Apple Logic Pro X: qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Dopo aver tenuto in sospeso mezzo mondo, finalmente Apple ha deciso di sollevare la cortina sul suo programma Logic, ovvero sulla versione Pro X che rappresenta il tanto atteso aggiornamento Audio/Video/MIDI. Nell’attesa di poter mettere le mani sul prodotto, riportiamo le caratteristiche elencate nel sito della Casa madre.

Di Enrico Cosimi

Schermata 07-2456490 alle 19.01.19

Come per iMovie e Final Cut, anche Logic – che piaccia o meno – ha subito un pesante restyling grafico per uniformarne finestre e comandi ai colori di bandiera della ditta; il già corposo rack device è stato rimpolpato con Drummer, un instrument dedicato alla gestione delle parti ritmiche con drum style e drum techniques pronte all’uso, il tutto messo a punto con la consulenza di Bob Clearmountain (uno che di suoni se ne intende, come potrebbero testimoniare Stones, Springsteen e Bowie…). Inoltre, è stata potenziata la sezione di virtual amp, pensando (finalmente) ai bassisti e alle loro esigenze.

Pro Tools 11: le key features

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Quando uno standard – volenti o nolenti, di questo stiamo parlando… – si rinnova, è sempre il momento di verificare cosa è stato cambiato e (potendo) perché si è deciso di intervenire sulla struttura di base. In attesa di poter mettere le mani sul nuovo meccanismo DAW, niente di meglio che dare una scorsa veloce alle key features, cioè le prestazioni chiave del nuovo software.

Di Enrico Cosimi

PT 11 a

Per chi si fosse collegato solo ora, Pro Tools è il più antico sistema di hard disk recording (prima solo stereofonico con Sound Designer, poi quadrupla traccia con Sound Tools e, finalmente, multitraccia con Pro Tools…) che il mercato della registrazione/editing professionale abbia mai conosciuto. Ormai affiancato da diversi, e validi, competitori, il programma resiste per l’estrema semplicità della sua organizzazione logica (solo due schermate di Mix e Edit), per la pulizia dei concetti e per l’enorme diffusione di esemplari nel mondo che, ancora una volta volenti o nolenti, obbliga il professionista almeno a conoscere superficialmente il suo funzionamento.

Golden Age Project, COMP-54

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Concludiamo la miniserie sui prodotti Golden Age Project con il compressore COMP-54. Il circuito, anche questa volta, si rifà a un classico Neve (il 2254) con l’esclusione del limiter. Un esemplare era già passato nel nostro studio un po’ di tempo fa, questa volta però, abbiamo avuto l’occasione di provarlo insieme agli altri componenti della channel strip (preamp Pre73-MKII ed equalizzatore EQ-73 già provati su queste pagine). Vediamo i dettagli.

Di Emiliano Girolami

Fig1_Comp54

 

Il circuito è in classe A a componenti discreti e la compressione è ottenuta attraverso un ponte di diodi. Oltre i classici controlli di Threshold, Ratio, Attack, Release (che ha due opzioni program dependent) e Gain ci sono un paio di opzioni interessanti.

Monitor Eve Audio SC205

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Recording

La storia racconta di un uomo, di una costola e della nascita della donna. Eva, come è noto, è stata creata a partire da una costola di Adamo. Roland Stenz deve aver pensato a questo quando, uscito da Adam Audio, ha deciso di fondare una sua azienda. Il catalogo è ampio e ricco di soluzioni per tutte le occasioni. Riceviamo per la prova un modello della serie Silver Cone (SC205) caratterizzato da un driver per le medio basse da 5” e da un tweeter a nastro.

Di Emiliano Girolami

SC205_front

Il woofer, come anticipato, è realizzato con un materiale a base di argento ricoperto da fibra di vetro ed ha una struttura esagonale delle fibre (a nido d’ape per essere più precisi). La membrana è pilotata da una bobina da 1” e promette una risposta sulle basse fedele e senza sbavature.

Native Instruments Solid Mix Series

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Nascono come plug-in KOMPLETE Effects e possono essere inglobati in qualsiasi DAW attualmente disponibile sul mercato; stiamo parlando dei tre effetti studio processor realizzati da Native Instruments con la tecnologia da anni sfruttata nei loro prodotti di punta. I tre processori virtuali lavorano in stand alone o in plug-in mode rispettando i requisiti AU, VST, RTAS e AAX. La compatibilità è Mac/PC, ovviamente, e i tre modelli comprendono Solid Bus Comp, Solid EQ e Solid Dynamics.

Di Enrico Cosimi

NI tutti e tre

Solid Bus Comp offre regolazioni di Input Level, Output Level e Dry/Wet balance; il comportamento di compressione è personalizzabile attraverso i controlli di MakeUp, Threshold, Attack, Release e Ratio.

Propellerhead Reason 7

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Reason è l’alternativa che tanti hanno adottato ai soliti sistemi DAW più sbilanciati sulla registrazione pura; da sempre, a cavallo tra la generazione timbrica dedicata, la programmazione MIDI ben controllata e, da poche revisioni, la gestione intelligente dell’audio, Reason 7 fornisce un environment di lavoro che fa dell’interfaccia grafica e della semplicità di navigazione uno dei suoi principali punti di forza. Ad un prezzo appena superiore ai 400 euro, non si può rimanere indifferenti nei suoi confronti…

Di Enrico Cosimi

Schermata 05-2456430 alle 08.28.48

La genealogia è di prim’ordine: nel 1994, ReCycle definì il sistema commerciale per fare a fette il groove audio permettendone il riallineamento ritmico (la prima applicazione non accademica dello sganciamento tra pitch e time…); poi, nel 1997, con ReBirth, è stata la volta del primo environment di dance music production, con due 303 e una 808 sapientemente modellate e pronte all’uso; finalmente, nel 2000, Reason ha assunto la configurazione rack oriented che tutti conosciamo. Oggi, è il turno della settima generazione.

Golden Age Project, EQ73

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Come promesso eccoci alla seconda puntata della miniserie sui componenti half rack di Golden Age Project. Oggetto della prova è l’equalizzatore EQ73. Contenuto nella solita (e robusta) scatola di metallo, è dotato di un power pack esterno di dimensioni inferiori rispetto ai cugini preamp e compressore.  Evidentemente il circuito richiede una potenza inferiore. La tensione di alimentazione, invece, è sempre pari a 24v AC.

Di Emiliano Girolami

 Figura1

Una sola connessione con jack TRS serve per inserire l’EQ73 nel loop del PRE73 MkII. Per i possessori della prima versione del preamplificatore è disponibile un kit di upgrade. Non essendoci altri connettori, l’unico modo di utilizzare l’eq è nel loop effetti. Il livello ottimale è pari a -18dB. Il manuale allegato non ne parla ma, in rete, si trovano esperimenti di successo relativi alla connessione dell’EQ73 nel send/return di channel strip o console di marche diverse. Fate tutte le verifiche del caso prima di avventurarvi in esperimenti personalizzati.

Golden Age Project Pre-73 MkII

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Questo test è il primo di una miniserie dedicata ai prodotti della Golden Age Project (GAP). In questo episodio parleremo del preamplificatore Pre-73 MkII, nelle successive dell’equalizzatore EQ-73 e del compressore COMP-54.

Di Emiliano Girolami

Gap_Group

Come si deduce facilmente dal nome, l’intenzione dei progettisti è quella di riprodurre a costi molto ragionevoli, i suoni e le caratteristiche degli storici dispositivi Neve degli anni ’70. Il Pre-73 fa, ovviamente, riferimento al Neve 1073.

IK Multimedia T-Rack Custom Shop

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Dal 1999, T-Rack è entrato prepotentemente negli hard disk dei musicisti elettronici; le sue capacità di trattamento mastering, unite ad un’interfaccia assolutamente accattivante, lo hanno reso – in breve tempo – uno standard del trattamento audio tanto durante le procedure di stesura tracce quanto, più opportunamente, durante le fasi di mixaggio e mastering. Oggi, IK Multimedia presenta nuove funzionalità aggiuntive, sotto forma di device virtuali sviluppati nel Custom Shop.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456405 alle 12.57.00

I quattro nuovi processori sono:

  • Bus Comp, modellato sul classico master-bus compressor presente all’interno di una tra le più famose consolle di mixaggio, offre la ricostruzione del circuito VCA spesso identificato come glue compressor, proprio per la sua abilità di tenere insieme, di incollare, un mixaggio. Utilizzabile anche per processare seriamente le tracce di batteria, il device riproduce alla perfezione il comportamento peculiare del circuito di rilevamento, con in più il controllo di grit per la personalizzazione del funzionamento.
ga('send', 'pageview');