Author Archive

Arrel Audio CL-125-4 e CL-123

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Arrel Audio è una nuova azienda italiana che propone componenti per high end dedicati alla produzione musicale. Non tradisca la novità del brand perché nel reparto R&D dell’azienda opera Livio Argentini, personaggio storico dell’audio engineering italiano. Sul catalogo troviamo una linea completa di prodotti per tracking, mixing e mastering, un’interessante splitter per chitarra/basso e, in arrivo,  un set di componenti per la serie 500 (presto su questi schermi). Ovviamente si tratta di tutto materiale Made in Italy.

Di Emiliano Girolami

Arrel_Front

La prova di oggi è dedicata al quad mic-line preamp CL-125-4 e alla channel strip CL-123 entrambi appartenenti alla serie Classic. Ma procediamo con ordine.

Warm Audio, WA76 Limiting Amplifier

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Il compressor-limiter UREI-1176 ha visto la luce, nella sua prima versione, alla fine degli anni ’60. Era una macchina completamente a stato solido che si è subito affermata negli studi di tutto il mondo per il carattere che riusciva ad impartire ai suoni che lo attraversavano.Nel tempo il circuito originale ha subito diverse modifiche. A detta di molti, la Revision D è quella che interpreta al meglio le caratteristiche di versatilità, musicalità e, a volte, aggressività che l’1176 è in grado di esprimere.

Di Emiliano Girolami

WA76_1

Molte aziende si sono cimentate nella riproposizione di cloni dell’originale (commercializzato oggi da Universal Audio) è, tra queste, Warm Audio ha da poco rilasciato il primo batch di 500 unità con circuito ispirato alla Revision D di cui sopra. Una di queste (la num. 370) è finita nel nostro studio grazie alla disponibilità di Midiware.

IGS Audio – ONE Leveling Amplifier

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

C’era un tempo, qualche anno fa, nel quale l’unica opzione possibile per realizzare circuiti elettronici era utilizzare tubi a vuoto. Non c’erano transistor né circuiti integrati, non esisteva il concetto di vintage e i progetti miravano a realizzare apparati con bassa distorsione e elevata banda passante.

di Emiliano Girolami

IGS One LA angled

Gli adattamenti di impedenza si facevano con trasformatori e, spesso, i vincoli erano determinati dalle scarse capacità di trasmissione dei canali radio. Il controllo automatico del guadagno serviva per evitare di eccedere i limiti di banda delle trasmissioni radio FM. I primi compressori servivano a questo ed erano macchine imponenti realizzati, appunto, con valvole e trasformatori.

SSL on tour, la data di Roma

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Insieme a un nutrito gruppo di operatori e appassionati ci siamo ritrovati (il 21 febbraio 2014) nella sede Midiware di Roma per assistere alla presentazione della nuova console Matrix2 di Solid State Logic. Locale adeguato, atmosfera amichevole e drink erano garantiti da Francesco Borsotti e Gino De Dominicis (Rispettivamente Presidente e Responsabile Divisione Pro di Midiware). Nathan Hernando di SSL, invece, si è preoccupato di illustrare le caratteristiche e le possibilità offerte dai dispositivi oggetto della dimostrazione.

Di Emiliano Girolami

Seminario

Primo device ad essere illustrato (con dovizia di particolari e molti esempi pratici) è stato il Nucleus (superficie di controllo dotata di una sezione analogica sufficiente a gestire le necessità di un project studio) che controllava una sessione di Logic consentendo la gestione semplice e veloce di tutte le funzionalità.

Effetti Minifooger, Drive, Boost, Trem, Ring

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear

Lasciate ogni speranza voi che entrate. Dietro la porta c’è Bob Moog pronto a farvi cambiare tutte le convinzioni che avevate fino ad ora sugli effetti per chitarra o basso. Una nuova linea da Moog composta da cinque pedali. Ne abbiamo provati quattro.

Di Emiliano Girolami

Boost-3-4

Tutti uguali dal punto di vista meccanico, sono alloggiati in un contenitore metallico a prova di bomba e di forma ergonomica, atta a favorire l’intervento del piede sullo switch di attivazione.  Le connessioni sono tutte sul lato superiore. Si parte dall’alimentazione a 9V (negativo al centro) e, a seguire, troviamo uscita, input per pedale di espressione e ingresso.  Non vi nascondiamo che vederli tutti in fila sul pavimento fa un certo effetto.

SM Pro Audio – Tube Box

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Recording

Conosciamo l’azienda da tempo, per la presenza in studio di alcuni utili oggetti (PM84 preamp, Nano Patch+, M Patch2 e Juice Rack1). I designer australiani hanno scoperto le loro carte anche nell’ormai affollato campo della serie 500 e il Tube Box è l’ultimo rappresentante della pattuglia.

di Emiliano Girolami

Fig1

 

In un singolo slot, il Tube Box racchiude un preamplificatore Mic/Linea con stadio valvolare e un compressore ottico.  L’affollato pannello frontale comincia con un VU meter a bobina mobile che indica il livello di uscita oppure, a compressore inserito, la riduzione di guadagno. A seguire il potenziometro che regola l’output level affiancato da uno switch per l’inversione di fase.

Golden Age Project Pre-573 preamp per system 500

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Ricco di opzioni, questo preamplificatore è la versione secondo GAP dello storico 1073 adattato per il formato API VPR500. Rosso come tutti i componenti della casa è in grado di gestire segnali microfonici, di linea e instrument. Promette suoni vintage buoni per tutti i generi con un occhio di riguardo per quelli più sanguigni. Esaminiamo le caratteristiche e le opzioni per capire meglio come funziona.

di Emiliano Girolami

GAP_Pre573_Fig3

Il pannello frontale è rosso come il metallo che scherma il circuito stampato e i componenti. Rimuoviamo uno dei pannelli per curiosare all’interno e troviamo un assemblaggio affollato dal quale emerge il trasformatore d’uscita.

Marzia Bulli: producer, sound engineer e insegnante

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Recording, Tutorial

Abbiamo conosciuto Marzia durante l’evento di presentazione dell’album di esordio di Livia Ferri (Taking Care). Dalla chiacchierata che ne è seguita abbiamo scoperto una serie di aspetti legati alla sua esperienza. Biografia  e scelte professionali ci sono sembrate significative di una esperienza legata al mondo della musica in senso lato.

Di Emiliano Girolami

MarziaBulli_Foto1

Marzia è insegnante, sound engineer e possiede l’etichetta discografica BackBlackCalico Records. Il successivo approfondimento ha dato luogo all’intervista che riportiamo.

Sontronics STC-3X pack

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Trevor Coley ha presentato la prima linea di microfoni al NAMM del 2005. L’idea  che lo ha spinto a creare il brand Sontronics è quella di realizzare device di alta qualità ad un prezzo ragionevole. La tecnica è quella, ormai consolidata, di progettare in casa (UK) e costruire altrove (Cina). Dal 2005 sono stati fatti molti passi avanti e adesso Sontronics è una azienda consolidata e riconosciuta a livello internazionale con una linea di prodotti adatta a tutte le esigenze e, come promesso, a prezzi molto abbordabili.

di Emiliano Girolami

 

 

Schermata 07-2456490 alle 10.51.30

Oggetto di questo test è il microfono a condensatore STC-3X venduto in bundle con una sospensione elastica, un filtro antipop, un cavo XLR e una custodia morbida.

Golden Age Project, COMP-54

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Concludiamo la miniserie sui prodotti Golden Age Project con il compressore COMP-54. Il circuito, anche questa volta, si rifà a un classico Neve (il 2254) con l’esclusione del limiter. Un esemplare era già passato nel nostro studio un po’ di tempo fa, questa volta però, abbiamo avuto l’occasione di provarlo insieme agli altri componenti della channel strip (preamp Pre73-MKII ed equalizzatore EQ-73 già provati su queste pagine). Vediamo i dettagli.

Di Emiliano Girolami

Fig1_Comp54

 

Il circuito è in classe A a componenti discreti e la compressione è ottenuta attraverso un ponte di diodi. Oltre i classici controlli di Threshold, Ratio, Attack, Release (che ha due opzioni program dependent) e Gain ci sono un paio di opzioni interessanti.