Yamaha Mobile Music Sequencer per iPad

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Recording, Software

Disponibile ad un prezzo speciale fino alla fine di Febbraio 2013, il Mobile Music Sequencer rappresenta solo l’ultimo esempio dei forti cambiamenti di filosofia che pervadono le logiche Yamaha (ottimizzazione dei target commerciali professionali, semi pro, consumer, valorizzazione dell’interazione tra uomo e macchina…).

Di Enrico Cosimi

yamaha 1

Il nuovo Music Sequencer permette di gestire e combinare pattern e frasi musicali con un rapido approccio grafico che può poi confluire naturalmente nella struttura seria Cubase by Steinberg.

Il flusso di lavorazione prevede la selezione preliminare di una preset phrase – intesa come unità più piccola nell’elaborazione musicale – con possibilità di visualizzarne il contenuto o di sostituirlo/crearlo ex novo inserendo dati musicali in tempo reale o step by step attraverso piano input.

yamaha 4

Dopo aver creato la phrase, si può procedere alla sua suddivisione in segmenti con cui meglio gestire lanci, break, riarrangiamenti e riorganizzazioni. Per mettere in playback una frase, basta toccarla con la punta del dito…

yamaha 5

Fraseggi multipli possono essere organizzati in section secondo un’interfaccia grafica articolati per blocchi verticali che sono riposizionabili attraverso codici di selezione specificabili dal musicista.

yamaha 2

Una successione di sezioni crea la song; il suo assemblaggio avviene attraverso drag and drop di porzioni precedentemente programmate o attraverso sovrapposizioni di dati audio inseriti in real time (o con il già citato piano screen).

yamaha 3

La app fornisce 92 timbriche di qualità professionale con 9 drumkit diversificati; ci sono filtri, inviluppi, effetti e altri parametri di editing semplificato; il livello di ciascuna parte timbrica è gestibile in mix level, reverb, chorus, variation. Il risultato del mixaggio può essere esportato in audio (wave o Soundcloud) o in MIDI file o in standard compatibili con i modelli MOTIF XF, S90SX/S70, MOX6/MOX8, MOTIF XS.

 

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (11)

  • Antonio Antetomaso

    |

    Da quello che ho capito mi sembra che sia la stessa idea alla base di Live! o sbaglio? Se è così è il primo sequencer mobile di quella tipologia per iOS. Niente male.

    Reply

  • gigios

    |

    Sequencer strepitoso, non sarebbe male se lo implementassero sulle prossime Motif.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      di sicuro, lo puoi usare simultaneamente…

      Reply

      • gigios

        |

        Ultimamente sono rimasto a corto di workstation, dopo aver venduto la Kronos, quindi nel caso uscisse una nuova workstation Yamaha, non mi
        dispiacerebbe prendere due piccioni con una fava….
        Sempre che anch’io non diventi un nuovo utente iPad.

        “gomblimenti” per codesto luogo.:-))

        Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    i gomblimenti fanno sembre piagere… :-)

    bisogna valutare quanto hardware deve esserci nella workstation o quanto può pesare l’integrazione H/S nella scelta 😉

    anche se, ormai, quasi tutte le workstation di un certo livello prevedono come minimo un editor esterno con cui semplificare le procedure di programmazione…

    Reply

    • gigios

      |

      Se il sequencer in questione avesse la dotazione “rom ed arpeggi”
      della Motif XF, beh! inizierei a guardare il famigerato hardware con una
      certa sufficienza…..
      Ma non credo al fatto che Yamaha, possa farci tali regali…..
      Anche se noi appartenenti al club degli “anta”, abbiamo sempre una certa
      attrazione nei confronti dell’hardware, con esso abbiamo convissuto per
      così tanti anni….

      Reply

  • robymc

    |

    non riesco ad importare le tracce che mi servono pur seguendo le istruzioni qualcuno sa dirmi perchè o comunque se ha lo stesso problema?

    Reply

  • robymc

    |

    gentilissimo Enrico come ho scritto sopra ho questo tipo di problema e vedo che tu sei molto esperto in materia non riesco ad importare i campioni esterni sul programma per poi inserirli pur seguendo le istruzioni hai mica qualche soluzione anche per me grazie Roberto

    Reply

    • Attilio De Simone

      |

      Ciao, io non posso aiutarti perchè non ho questo software. Hai letto bene il manuale? E l’assistenza Yamaha cosa ti ha detto? Secondo me conviene sempre contattare l’assistenza tecnica. Di solito società come la Yamaha rispondono rapidamente.

      Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      purtroppo, non ho l’esemplare a portata di mano per fare delle prove…

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *