ne conosco più di uno).

di Antonio Antetomaso

FIGURA1

Personalmente l’ho sempre ritenuto un ottimo prodotto e si può dire che, fatta eccezione per una breve parentesi con il Cakewalk su Windows 98 e la mia gloriosa Roland E-66, ho iniziato a produrre seriamente musica con il computer utilizzando proprio questo software e precisamente la versione SX2, innamorandomi delle possibilità offerte dai plugin VST che allora iniziavano ad affacciarsi con tutte e due le braccia nel mercato musicale professionale.

Propellerheads Reason 7: nuove funzionalità annunciate

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

A furor di popolo, Reason 7 rinuncia alla sua storica chiusura verso il mondo esterno e, dopo aver incluso le capacità di acquisizione audio sotto forma di campionamento real time, permette ora la gestione di qualsiasi hardware esterno attraverso i moduli di MIDI Out.

Di Enrico Cosimi

reason 7 eq

In questo modo, viene a cadere lo storico muro che vedeva il programma svedese come una sorta di isola felice lontana dal resto del mondo; ora, Reason 7 può sfruttare le potentissime risorse interne, ma può anche essere usato per controllare (e, magari, successivamente acquisire) tutto l’hardware di questo mondo, purchè abilitato a ricevere codici MIDI (in maniera nativa o attraverso interfaccia dedicata).

Apogee Quartet

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Il marchio Apogee non ha ovviamente bisogno di presentazioni; per quanto concentrato sulla piattaforma Mac, escludendo quindi l’ampio bacino di utenza PC, i prodotti californiani hanno da sempre concentrato prestazioni, qualità timbrica e affidabilità nei loro driver. Il modello Quartet, multichannel audio interface, non sfugge a questa regola.

Schermata 02-2456342 alle 13.04.04

Di Enrico Cosimi

Quartet è un’interfaccia hardware (molto hardware: se vi cade su un piede, ve ne ricorderete a lungo…) che può lavorare per Mac e per iPad offrendo transito audio multivia attraverso connessioni USB. Il sistema offre quattro ingressi e otto uscite simultanee, con conversione AD/DA realizzate a 24 bit / 192 kHz.

Presonus Eris Series Reference Monitor

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Da sempre attiva nel campo delle interfacce audio e dei mixer digitali, Presonus ha significativamente allargato il proprio range operativo con l’introduzione – tra gli altri – dei due nuovi modelli Eris E5 e E8 Monitor, appositamente studiati per coniugare ingombro contenuto e prestazioni di riferimento.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 02-2456336 alle 12.28.29

Il funzionamento della biamplificazione è in Classe A/B e i trasduttori in Kevlar e seta sono spremuti per tirare fuori il massimo della performance possibile. Due i tagli disponibili, con woofer da 5 o da 8 pollici, ovviamente più adatto alla naturale resa delle basse frequenze.

Yamaha Mobile Music Sequencer per iPad

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Disponibile ad un prezzo speciale fino alla fine di Febbraio 2013, il Mobile Music Sequencer rappresenta solo l’ultimo esempio dei forti cambiamenti di filosofia che pervadono le logiche Yamaha (ottimizzazione dei target commerciali professionali, semi pro, consumer, valorizzazione dell’interazione tra uomo e macchina…).

Di Enrico Cosimi

yamaha 1

Il nuovo Music Sequencer permette di gestire e combinare pattern e frasi musicali con un rapido approccio grafico che può poi confluire naturalmente nella struttura seria Cubase by Steinberg.

L’imbuto e la cornucopia (seconda parte)

Written by Jacopo Mordenti on . Posted in Recording, Tutorial

Passiamo dall’universale al particulare: per scompaginare le carte del routing del segnale ci appoggiamo alla combinazione fra 1616m di E-MU e Cubase LE di Steinberg. La prima, ancorché fuori produzione, è una scheda audio che si fa forte non solo e non tanto di un nutrito parco di input e output, quanto soprattutto di un programma di controllo piuttosto flessibile: Patchmix DSP, un vero e proprio mixer virtuale modulare.

Di Jacopo Mordenti

emu_1616M_main

 

Il secondo, ancorché privo di molte features dei fratelli maggiori, risulta essere a tutt’oggi una DAW completa e capace di lavorare agevolmente su più bus di uscita (fino a 4, per l’esattezza).

L’imbuto e la cornucopia (prima parte)

Written by Jacopo Mordenti on . Posted in Recording, Software

Complice probabilmente la proverbiale leggerezza dei menù delle feste, mi capita in questi giorni di fare un sogno ricorrente: mi trovo nel mio home studio e vorrei tanto registrare qualcosa, ma quando mi avvicino alla mia DAW tutto quello che trovo è… un imbuto.

Di Jacopo Mordenti

mbuto

Sissignori: un imbuto, dove tutto confluisce e nulla fuoriesce. Una gabbia dorata straripante di tracce, di virtual instruments, di effetti: possibile che non ci sia modo di scardinarla? Possibile che non ci sia modo di trasformare l’imbuto in una cornucopia?

Lindell Audio 7X-500 FET compressor (english version)

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Recording

For a number of reasons, the API 500 spec set has become a de facto standard in the big world of professional audio. Thanks to the VPR Alliance program, every firm can realize modules compliant with this technology. The big advantage for audio engineers is that everyone can build his own preferred audio processing system by mixing and matching modules according his own specific needs and preferences.

by Emiliano Girolami

The trend is now so clear that every audio pro device maker has released an API 500 compatible module set.

FOTO1 7X-500 front

Recently a new contender has entered the crowd. Lindell Audio is a company founded by a sweden sound engineer, Tobias Lindell. The man is a mix engineer and producer and has worked with many famous artists and bands (chech   HYPERLINK “http://www.bohussound.com/”www.bohussound.com for details).

… anche i falsi microfoni Shure!

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Negli ultimi anni l’introduzione di prodotti contraffatti in tutta l’Unione Europea ed in Italia in particolare ha avuto un fortissimo incremento. All’inizio il fenomeno era circoscritto prevalentemente ai generi di lusso, mentre ultimamente interessa quasi tutti i settori della produzione e del consumo.

a cura della Redazione di Audio Central Magazine

SM58
L’imitazione fraudolenta di un prodotto provoca fenomeni di concorrenza sleale e produce un gravissimo danno allo sviluppo della ricerca ed alla capacità di invenzione e di innovazione, ma soprattutto determina un inganno ai danni dei consumatori perché viene impedito loro di  avvalersi dei benefici e della qualità che sono associati al prodotto  originale.

Lindell Audio Compressor 7X-500

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Recording

Le specifiche API 500, per una serie di ragioni, rappresentano uno standard dell’audio professionale.  Grazie al programma VPR Alliance, tutti i costruttori possono realizzare moduli compatibili con questa tecnologia. Il tutto per la felicità dei sound engineer che, in questo modo, riescono a costruire (gradualmente) la catena audio che più si addice alle proprie necessità.

di Emiliano Girolami

FOTO1 7X-500 front

 

Il trend è ormai chiaro e tutti i marchi più famosi hanno una linea compatibile con la serie 500.