Electronicgirls Compilation Volume 2

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Events

Electronicgirls annunciano una new entry internazionale nel rooster e celebrano il compleanno con una compilation Vol. 2 e un evento imprendibileIn occasione del compleanno della Netlabel “Electronicgirls” il sempre più corposo collettivo di producer al femminile e non, apre le porte a un ospite internazionale di tutto rispetto, la francese Karine Dumont con il suo progetto “Kala Lunatic” e celebra il tutto con il Vol. 2 della storica compilation (Vol.1 uscita nel 2011 con un ottimo successo di critica) che raggruppa i pezzi di artiste che hanno collaborato e collaborano al progetto rendendolo sempre più consistente e ambizioso.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

locandina electronic girls 72dpi

L’evento è suggestivo:  Sabato 11 Gennaio 2014, presso la Galleria A+A di Palazzo Malipiero a Venezia…

  • Dalle ore 20.30 alle ore 21.30 – Galleria A+A: presentazione del disco di Kala Lunatic e della release Vol. 2 di Electronicgirls, aperitivo elettronico con live set a cura di Kala Lunatic e live performance a cura di Aldo Aliprandi&Marianna Andrigo.
  • Dalle ore 21.30 alle ore 23.00 – Palazzo Malipiero: live set a cura di Ah! Kosmos, Johann Merrich, Chironomia; dj set a cura di LeCri

 

INFO: http://www.electronicgirls.org

 

 

Die Musik von Cluster: Ein Profil von Dieter Moebius

Written by Attilio De Simone on . Posted in Events

Hinweis: Dieser Artikel wurde von keinem Muttersprachler geschrieben. Ich entschuldige mich für eventuellen Fehler, Druckfehler und Rechtschreibfehler. Der Artikel ist in deutscher Sprache um einen deutschsprachigen Künstler zu ehren.

Dieter Moebius ist, zusammen mit Roedelius, die Seele von Cluster: Mitbegründer und Mitglied der Gruppe, er war in allen Produktionen präsent. Er scheint jedoch eine künstlerische  Vision der Dinge zu haben anders als die, dir wir im Profil von Roedelius analysiert haben.

von Attilio De Simone

tumblr_inline_mtppkop6621qeuqgw

Lassen Sie in die biographischen Details vom Moebius uns vertiefen.

Ursprünglich aus der Schweiz, sind die Berge und das ruhige Leben der Alpen ihm zu eng, und der Junge beginnt sich in Europa zu bewegen. Er beginnt Kunst in Brüssel zu studieren und dann zieht nach Berlin um, dort kann er Roedelius und Schnitzler kennen lernen und die Abenteuer von Kluster / Cluster beginnt (deren biographische Details finden Sie in dem Artikel über Cluster), welche bis Anfang der 80er Jahre dauern wird (mit Ausnahme der späteren Sitzungen ) .

La musica dei Cluster: un profilo di Dieter Moebius

Written by Attilio De Simone on . Posted in Events

Dieter Moebius rappresenta, assieme a Roedelius, l’anima dei Cluster: cofondatore e membro del gruppo, presente in tutte le produzioni. Sembra, però, avere un percorso artistico e una visione delle cose differenti rispetto a quanto analizzato nel profilo di Roedelius.

Di Attilio De Simone

moebius

Iniziamo ad approfondire i dati biografici di Moebius. Originario della Svizzera, le montagne e la vita tranquilla delle Alpi gli stanno strette e comincia da ragazzo a muoversi in Europa. Inizia a studia arte a Brussels e poi completa gli studi a Berlino dove incontrerà Roedelius e Schnitzler, con i quali darà vità all’avvenutra dei Kluster/Cluster (i cui dettagli biografici possono essere letti nell’articolo dedicato al gruppo) durata fino all’inizio degli anni ‘80 (salvo successive riunioni).

ARTURIA sconta del 50% la V Collection 3.0

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Software

In questo periodo, vuoi per il clima pre natalizio, vuoi per le minori economie di tutti, è sempre bello venire a conoscenza di una campagna di sconti, specie se applicati a oggetti – o software – di pregio elevato. Specie se l’oggetto in questione è la potente V Collection 3.0 messa su strada da Arturia riunendo the cream of the crop, il meglio del meglio, della sua pluriennale produzione software.

Di Enrico Cosimi

Main

La V Collection 3.0 riunisce, a colpi di TAE® (True Analog Emulation) technology, una significativa massa di strumenti virtuali, emulati a 64 bit. Mini V riproduce il comportamento del classico monofonico Anni 70, con possibilità di arricchire i comportamenti originali attraverso vocal filter; Modular V è stato il primo prodotto realizzato da Arturia in collaborazione con sua maestà Bob in persona – incarnando il suono e le peculiarità dei vecchi sistemi modulari di analogica memoria. Ma non è tutto.

Una chiacchierata su Hammond e Cloni

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Complice l’ospitalità della Sonus Factory (attiva struttura didattica della Capitale) e la disponibilità di Crumar (storico marchio italiano, recentemente revamped con l’esperienza di Guido Scognamiglio/GSI), il prossimo Venerdi 20 Dicembre 2013, negli accoglienti saloni della Sonus – in via Bartolomeo Borghesi 1, 00162, Roma, si svolgerà un denso pomeriggio di confronto tra Mojo Crumar e Hammond elettrofonico. Il tutto, condito dal simulatore BURN di cui abbiamo recentemente parlato.

Di Enrico Cosimi

Crumar_2013-12-20_Loc-700px-fb

L’occasione è resa ghiotta da diversi motivi: la possibilità di mettere le mani sul Crumar Mojo; la possibilità di scambiare chiacchiere e discussioni tecniche con Guido Scognamiglio; la possibilità di sentire Max Tempia imperversare sui due manuali a cinque ottave; il confronto diretto tra vero e virtuale; l’approfondimento storico/tecnico sullo strumento originale, tenuto dal già citato Guido S.

L’improvvisazione dell’Invisibile Unicorno Rosa: cosa, come & perché

Written by Jacopo Mordenti on . Posted in Events, Gear, Recording, Software, Tutorial

Lo scorso 31 agosto  – altro clima, altre temperature – quel gioiellino di Passignano sul Trasimeno ha dato luogo alla propria Notte Bianca: l’ Invisibile Unicorno Rosa (al secolo chi scrive, nonché il serafico Fabio Boila) ha avuto il piacere di prendervi parte, potendo contare su una cornice d’eccezione come quella della Rocca Medievale. Il riascolto a mente fredda di quanto suonato ha fornito lo spunto per una rapida disamina del setup impiegato: cosa & come… e magari perché, già che ci siamo. Quali dunque le regole del gioco, e quali gli ingredienti?

Di Jacopo Mordenti

notte bianca unicorno

Un sintetizzatore, un basso… e una parola d’ordine: improvvisare. Se non tutto – giacché la tonalità dei brani era stata preventivamente concordata, così come le diverse componenti dell’accompagnamento ritmico – quanto meno lo sviluppo del brano, l’alternanza fra i pieni e i vuoti, l’incastro fra le frasi del momento e le traiettorie di più lungo periodo.

Yamaha Workshop: Il Mastering

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Il giorno 24 Ottobre p.v.,  presso la Saint Louis College of Music – ROMA nell’aula di fonia, avrà luogo un interessante e gratuito workshop dedicato alla tecnologia e alle strategie collegabili al Mastering. Frutto della collaborazione tra Yamaha e Steinberg, la politica di divulgazione per eventi che ha luogo grazie a Yamaha Italia sta avendo un notevole riscontro e raccoglie positive valutazioni anche all’estero.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

IL MASTERING YAMAHA STEINBERG

In questo caso, Steinberg e Yamaha si uniscono per presentare un workshop gratuito sulla masterizzazione .
La nota software house presenterà contestualmente il nuovo Wavelab 8, mentre Yamaha sarà di supporto con la nuova serie HS con una configurazione 2+1: HS7 + HS8S.  Il workshop sarà organizzato in due sessioni uguali per dare possibilità a più persone di partecipare. Il relatore sarà, come di consueto, Franco Fraccastoro – product specialist Steinberg e produttore.

La splendida maturità di Morton Subotnick

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Grazie agli sforzi di Alessandro Albertini e  Barezzi Festival (ma anche all’amico Giovanni Amighetti che ci ha segnalato l’evento), è stato possibile concretizzare un grande concerto di musica elettronica che ha visto Morton Subotnick al sintetizzatore e Lillevan alla computer grafica rivisitare quel grande classico che risponde al nome di Silver Apples of the Moon. Il tutto, nell’inaspettata e suggestiva cornice dell’Auditorium Paganini di Parma (inevitabilmente firmato da Renzo Piano e, altrettanto inevitabilmente, architettonicamente suggestivo).

Di Enrico Cosimi

concert 1

Abbiamo già avuto modo di illustrare l’importanza di Subotnick per la Musica Elettronica e, all’interno della sua produzione, l’importanza di Silver Apples come esempio di composizione densa e dinamicamente compiuta. Nel corso dell’altrettanto densa giornata, abbiamo avuto il privilegio di porre qualche domanda al maestro che ha pazientemente condiviso con noi interessanti spunti di riflessione.

Yamaha annuncia un synth-event in diretta streaming!

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Il giorno 25 Settembre 2013 H 18.30, Live dalla sede di Lainate vi presentiamo nel dettaglio i nuovi CP4 e 40 e MOXF6 e MOXF8. Un evento live via web dove saranno presentato al grande pubblico i nuovi prodotti e/o seminari di formazione su Synth e Pro Audio.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

yamaha

Come si segue? Con due passaggi: click sul link e inserimento password. Non servono registrazioni e/o account. Da casa Vostra: su facebook.com/yamahasynthitaly troverete link e password
Dal vostro negoziante di fiducia: potete seguirlo con altri utenti in negozio su TV LED o proiettore dove troverete anche qualcosa da bere . (Elenco dei negozianti che seguono l’evento su facebook.com/yamahasynthitaly).
Durata: l’evento live durerà max 20 minuti. Poi ci sarà la sessione di ascolto da Sound Cloud.
Special guest durante l’evento: Bruno Zucchetti ( Tastierista/Pianista – Pausini Ramazzotti ).
Il link e la password li troverete a breve su: https://www.facebook.com/YamahaSynthItaly

Morton Subotnick Live @ Auditorium Paganini di Parma

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Se amate la musica elettronica, non potete perdere questo concerto. Punto. Accompagnato da Lillevans (visuals), Morton Subotnick (Buchla + laptop) offrirà ai presenti Silver Apples of the Moon Revisited; il tutto Sabato 28 Settembre 2013, nella Sala ipogea dell’Auditorium Paganini di Parma, con inizio alle ore 21.

Dai giorni pionieristici del San Francisco Tape Music Center, Morton Subotnick ha incarnato l’altro suono della Musica Elettronica, quello più sperimentale e meno soggetto alle concessioni commerciali. Quale miglior occasione per assistere, in prima persona, ad una performance che si annuncia come epocale?

Di Enrico Cosimi

Schermata 09-2456541 alle 19.22.59

Nato a Los Angeles nel 1933, Subotnick ha licenziato alle stampe il seminale album Silver Apples of the Moon nel 1967 – una lunga suite che occupava un intero album prodotto dalla Nonesuch Records; in un periodo in cui la nuova musica si esprimeva principalmente attraverso il taglio e il montaggio su nastro magnetico – o attraverso l’impiego di hardware presi in prestito dai laboratori di fisica acustica – Silver Apples faceva largo uso del Buchla Electric Music Box, il pionieristico sintetizzatore modulare che – anche su suggerimenti e richieste di Subotnick – Don Buchla aveva appena portato a termine.

ga('send', 'pageview');