Author Archive

Roland Jupiter 50 e TDF-30KV al Musikmesse

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

In epoche non lontane, ci siamo occupati del Jupiter 80 targato Roland, una “workstation senza sequencer” che, forte dell’esperienza maturata con il piccolo GAIA, forniva un approccio nuovo – e, per certi versi, non privo di spunti polemici – all’idea di sintetizzatore/stage keyboard. In occasione dell’ultimo Musikmesse, totalmente inaspettata, è giunta la versione slimmed down che, sempre marcata Jupiter, offre una serie di modifiche (anche al prezzo) apportate al progetto originale. Eccoci dunque a una sorta di sneak preview, sulla base delle prime – frammentarie – informazioni reperite per il fratellino Jupiter 50.

di Enrico Cosimi

Analogue Solutions Leipzig-S

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Per Tom Carpenter, mastermind celata dietro il marchio Analogue Solutions, Leipzig è sinonimo di monofonico analogico particolarmente cattivo; nel corso degli anni, sotto questa sigla si sono avvicendati diversi hardware – ovvero, variazioni dello stesso hardware – accomunati da un motore di sintesi esemplare per prestazioni e ragionata economia di gestione. Come dire che Leipzig suona tanto, suona cattivo, è facile da usare per chiunque sappia cosa sia un filtro e un oscillatore. Meglio di così…

di Enrico Cosimi

Trautoniks: il ritorno del Trautonium (…e del MixturTrautonium!)

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Vintage

Così come il triangolo delle Bermuda raccoglie tutto ciò che è destinato a sparire misteriosamente, il MusikMesse Frankfurt ha il potere di raccogliere tutti gli sperimentatori elettronici, i costruttori di sintetizzatori più strani, gli outsider del condensatore e – come in questo caso – i (ri)costruttori filologici. Jürgen Hiller, si è lanciato nella meritevole iniziativa tesa a riportare in vita il Trautonium, il VolksTrautonium e il più recente MixturTrautonium, portati alla notorietà (relativa, ovviamente) da Friedrich Trautwein e Oskar Sala.

di Enrico Cosimi

The GAIA Project – Synth Bass seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Nell’appuntamento precedente, ci siamo occupati delle procedure basic per la costruzione della classica timbrica di synth bass: questa volta, è il caso di mettere al fuoco altre funzionalità che apparentemente sono considerabili come secondarie. Attraverso il loro impiego, è possibile personalizzare il suono e ampliare significativamente il raggio d’azione dello strumento. Ancora una volta, ci baseremo sul classico funzionamento virtual analog offerto da Roland SH-01 GAIA, confermando – se ce ne fosse bisogno – l’assoluta portatilità su altre macchine delle caratteristiche illustrate.

 

di Enrico Cosimi

Il synth bass che si rispetti è costruito con un solo oscillatore, sparato a tutta manetta dentro al filtro low pass per sfruttare fino in fondo la dinamica e la totale assenza di interferenze distruttive/costruttive, tipiche nelle strutture analogiche con più oscillatori aperti simultaneamente; ma più oscillatori, possono dare maggior peso al suono, a patto che si sappia a cosa rinunciare.

Andiamo per ordine.

Gotharman PitchShaper

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear


E’ un modulo Euro Rack che offre trattamento digitale di pitch transformer/granulation, applicando le informazioni salienti di un segnale “modulator” alle caratteritiche di un segnale “carrier”; non un vero e proprio ring mod, non un vero e proprio granulatore, ma qualcosa di diverso e molto aggressivo nei confronti del segnale passante. Il modulo, che ha bisogno di due segnali simultaneamente per funzionare, è in formato Euro Rack e permette di ampliare in maniera significativa gli orizzonti sonori dei musicisti più coraggiosi.

di Enrico Cosimi

In Gotharman PitchShaper, il segnale audio è processato a 24 bit/44.1 kHz, applicando all’uscita le informazioni di pitch del segnale scelto per il controllo. In questo modo, il segnale audio collegato all’ingresso 1 è analizzato e, da questo, sono estratte le informazioni di pitch che vengono poi applicate al segnale presente all’ingresso 2.

Drone Department (Grendel Modeling)- Seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Drone Department, Tutorial

La scorsa settimana, ci siamo occupati delle funzionalità native offerte dal Grendel Drone Commander prodotto da Eric Archer; una macchina che, oltre ad una notevole dose di fascino hardware, riunisce interessanti e intriganti funzionalità naturalmente vocate alla produzione di drone più o meno tossici. Questa volta, con il beneficio dell’inventario, proveremo a ricostruire/rimodellare il suo circuito utilizzando l’ormai classico linguaggio Clavia Nord Modular G2 Demo Editor che – come già detto milioni di volte – unisce il vantaggio del freeware alla comodità della struttura doppia piattaforma.

di Enrico Cosimi

LE SYNTHE 5

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Il vecchio EMS Synthy AKS è una macchina che ha raggiunto quotazioni spaventose sul mercato del vintage: a fronte di un’oggettiva indisponibilità (gli ultimi esemplari ricostruiti da EMS UK sono sold out da anni e anni), il musicista che volesse dotarsi della storica valigetta, potrebbe trovarsi di fronte a richieste economiche assolutamente lunari, come quella presente in una recente asta comparsa su eBay, o potrebbe passare anni e anni aspettando l’occasione buona…

 

di Enrico Cosimi

 

… o potrebbe rivolgersi, perlomeno temporaneamente, al software, facendo pratica con la logica delle matrici (e, a questo proposito, a breve termine su Audio Central Magazine avremo modo di tornare sull’argomento…) fino al conseguimento di una corretta autonomia operativa. Da questo punto di vista, Le Synthé di Pierre Couprie   è il software giusto.

Frankfurt MusikMesse 2012 – quando i piedi non bastano più…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Frankfurt MusikMesse 2012

Chilometri e chilometri di corridoi; strumenti appostati in ogni angolo, pronti a ghermirti quando meno te lo aspetti… ogni metro deve essere conquistato con fatica, strisciano sulle ginocchia e (tra poco) aiutandosi con i gomiti, mentre il fardello di depliant, nozioni, materiale informativo, curiosità, aumenta vertiginosamente.

Vi sottoponiamo un’ultima sventagliata di anticipazioni, per quello che diventerà argomento di conversazione nei prossimi giorni.

Stay well, stay cozy.

di Enrico Cosimi

Lewitt introduce due nuovi microfoni valvolari high-end

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording

I due nuovi modelli Lewitt LCT 840 e 940 sfruttano la tecnologia valvolare per ottenere prestazioni di elevatissimo livello; particolarmente curati per la ripresa vocali, i nuovi microfoni possono essere utilizzati con profitto nella gestione di strumenti dal largo range dinamico.

 

di Enrico Cosimi

Il modello LCT 840 è dotato di capsula da 1”che offre un solido suono vintage, con cinque pattern polari diversi, selezionabili attraverso switch, bassissimo rumore di fondo e capacità di estesa copertura dinamica. Il body del microfono incorpora una finestra in plexyglass trasparente – impermeabile alle interferenze audio – attraverso la quale verificare il funzionamento del circuito (…elegante sinonimo per indicare “curiosare nell’ammiccante bagliore della valvola”…).

 

 

 

 

 

Il modello LCT 940 è dotato di maggior estensione nella risposta, con possibilità di scelta tra due modi di comportamento crystal e tube; al suo interno, trovano posto le circuitazioni valvolari e FET, per una differenza timbrica sensibile e utilizzabile in diversi contesti. Ci sono nove pattern polari diversi: cinque standard (omni, cardioid, figura di otto, wide e super cardioide), più quattro pattern intermedi.

 

 

 

 

 

You pay what you got.

 

 

FXspansion Tremor

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Tremor è un drum synthesizer che incorpora uno step sequencer per la programmazione dei pattern e una sezione effetti particolarmente agguerrita. Invece di adottare campionamenti o sistemi di sintesi genericamente “impostati”, Tremor sfrutta un cloud oscillator in grado di generare una nuvola di parziali che rispondono ai controlli ricevuti rispettando il comportamento che ha una qualsiasi membrana quando è sottoposta a sollecitazioni esterne.

 

di Enrico Cosimi

 

 

In questo modo, si riesce ad avere un comportamento sonoro variabile con continuità, in base al tipo di timbrica che deve essere realizzata. Ci sono otto motori di sintesi indipendenti, per generare altrettanta polifonia in maniera timbricamente libera.