Antares Harmony EFX

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Ancora valida fino alla fine del mese di Luglio la promo su Antares Harmony EFX in offerta al prezzo speciale di 32 Euro (IVA inclusa). Harmony EFX è una versione semplificata ed estremamente efficace del generatore di armonie vocali Antares Harmony Engine Evo. Basato sulla stessa tecnologia EvoT Voice Processing del fratello maggiore, Harmony EFX rende disponibili arrangiamenti vocali di qualità professionale.

Proustiane reminescenze con TapeDeck

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Quando il mondo era più giovane, più buono e tutti si amavano, quando USB era ancora una sigla priva di senso, l’unico modo con cui il musicista illetterato poteva fermare l’ispirazione del momento era premere il tasto Record dell’omnipresente registratore a cassette… Il tapedeck ha accompagnato i primi tentativi di composizione per molti di noi e, sputando cassette a destra e a manca, ha segnato le cruciali fasi evolutive che portano un brillante musicista potenziale a divenire un Goldoni dinamitardo, per dirla alla Verdone.

Di Enrico Cosimi

Oggi, in un periodo assolutamente sospettabile, in cui riflussi storici, nostalgie e fighettismi d’antan fanno da sfondo allo spleen quotidiano (…bello, eh?) come non parlare di TapeDeck, l’applicativo Mac OsX che permette di catturare on the fly qualsiasi file audio mono o stereo, bassa qualità, media o alta qualità, depositandolo all’interno di un porta cassette virtuale?

Twisted Tools S-Layer

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Che Reaktor 5 sia una prova dell’esistenza di Dio è fuori discussione. Che la potenza del “sistema Reaktor” sia ampiamente dovuta all’immediata disponibilità di ensemble e programmazioni già pronte per il reverse engineering è altrettanto indiscusso. Tra queste, spiccano le periodiche offerte di Twisted Tools, software house specializzata nello spremere comportamenti “particolari” dalle funzionalità generative/modificative di Reaktor. Il nuovo S-Layer rientra, a pieno titolo, in questa categoria.

di Redazione

S-Layer è un sound creation tool che sfrutta il sample layering, cioè l’esecuzione simultanea di campionamenti precedentemente caricati in mappatura, per realizzare timbriche assai articolate.

Tra le caratteristiche più interessanti, è possibile citare:

  • trattamento granulare e BMP stretching sui campioni;
  • gestione simultanea di otto layer/sample indipendenti;
  • interfaccia di gestione parametri “stilosa”, ma di semplice approccio;
  • estese opzioni di randomizzazione sui valori parametrici;
  • quattro modulation sequencer assegnabili ai parametri scelti dall’utente; ogni sequencer è indipendente per lunghezza e velocità d’esecuzione;
  • otto scene memorizzabili per ciascun preset;
  • insert/FX send per l’integrazione di ensemble e instrument effetti;
  • trasposizione cromatica;
  • uscita diretta delle singole voci, per trattamento multi canale/multi traccia sulla DAW ospite;
  • template per iPad Lemur sviluppato da Antonio Bianca;
  • template per Maschine sviluppato da Twisted Tools;
  • sample map pre caricata con 128 campionamenti residenti;
  • update gratuiti.

I 128 campionamenti possono essere scelti nella mappa e suonati con il mouse o con una qualsiasi altra periferica MIDI; S-Layer funziona come standalone o come plug-in. Ogni volta che si suona una nota sulla tastiera MIDI, o si preme un Trig Button, si possono mettere in esecuzione fino a 8 campionamenti simultanei, con randomizzazione della scelta sample o di altri parametri significativi. E’ possibile sottoporre i campionamenti a reversing, pitch change, modulation, remixing, granulazione.

S-Layer richiede almeno Reaktor 5.6; non è supportata la versione semplificata Reaktor Player

Qui, si può ascoltare qualcosa.

Qui, si può vedere qualcosa.

Con sessantanove dollari, passa la paura.

 

Evil Windows Dog Soundbeam

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Soundbeam è una app gratuita per iPhone che mette a disposizione del musicista un analizzatore di spettro e un oscilloscopio; il tutto integrato con sfiziose capacità d’interazione Facebook che – in questo mondo ormai privo di privacy – permettono di condividere tutto ciò che “in camera si puote”.

Di Enrico Cosimi

Forte di una stupenda interfaccia grafica future retro, Soundbeam è praticamente a prova d’idiota e, come nel caso di chi scrive, casi particolarmente disperati potranno trarre giovamento da una rapida pagina di help grafico in cui recuperare tutte le istruzioni necessarie.

Propellerheads Rack Extension: cosa sta succedendo?

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Con il lancio del nuovo Reason 6.x, pochi hanno apprezzato fino in fondo i presupposti compresi nella nuova filosofia Rack Extensions: dopo anni di relativa chiusura software, finalmente nel rack Reason è possibile ospitare device – cioè plug-in, cioè “pezzi di programma” – sviluppati da terze parti in base alle esperienze ed ai gusti personali. Non è cosa da poco.

Di Enrico Cosimi

La chiusura del Reason Rack, da sempre allergico alle intromissioni di terze parti (ricordiamo un tentativo fatto da una software house italiana, che utilizzava la vecchia ReBirth come ingresso audio per Reason…) è stata fonte di notevoli critiche: da una parte, garantiva la solidità a prova di bomba del sistema; dall’altra, obbligava i musicisti ad impegnarsi con le sole risorse previste dalla casa madre. Compito spesso impegnativo, specie se si voleva lavorare in un regime compositivo non necessariamente in 4/4 con cassona a martellone.

Il software Nord C2D è disponibile anche per il Nord C2

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Software

Come era giusto aspettarsi, vista la serietà della ditta produttrice e la natura “liquida” del software, tutte le modifiche, gli aggiornamenti e le migliorie apportare all’ultimo modello Nord C2D Drawbar Combo Organ sono oggi trasferibili sul precedente modello C2 che – seppur privo di fader/drawbar fisici – rimane comunque un eccellente clone elettrofonico.

Di Enrico Cosimi

TC-11 Multi Touch Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

TC-11 è una app per iPad che fornisce un sintetizzatore multitouch programmabile e controllabile – ovviamente, in punta di dita – dal musicista. La app è fornita con 64 preset pronti all’uso, che possono essere utilizzati in alternativa alle normali procedure di programmazione.

Di Enrico Cosimi

Queste le caratteristiche più interessanti: costruzione di preset originali affiancabili alle programmazioni preconfigurate, device motion e touch motion agganciabili a una vasta quantit di parametri, 21 oggetti di programmazione modulare per la costruzione dei canali di voce, 22 forme d’onda selezionabili, 3 moduli controller AHDSR, LFO e Sequencer liberamente programmabili, interfaccia utente liberamente programmabili.

ARTURIA ANALOG EXPERIENCE 49 THE LABORATORY – SECONDA PARTE

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Gear, Software

Ben ritrovati. Oggetto di questa seconda ed ultima puntata  è l’analisi della parte software, ovvero del motore di generazione sonora. Tale software, disponibile tanto su piattaforma Windows quanto su piattaforma OSX,  risponde al nome di “Analog laboratory” ed è fruibile sia in modalità standalone che in host presso una DAW (es. Logic o Cubase) compatibile con i protocolli AU, VST o RTAS.

Di Antonio Antetomaso

Per l’utilizzo è necessario essere in possesso del software eLicenser (lo stesso sistema di protezione di Cubase), meglio se corredato di una chiavetta hardware da portare sempre con sé e sulla quale trasferire la licenza. Installato e attivato il prodotto, esso cerca subito di rilevare la controparte hardware e si presenta con l’interfaccia in figura.

XILS-Lab Chor’X

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Il chorus è un magico effetto che permette di simulare la presenza di più musicisti al lavoro sulla stessa parte musicale: non perfettamente allineati, non accordati in assoluta coerenza, ma con qualcosa di unico in ciascuno di loro, per ottenere un suono d’insieme affascinante e sostanzioso.

Di Enrico Cosimi

Ma, da che musica elettronica è elettronica, ottenere un buon effetto di chorus non è cosa facile: contro la noia uditiva complottano diversi fattori economici, progettuali e (verrebbe da dire…) filosofici. Nel corso dei decenni, Roland con Dimension D e poi Mario Maggi con il chorus del Synthex hanno dimostrato cosa si può ottenere con un sistema di sdoppiamento automatico; ora, è il turno di XILS-Lab con Chor’X.

ARTURIA ANALOG EXPERIENCE 49 THE LABORATORY – prima parte

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Gear, Software

Arturia, una delle principali case produttrici di virtual instrument dedicati al mondo dei principali synth analogici. Moog modulare, Minimoog, Jupiter 8, Oberheim SEM, ARP 2600, CS-80, sono solo alcuni tra i più famosi synth analogici ad essere stati ricreati a software con rara maestria, utilizzando algoritmi a modelli fisici.

Di Antonio Antetomaso

Tali software, fruibili su PC o MAC in modalità standalone o facendo uso di una DAW compliant con i protocolli AU, VST o RTAS, per essere goduti ed utilizzati al massimo necessitano, per forza di cose di un buon MIDI CONTROLLER, specie se si prevede un utilizzo dal vivo: come potreste pensare di agire sui vari potenziometri e sliders virtuali mediante il mouse per controllare in tempo reale filtri, inviluppi, oscillatori e compagnia cantante? FOLLIA PURA!

Fortunatamente il mercato ci viene in aiuto offrendoci una pletora di prodotti a tema a costi, tutto sommato, abbastanza contenuti e, comunque, per tutte le tasche. Ed è proprio qui che entra in gioco ancora una volta mamma Arturia, offrendo la sua soluzione a tema “midi controller”, con una serie di addendum e prerogative che dovrebbero dare la possibilità di rispondere alla domanda “perché dovrei scegliere proprio questo?”. Scopriamolo insieme il perché, iniziando dalle presentazioni. “Analog experience the laboratory” è il nome che Arturia ha dato ad una famiglia di prodotti cosiddetti ibridi: metà hardware, metà software.

ga('send', 'pageview');