Solid State Logic XL-Desk

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Recording

Periodo di novità in campo audio questo e SSL non poteva mancare all’appello. La novità è importante e, grazie a Midiware, siamo riusciti a vederla (e metterci le mani) con leggero anticipo sul rilascio ufficiale. Il workshop è durato un intero pomeriggio, tempo sufficiente a capire funzionalità, dettagli operativi e suono della nuova console XL-Desk .

di Emiliano Girolami

xl desk 1

Il mixer è la rivisitazione in chiave moderna della classica console da studio analogica. È pensato per gli studi di registrazione basati su DAW e dedicato agli ingegneri che non necessitano del controllo diretto sul computer o di funzioni di automazione (per quello, come sapete, ci sono altri prodotti della casa).

XL-Desk è una console analogica 24 su 8. È dotata di 20 channel strip: 16 mono con doppio ingresso (commutabile tra ingresso principale o ritorno DAW) e 4 canali stereo. I primi otto canali hanno ognuno un preamplificatore VHD. Nella parte superiore è alloggiato un rack in formato serie 500 da 18 slot configurabile a piacimento. Due slot sono occupati, di serie, dallo SSL Bus Compressor Stereo (slot 17 e 18 cablati direttamente sul Mix A). Nella versione attuale, il compressore ha anche un comodo filtro passa alto sul sidechain. Il rack ha una propria alimentazione con specifiche elettriche di altissimo livello (e una potenza ben maggiore rispetto a qualunque alimentatore serie 500 sul mercato). Quattro bus principali di missaggio (A, B, C, D) con B, C e D in grado di essere assegnati direttamente nel Mix A. Sia i bus di uscita che i singoli canali possono accedere al rack serie 500. Per ogni bus/canale è disponibile un ulteriore punto di insert separato per utilizzare altro outboard esterno.

xl desk 3

Ci sono poi due AUX send mono e due ingressi ritorno stereo, direct out su ogni canale, i ritorni stereo e routing evoluto tra i vari bus. Nessun problema, quindi, per la registrazione di singoli stem, oltre al classico mixdown. Ogni canale ha una sezione Bus Cue Stereo (con Pan e Volume) utilizzato per fornire ad esempio un ascolto stereo separato per i musicisti in cuffia. Durante la fase di mixdown, i segnali provenienti dalla DAW presenti sui canali mono possono essere indirizzati al bus CUE ST e poi sommati al Mix A, fino ad ottenere una console di missaggio con 16 fader principali + 16 ingressi Cue ST + 4 canali stereo, totale: 40 canali (utilizzando i ritorni stereo e inserendo la funzione Sum si può arrivare a 50 canali in somma). La sezione Control Room prevede 3 coppie di monitor + Subwoofer con Bass Management assegnabile indipendentemente. Uscita cuffia, Foldback A e B con 2 singoli talkbacks per i mix in cuffia e un ingresso Listen Mic che include, ovviamente, il famigerato listen mic compressor.

xl desk 2

I 16 slot residui possono essere riempiti con i dispositivi più disparati o configurati con i recenti 611DYN (compressore/expander/gate) e 611EQ (equalizzatore) sempre di casa SSL.

 

La console si usa anche senza consultare il manuale, è intuitiva e ben configurata in modo che tutte le funzionalità siano facilmente accessibili. Per il workshop abbiamo usato le tracce originali della session di Long Train Running dei Doobie Brothers. Abbiamo avuto modo di usare e provare a fondo tutte le funzionalità grazie anche al nutrito rack di outboard disponibile in studio. Il sistema della prova era configurato con 16 equalizzatori 611EQ.

Lavorare con la console è un piacere, c’è tutto quello che serve a portata di mano. La qualità dei componenti e il feeling al tatto sono ineccepibili. Lavorare con ingressi, mandate e set di monitor diversi in funzione del tipo di ascolto una cosa molto semplice. L’intero workflow è effettivamente disegnato per supportare praticità e creatività. Il suono del mixer è, in una parola, clean. Ampia banda passante, transienti che passano senza alcuna difficoltà e grande suono.

Nathan Hernando (il dimostratore di SSL, product manager per SSL EMEA) ci conferma che la filosofia del prodotto (e della azienda) è quella di fornire strumenti di lavoro che rappresentino esattamente la realtà senza artefatti. Questi possono comunque essere inseriti sfruttando altri device. Con XL-Desk si può aggiungere distorsione armonica sfruttando il Variable Harmonic Drive dei preamplificatori o aggiungendo hardware colorato negli slot del rack 500.

XL-Desk ci è piaciuto molto, suona bene, è facile da usare e rende tutto tremendamente analogico. Se proprio dovete assicurarvi la possibilità di recall delle sessioni potete comunque registrare qualsiasi tipo di stem dalle innumerevoli uscite disponibili. Ottimo il pieno supporto allo standard VPR500 che, ormai, ha definitivamente conquistato il mercato. Prodotto indovinato, può essere il centro del vostro prossimo studio a un prezzo che, tutto sommato, è raggiungibile. Consigliatissimo a chi è in cerca di una console analogica.

Caratteristiche principali:

  • 20 + 1 fader, oltre 40 input delle console SuperAnalogue ™ SSL
  • 8 preamplificatori microfonici Variable Harmonic Drive (VHD)
  • 16 canali mono con doppio ingresso (commutabili tra ingresso principale o ritorno DAW)
  • 4 canali stereo (commutabile in mono per il monitoraggio)
  • Stereo Bus Compressor, con il nuovo filtro passa-alto sul sidechain
  • Rack con 18 slot in formato 500 integrato nello chassis, accessibile da canali o dai mix bus
  • Oltre agli insert per i moduli del rack 500, ogni canale mono dispone anche di un punto di insert esterno indipendente
  • 4 bus stereo ognuno con i propri punti di insert e l’accesso al rack serie 500
  • Una mandata ausiliaria stereo e 2 mono. Due ritorni stereo dedicati
  • Uscite dirette su ogni canale, ritorno stereo e mix bus per la “stampa” degli stem
  • Sezione di monitoraggio completa di tutte le funzioni di bass management
  • Foldback A e B con talkbacks individuali per mix cuffie
  • Ingresso Listen Mic integrato con il classico circuito di compressione, con la propria uscita diretta
  • Modalità solo AFL e Solo-In-Place, con Solo Safe e Clear Solo
  • Connessioni su D-Sub nel pannello posteriore per ingressi ed uscite + presa iJack e cuffia sul pannello frontale
  • PSU interna (rack 500 con alimentazione dedicata)

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *