Posts Tagged ‘yamaha’

Yamaha Workshop: Il Mastering

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Il giorno 24 Ottobre p.v.,  presso la Saint Louis College of Music – ROMA nell’aula di fonia, avrà luogo un interessante e gratuito workshop dedicato alla tecnologia e alle strategie collegabili al Mastering. Frutto della collaborazione tra Yamaha e Steinberg, la politica di divulgazione per eventi che ha luogo grazie a Yamaha Italia sta avendo un notevole riscontro e raccoglie positive valutazioni anche all’estero.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

IL MASTERING YAMAHA STEINBERG

In questo caso, Steinberg e Yamaha si uniscono per presentare un workshop gratuito sulla masterizzazione .
La nota software house presenterà contestualmente il nuovo Wavelab 8, mentre Yamaha sarà di supporto con la nuova serie HS con una configurazione 2+1: HS7 + HS8S.  Il workshop sarà organizzato in due sessioni uguali per dare possibilità a più persone di partecipare. Il relatore sarà, come di consueto, Franco Fraccastoro – product specialist Steinberg e produttore.

Yamaha annuncia un synth-event in diretta streaming!

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Il giorno 25 Settembre 2013 H 18.30, Live dalla sede di Lainate vi presentiamo nel dettaglio i nuovi CP4 e 40 e MOXF6 e MOXF8. Un evento live via web dove saranno presentato al grande pubblico i nuovi prodotti e/o seminari di formazione su Synth e Pro Audio.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

yamaha

Come si segue? Con due passaggi: click sul link e inserimento password. Non servono registrazioni e/o account. Da casa Vostra: su facebook.com/yamahasynthitaly troverete link e password
Dal vostro negoziante di fiducia: potete seguirlo con altri utenti in negozio su TV LED o proiettore dove troverete anche qualcosa da bere . (Elenco dei negozianti che seguono l’evento su facebook.com/yamahasynthitaly).
Durata: l’evento live durerà max 20 minuti. Poi ci sarà la sessione di ascolto da Sound Cloud.
Special guest durante l’evento: Bruno Zucchetti ( Tastierista/Pianista – Pausini Ramazzotti ).
Il link e la password li troverete a breve su: https://www.facebook.com/YamahaSynthItaly

Field Recording: qualche suggerimento dal Musikmesse

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events, Gear

Andare in giro per il mondo catturando segnali audio (minimo in stereo, ma il numero dei canali è lasciato al buon cuore dell’operatore…), per poi immergersi in torride session di campionamento creativo, è una delle cose più divertenti che possano capitare in contesti tecnologicamente consapevoli. Da questo punto di vista, l’ultima edizione del Frankfurt Musikmesse 2013 ha offerto più di uno spunto che – budget permettendo – potrebbe essere messo in pratica nelle prossime stagioni.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456409 alle 11.04.10

Come al solito, parliamo di anticipazioni, con dati tecnici ancora ridotti agli stringati comunicati stampa (certe volte, anche in formato verbale) disponibili nei corridoi della manifestazione; rimane la sensazione che la tecnologia sia uno dei pochi settori ancora (molto) vivace nel campo musicale. Not bad.

Il motore di sintesi secondo Yamaha

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Yamaha ha popolarizzato le notevoli capacità della tecnica AWM2 – Advanced Wave Memory, cioè il funzionamento ROMpler in cui si usano campionamenti e/o forme d’onda precedentemente acquisiti in ROM come sorgente sonora per i successivi trattamenti di filtraggio, amplificazione, articolazione e modulazione. Giorni orsono, ci siamo occupati della versione semplificata della workstation secondo Yamaha: il modello MX61 che, come dicevamo, è concentrato più sull’immediatezza funzionale, finalizzata alla produzione, che non alla programmazione di timbriche ex novo.

Di Enrico Cosimi

mx schema generale

Ma cosa è possibile fare con il motore full function targato Yamaha? Quali sono i paradisi di programmazione offerti al musicista che decida (nell’invidia generale…) di affrontare uno dei diversi modelli di punta della serie MOTIF? Non poche cose…

Yamaha MX61: una workstation semplificata

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dopo aver messo a punto il micidiare motore del MOTIF, Yamaha ha consolidato la propria posizione sul mercato sfornando – con rassicurante regolarità – expander, sintetizzatori e workstation correttamente calibrate sulle necessità del musicista “militante”. Basterebbe controllare statisticamente su quanti palchi è comparsa, compare e comparirà una workstation MOTIF per rendersi conto del preciso riscontro funzionale. Oggi, Yamaha inaugura la serie MX con due modelli a 49 e 61 tasti appositamente disegnati per facilitare la vita  al possessore di project studio con tanto di integrazione DAW.

Di Enrico Cosimi

Schermata 02-2456334 alle 22.07.08

Lo strumento – l’apparecchio in nostro (temporaneo) possesso è la versione a 61 note – possiede cinque ottave synth action sensibili alla key velocity, con un motore in grado di gestire sedici parti timbriche indipendenti; di queste, solo due possono agire sotto controllo diretto della tastiera in split/layer; le altre sono raggiungibili attraverso interazione con DAW esterna. Quale DAW? Si può lavorare con il Cubase fornito in bundle (non è un mistero che, da qualche anno, Yamaha abbia acquisito l’intero blocco commerciale Steinberg…), con Sonar o con Digital Performer e Logic Studio 9.

Inutile dire che, per contenere costi e complessità, si è deciso di tagliare molti angoli, ma la collocazione dell’apparecchio è possibile in diversi “slot applicativi”.

Yamaha Mobile Music Sequencer per iPad

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Disponibile ad un prezzo speciale fino alla fine di Febbraio 2013, il Mobile Music Sequencer rappresenta solo l’ultimo esempio dei forti cambiamenti di filosofia che pervadono le logiche Yamaha (ottimizzazione dei target commerciali professionali, semi pro, consumer, valorizzazione dell’interazione tra uomo e macchina…).

Di Enrico Cosimi

yamaha 1

Il nuovo Music Sequencer permette di gestire e combinare pattern e frasi musicali con un rapido approccio grafico che può poi confluire naturalmente nella struttura seria Cubase by Steinberg.

Yamaha MX61 & MX49

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

I synth della serie MX contengono suoni accuratamente selezionati da Yamaha MOTIF XS.  Con la presenza di connettività USB audio e MIDI, e funzioni di controller per DAW/VST oltre ad una suite di software per la produzione musicale, l’hardware MX è connubio tra l’affidabilità e la flessibilità di controllo. Il nuovo modello MX è disponibile nelle versioni a 61  e 49 tasti.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

 

La serie MX contiene più di 1000 suoni derivati direttamente dalla serie Yamaha MOTIF XS: suoni acustici come il pianoforte, piano elettrico, chitarra e batteria, suoni complessi di synth composti da 8 elementi. La serie MX ha anche un’interfaccia semplice  per la selezione attraverso logica Categorydi nuova progettazione. Ovviamente, è  anche possibile modificare e memorizzare i propri suoni.  I Sintetizzatori MX sono dotati di effetti VCM, che simulano la circuiteria degli effetti vintage. I suoni degli anni ’70 sono “riportati in vita” attraverso la simulazione di EQ vintage, flanger, phaser e wha.

Yamaha TNR-i

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Dopo essere diventato oggetto di culto presso tribù di minimal addicted e, in determinati ambienti, status symbol di riconoscimento per il musicista mondano meccanico, lo Yamaha Tenori-On approda alla versione virtualizzata, pronta per gli iDevices che hanno ormai colonizzato il pianeta. Non è novità dell’ultima ora, ma è comunque un interessante spunto di riflessione per capire come va il mondo.

Perlomeno quello organizzato in una griglia ortogonale.

Di Enrico Cosimi

Il meccanismo è semplice: una griglia 16×16 in cui l’asse orizzontale è (quasi sempre) il tempo che scorre e quello verticale è (quasi sempre) l’intonazione delle note eseguite; accendendo o spegnendo i led nelle diverse posizioni d’incrocio XY, si costruiscono sequenze di valore compositivo particolarmente “grafico”.

Yamaha DX-7: riparliamo di FM e non solo – seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial, Vintage

Grazie al fortuito incontro con una Yamaha DX7 Mk1, casualmente capitata sotto le nostre grinfie, abbiamo l’occasione che aspettavamo per rispolverare la vecchia timbrica FM e verificare, con orecchie targate 2012, se il suono dello strumento in modulazione di frequenza linea fosse veramente – a quasi trent’anni di distanza – così spaventosamente rivoluzionario come sembrava all’epoca.

 

Di Enrico Cosimi

Questa è anche l’occasione per rimettere le mani su un’instant vintage che, prima o poi, finirà per valere una barca di quattrini. Un’occasione ghiotta, insomma…

Yamaha DX-7: riparliamo di FM e non solo – prima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial, Vintage

Quando, all’inizio degli Anni 80, la Yamaha commercializzò la prima versione della Yamaha DX-7, lo shock culturale fu enorme e travolse indifferenziatamente gli ambienti accademici e le fasce più estreme del mondo elettronico: per una significativa serie di motivi, lo strumento incarnava tali e tante innovazioni da rappresentare – come in effetti è stato – una vera e propria pietra miliare nell’evoluzione del suono elettronico.

di Enrico Cosimi

Cosa aveva di così incredibile il nuovo strumento? Oltre alle caratteristiche endogene, utilizzava una serie di soluzioni operative che risultarono – in breve – del tutto rivoluzionarie. Andiamo per ordine.