Posts Tagged ‘Waldorf’

Waldorf Pulse 2: qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dopo una lunga attesa, una fugace apparizione all’ultima edizione del Frankfurt MusikMesse e decine di appuntamenti a vuoto, finalmente compare all’orizzonte il tanto desiderato Pulse 2, il sintetizzatore analogico mono/para fonico destinato a confermare – se ce ne fosse bisogno – la sensibilità Waldorf nei confronti delle richieste di mercato. Di seguito, una panoramica sulle succose caratteristiche operative dell’oggetto.

Di Enrico Cosimi

Pulse 1

Dopo il vecchio Pulse e Pulse Plus, affettuosamente nominati die sau e colesterolo per le grassezze timbriche ottenibili, il nuovo modello riprende parte delle nuove sperimentazioni effettuate nel Rocket (su tutti, le possibilità parafoniche assegnate al primo oscillatore) e ripesca parte del patrimonio operativo già disponibile nei vecchi modelli a rack. Questa volta, il cabinet è di tipo tabletop, versione ingrandita del Blofeld (sei encoder contro i quattro), con un ricco corredo di connessioni e un buon display grafico che facilita sensibilmente la programmazione.

Waldorf Zarenbourg – Seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Esaurite le presentazioni di rito, non rimane che discutere delle due funzionalità meno evidenti, più nascoste o – in assenza di editor esterno – meno immediate offerte da Zarenbourg: stiamo parlando di layer e catena effetti.

Di Enrico Cosimi

IMG_3239

Con il termine “layer”, intendiamo la possibilità di sovrapporre due timbriche scelte tra quelle residenti dentro Zarenbourg e dosarle nel bilanciamento di livello in modo da privilegiarne una nei confronti dell’altra. Inutile dire che la sovrapposizione impegnerà il doppio della polifonia, perché ogni nota premuta farà riferimento a due canali di voce.

Waldorf Zarenbourg – Prima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dopo una lunghissima gestazione (anni, e anni, e anni…), finalmente è arrivato in Italia il digital stage piano Zarenbourg by Waldorf. Con la consueta cortesia, Midiware ha acconsentito a lasciarcene uno a disposizione per qualche ora, in modo da poterne trarre delle veloci impressioni sulla resa timbrica, sulla funzionalità e, in ultima analisi, sulla funzionalità dell’apparecchio.

Di Enrico Cosimi

IMG_3232

Diciamo subito che lo strumento non è ancora completo di editor Mac/PC, con il quale sarà possibile customizzare le timbriche intervenendo sui tre motori di sintesi interna; per ora, Zarenbourg è un lussuoso stage piano auto amplificato, che incorpora suoni di grande qualità e funzionalità per il loro semplice impiego customizzato. Non male…

Waldorf NAVE Synthesizer – Waldorf arriva su iPad

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Software

Debbo dire che lo attendevo con ansia. Uscito poco più di una settimana fa: la tentazione di agguantarlo per giocherellarci un po’ era troppo forte!! Di cosa sto parlando? Naturalmente della new entry di casa Waldorf che per la prima volta approda anche al molo degli iDevices e, più precisamente dell’iPad: NAVE.

Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

NAVE, che tutto è fuorchè un mezzo di trasporto acquatico a dispetto del nome, è un sintetizzatore virtuale per iPad che fa uso della sintesi per Wavetable e integra al suo interno tutta una serie di features assolutamente in linea con lo stato dell’arte relativamente al “fare musica con l’iPad” congiuntamente ad un sapiente uso delle gestures con cui si comanda tipicamente questo dispositivo.

Waldorf Rocket Synthesizer: ascoltiamo qualcosa

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Di solito, quando si prova un nuovo sintetizzatore, si tende a lasciarsi prendere la mano dalle peculiarità personali, dalle attitudini e dai gusti, finendo per fare una demo di se stessi e non delle caratteristiche operative dell’apparecchio. Nel caso del Waldorf Rocket, il meccanismo è ancora più pericoloso per il singolare taglio dell’apparecchio: una struttura parafonica, che offre qualche difficoltà all’apprendimento immediato per la spartana implementazione del pannello comandi.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456405 alle 19.53.12

Ci siamo tenuti molto bassi, in questi tre video che vi presentiamo, proprio per concentrare l’attenzione dello spettatore su cosa è possibile tirare fuori – senza spremersi troppo le meningi – dalla micidiale scatoletta nera e verde. Buona visione.

Waldorf Rocket Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

Alloggiato in un compatto scatolotto in plastica, con strategici comandi ospitati sul pannello in lamierino metallico e il classico look sofisticato che, da sempre, caratterizza gli strumenti targati Waldorf, il nuovo Rocket Synthesizer offre funzionalità parafoniche alla portata di tutti. Il prezzo è assai contenuto, l’accoppiata sorgente sonora digitale/filtro analogico colpisce secco e duro, come tradizione Waldorf.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456391 alle 12.37.55

In questo periodo, costellato da realizzazioni analogiche, virtual analog, full digital e – peggio ancora – periodicamente spazzato da nuovi modelli polifonici e monofonici, le domande principali (a parte “quanto costa”) sono sempre quelle:  che tecnica di sintesi è utilizzata? E, quante note può generare simultaneamente? A queste, e ad altre domande, cercheremo di trovare risposta analizzando il funzionamento del simpatico apparecchietto che, detto tra noi, è parafonico. Niente male, nevvero?

ga('send', 'pageview');