Yonac Magellan for iPad

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

E’ un analog modeling synthesizer per iPad che ricalca il look di prestigiosi hardware per fornire, direttamente sotto al vetro della touch surface, potenti timbriche sintetiche.

Di Enrico Cosimi

Magellan offre ue synth engine indipendenti, utilizzabili per generare sei oscillatori, due doppi filtri, strutture con multiple unison, matrix modulation, arpeggiatore e step sequencer. I due motori di sintesi possono ovviamente generare altrettante timbriche in maniera tra loro separata, il tutto attraverso tecnologia virtual analog.

Ciascun motore ha tre oscillatori con PWM indipendente (su Osc 1 e 2), dual unison, superwave e FM lineare.

La sezione di filtri offre 11 modi diversi di configurazione per i due filtri simultanei, configurabili in serie o in parallelo; ogni slot è dotato del proprio ADSR per controllare la frequenza di taglio. I filtri vanno in auto oscillazione e sono sottoposti al keyboard tracking.

Il sequencer incorporato gestisce fino a otto note di polifonia con 16 o 32 step di lunghezza; gli step possono essere messi in skip, possono gestire note e key velocity, possono essere sottoposti a significative alterazioni nella velocità di scorrimento. Diversi pattern possono essere articolati in song utilizzando la timeline interna.

L’arpeggiatore di bordo è duplice, in grado quindi di controllare simultaneamente il doppio motore di sintesi; ci sono 10 algoritmi di sorting tra cui scegliere, con range espresso in ottava, ripetizione degli step e variazioni sulla percentuale di Gate.

In aggiunta, il segnale elaborato dal doppio motore di sintesi è sottoposto al trattamento del FX Rack con reverb, stereo delay sincronizzabile, phaser, flanger, chorus, waveshaper, bitcrusher e sonic expander. Il data handling a 32 bit assicura una eccellente tenuta sonora.

La touch surface dell’iPad funziona come doppia tastiera assegnabile a precise scale musicali diverse dal temperamento equabile; in aggiunta, tramite tastiera/e, si può controllare un qualsiasi parametro ritenuto sensibile per l’esecuzione; sono disponibili pitch e modulation wheel.

Ciascuna parte timbrica ha due LFO indipendenti, con una matrice di modulazione integrata; ogni LFO può andare su 4 diverse destinazioni e ogni LFO è dotatao di regolazioni per velocità, fase, trigger delay, reset e 9 forme d’onda tra cui scegliere.

Il programma è fornito con quasi 250 preset pronti all’uso e può essere facilmente subordinato a controllo esterno tramite procedura MIDI Learn.

Personaggi del calibro di Jordan Rudess – che, sicuramente, possono permettersi qualsiasi tipo di hardware o software – hanno già espresso pareri più che favorevoli su questa app, il cui prezzo è inferiore a 5 euro.

Di sicuro, converrà farci un giro di prova…

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (2)

  • Salvo

    |

    Davvero un bel synth!!
    Enrico grazie per la recensione

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      “recensione” è una parola grossa…
      diciamo “informazione” :-)

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *