ARTURIA ANALOG EXPERIENCE 49 THE LABORATORY – prima parte

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Gear, Software

Arturia, una delle principali case produttrici di virtual instrument dedicati al mondo dei principali synth analogici. Moog modulare, Minimoog, Jupiter 8, Oberheim SEM, ARP 2600, CS-80, sono solo alcuni tra i più famosi synth analogici ad essere stati ricreati a software con rara maestria, utilizzando algoritmi a modelli fisici.

Di Antonio Antetomaso

Tali software, fruibili su PC o MAC in modalità standalone o facendo uso di una DAW compliant con i protocolli AU, VST o RTAS, per essere goduti ed utilizzati al massimo necessitano, per forza di cose di un buon MIDI CONTROLLER, specie se si prevede un utilizzo dal vivo: come potreste pensare di agire sui vari potenziometri e sliders virtuali mediante il mouse per controllare in tempo reale filtri, inviluppi, oscillatori e compagnia cantante? FOLLIA PURA!

Fortunatamente il mercato ci viene in aiuto offrendoci una pletora di prodotti a tema a costi, tutto sommato, abbastanza contenuti e, comunque, per tutte le tasche. Ed è proprio qui che entra in gioco ancora una volta mamma Arturia, offrendo la sua soluzione a tema “midi controller”, con una serie di addendum e prerogative che dovrebbero dare la possibilità di rispondere alla domanda “perché dovrei scegliere proprio questo?”. Scopriamolo insieme il perché, iniziando dalle presentazioni. “Analog experience the laboratory” è il nome che Arturia ha dato ad una famiglia di prodotti cosiddetti ibridi: metà hardware, metà software.

Minimoog V FREE: l’appuntamento è per domani

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Domani, 21 Giugno 2012, in occasione del Solstizio d’Estate, Artura fornisce un free download del potente sintetizzatore Minimoog V. Giunto alla sua versione 2.5, e significativamente pontenziato nei confronti dello sturmento hardware originale, il MinimoogV, come il precedente Moog ModularV, è stato “benedetto” dall’approvazione diretta di Bob Moog in persona, che ne ha seguito – a distanza – le fasi di sviluppo, verificando periodicamente la consistenza della timbrica ottenibile.

di Enrico Cosimi

La versione in free download non comprende tutte le funzionalità accessorie della V 2.5, ad esempio, non è possibile accedere al pannello di controlli addizionali non presenti nell’hardware, ma garantisce comunque la fattibile utilizzazione in standalone e plug-in del motore di sintesi più cattivo che mai monofonico analogico abbia mai conosciuto.

Più di 1000 preset a corredo, 32 voci di polifonia, un suono da urlo, download gratuito… che altro chiedere?

Dove scaricare? Che domande: qui!

 

 

Nomad Factory MAGMA

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Nomad Factory annuncia MAGMA, la next generation di Audio Effect Processing realizzati in tecnologia Virtual Studio Rack – VSR.  A differenza di altre strure, MAGMA permette lo stacking di effetti diversi in catene di trattamento liberamente configurabili fino a ottenere la sequenza di trattamenti desiderabili all’interno della stessa instanza.

Di Enrico Cosimi

MAGMA contiene 65 effetti/algoritmi di elevata qualità, attinenti alle categorie di: dynamics control, equalizer, pream, distortion, reverb, delay, modulation, filter, special FX, guitar FX.

Roland Kuit SoundLab II

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software, Tutorial

Da molti anni, nella comunità dei modular addicted (analog e virtual), il nome di Roland Kuit è pronunciato con rispetto misto a timore: già dall’epoca del primo Clavia Nord Modular, storici tutorial firmati RK hanno insegnato a legioni di musicisti come trare fuori il meglio dal proprio strumento senza cadere nella banalità del classico VCO-VCF-VCA, ovvero ad utilizzare in maniera non banale strumenti apparentemente semplici. O anche meno semplici.

Oggi, dopo aver aperto la strada con SoundLab I, Roland Kuit ha presentato il suo nuovo lavoro SoundLab II, destinato a fornire molto materiale a chiunque – dotato di Clavia Nord Modular G2 – voglia spremere il massimo dal proprio strumento seguendo un approccio di programmazione assolutamente non convenzionale.

Di Enrico Cosimi

Per programmazione non convenzionale, intendiamo quel modo di procedere nell’assemblaggio della patch che prevede l’impiego di strategie di basso livello (inteso nel senso informatico del termine), quindi la costruzione di logiche di funzionamento molto personali che non usano moduli preconfigurati, ma che estraggono i comportamenti più consoni partendo da elementi semplici.

Roland Jupiter 80 & iPad: un bundle molto interessante…

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Software

Roland JUPITER-80 è il primo sintetizzatore completamente basato sulla tecnologia SuperNATURAL, che integra in un’unica struttura il motore di sintesi per layer già sperimentato con il piccolo GAIA e accoppia a questo le caratteristiche di realismo particolarmente spinto. Oggi, oltre alle caratteristiche intrinseche della macchina, c’è un altro ottimo motivo per valutare l’acuisto del JUPITER-80: comprando un esemplare di questo sintetizzatore da un rivenditore partecipante all’iniziativa, Roland regala un iPad 2 16 Gb WiFi su cui utilizzare la nuovissima applicazione Synth Tone Editor.

a cura della Redazione

Audiofile Engineering Wave Editor & Spectre

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Due programmi proprio niente male per l’editing e l’analisi spettrale dei file audio. Wave Editor, come il nome lascia facilmente presagire, è un editor audio per Mac OsX, specificato per offrire significative funzionalità di editing sotto facile riscontro grafico. Grazie al concetto di layer, è possibile sovrapporre porizioni di audio in qualsiasi formato audio, numero di canali, sample rate, bit depth, plug-in AudioU Units, curve di fade, eccetera, all’interno dello stesso progetto di editing per ottenere una “stampa” definitiva del tutto.

Di Enrico Cosimi

Basato su iZotope, Wave Editor sfrutta i collaudati motori di sample rate conversion, time stretching e word lenght reduction per lavorare con tecnologie 64 bit SRC e MBIT+. E’ anche presente l’algoritmo SonicFit per il trattamento time stretch/pitch conversion.

Il programma comprende un Inspector, un analizzatore statistico, un processore audio con tre meter indipendenti, supporto completo per Audio Units esterni, graficizzazione con le curve di Bezier, supporto per MP3, AAC, FLAC, Lossless, Ogg Vorbis, eccetera. E’ possibile scegliere tra tre versioni diverse, in base alle proprie necessità. Qui, trovate tutte le specifiche tecniche.

Spectre

E’ un multianalyzer con 17 diversi tipi di visualizzazione diversi che supportano audio multicanale e multitraccia; ogni meter può fare riferimento a un numero variabile di canali in ingresso, stadi di guadagno, balistica, filtraggio, mixing e colorazione (comprese le trasparenze). Qui tutte le specifiche tecniche.

I prezzi sono contenuti, è possibile provare i software per un buon grace period, prima di prendere una una decisione…

Steinberg Dark Planet VST

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Lo Steinberg Dark Planet VST Sound Instrument Set è un lettore di campioni concentrato su timbriche evocative, misteriose, minacciose e tecnologicamente inquietanti che ben si sposano con l’aspetto rugginoso del pannello comandi. Egualmente a proprio agio con le post produzioni per immagini e per le produzioni musicali ambient, lo strumento può fornire senza troppa fatica tutta la minacciosa oscurità ritenuta necessaria alla propria orchestrazione virtuale.

Di Enrico Cosimi

Pianoteq: non c’è 3 senza 4!

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Software

Ormai affermatosi già da tempo sul mercato come il signore dei virtual instruments dedicati all’ emulazione del piano acustico, Pianoteq arriva alla versione 4 con una carrellata di novità, tra la forte attesa dei suoi fans più accaniti, lo scetticismo ostinato dei puristi e la curiosità di tutti quelli che, pur avendolo provato,  ancora continuano a preferire i risultati ottenibili in un mix utilizzando un plugin basato sull’uso dei campioni.  Dov’è la verità? E’ riuscita la Modartt a scalfire anche l’ultimo dei dubbi con questa nuova versione? Scopriamolo insieme.

di Antonio Antetomaso

Iniziamo, per coloro che si sono sintonizzati adesso sul canale “Pianoteq”, con un piccolo ripasso. Pianoteq è un software che si prefigge il compito di emulare il suono di un pianoforte senza utilizzare campioni, ma calcolando tutto in tempo reale durante l’esecuzione mediante algoritmi di modellazione del suono.

Yamaha TNR-i

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Dopo essere diventato oggetto di culto presso tribù di minimal addicted e, in determinati ambienti, status symbol di riconoscimento per il musicista mondano meccanico, lo Yamaha Tenori-On approda alla versione virtualizzata, pronta per gli iDevices che hanno ormai colonizzato il pianeta. Non è novità dell’ultima ora, ma è comunque un interessante spunto di riflessione per capire come va il mondo.

Perlomeno quello organizzato in una griglia ortogonale.

Di Enrico Cosimi

Il meccanismo è semplice: una griglia 16×16 in cui l’asse orizzontale è (quasi sempre) il tempo che scorre e quello verticale è (quasi sempre) l’intonazione delle note eseguite; accendendo o spegnendo i led nelle diverse posizioni d’incrocio XY, si costruiscono sequenze di valore compositivo particolarmente “grafico”.

Presonus Studio One Free

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Come anticipato nelle news abbiamo scaricato la versione free della DAW di Presonus Studio One Free e l’abbiamo installata su un portatile Mac e una workstation Windows7. Nel sito è disponibile anche una demo song con cui iniziare a prendere confidenza con il programma. La procedura di installazione è semplice e lineare. Al primo avvio il programma consente di accedere (download dal sito web) a contenuti aggiuntivi relativi ai suoni del synth incluso nel bundle e una serie di loop e campioni.

Di Emiliano Girolami

Sulla macchina Windows era presente un controller Faderport (sempre di Presonus), questo è stato automaticamente riconosciuto dall’installer e prontamente configurato in tutte le sue funzioni.

ga('send', 'pageview');