Moog Mother-32. Moog Music entra in Euro Rack

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Cose del genere accadono una volta sola ogni secolo. Moog Music, forse il marchio più noto, famoso, blasonato, sferragliante della musica elettronica debutta nel formato Euro Rack con il Mother-32, un sintetizzatore table top semi modulare perfettamente compatibile con gli standard elettromeccanici del popolare sistema pionierizzato da Dieter Doepfer nei lontani Anni 90.

Di Enrico Cosimi

Schermata 09-2457295 alle 19.01.27

Costretti ad un ferreo accordo di non divulgazione, è dalla scorsa tarda primavera che assistevamo al palleggiare di notizie e smentite in riunioni carbonare, con tanto di impermeabili dal bavero alzato, nasi finti, parole d’ordine, eccetera. Ora, finalmente, dopo la fenomenale stupidaggine di un’anima bella d’oltreoceano, abbiamo avuto via libera dalla Casa Madre:  le informazioni ci sono. Ufficiali.

Lo strumento è un table top, semimodulare, dotato di sequencer di bordo e di estese capacità di interconnessione su mini jack sbilanciati da ⅛” – quelli Euro Rack, per intenderci. L’apparecchio è alloggiato in un cabinet di alluminio dotato di regolamentari fianchetti in legno, offre uno step sequencer CV/Gate da 32 passi, con 64 locazioni di sequenza, filtro Moog low pass e high pass in tecnologia transistor ladder, due mixer voltage controlled, un oscillatore con uscita indipendente per le forme d’onda, un oscillatore di modulazione sub audio/audio, ingresso MIDI, conversione MIDI to CV, rumore bianco, una patchbay con 32 punti di connessione e CV jack con 16 possibili sorgenti assegnabili. 

Schermata 09-2457295 alle 19.01.06

Punti di forza

  • Costruzione semimodulare di facile apprendimento e gestione.
  • Sequencer CV/Gate a 32 step, con 64 locazioni di memoria per altrettante sequenze.
  • Filtri Moog Low Pass e High Pass (20-20000 Hz) con Resonance controllabile in voltaggio.
  • External audio input per processare sorgenti sonore esterne.
  • Oscillatore audio Moog con uscite indipendenti per onda Pulse e Sawtooth.
  • MIDI Input con connettore DIN pentapolare e MIDI to CV converter.
  • 32 punti di connessione modulare (con 5 patch cable forniti in dotazione.
  • 2 voltage controlled mixer.
  • Può funzionare perfettamente con il Werkstatt 01, il Minitaur e decine di altri sintetizzatori analogici.
  • Può essere montatao in uno skiff o in un cabinet Euro Rack.
  • Il montaggio occupa 2 o 3 unità verticali, a seconda dell’adattatore 2 Tier o 3 Tier opzionale utilizzato.

Schermata 09-2457295 alle 19.01.01

I moduli in dettaglio

Voltage Controlled Oscillator

  • Singolo VCO con uscite simultanea Sawtooth e Pulse wave (+/-5V).
  • 1V/Oct da 8 Hz a 8 kHz (16k Hz massimo sotto controllo LFO/CV).
  • Panel Frequency Control (+/-1Oct).
  • Selettore per la forma d’onda inviata al mixer attraverso normalizzazione interna.
  • Controllo per la Pulse Width.
  • Ingressi per la FM Linear e Exponential 1V/Oct (/-5V).

Noise

  • Uscita del circuito normalizzata alla porta External Audio Input.
  • White Noise Output (+/-5V).

Voltage Controlled Mixer

  • Effettua Crossfade tra la forma d’onda selezionata in uscita al VCO e l’External Audio Input (normalizzato al White Noise).
  • Mix CV Input (+/-5V).

Voltage Controlled Filter

  • Filtri 20 Hz – 20 kHz Low Pass / High Pass selezionabile, pendenza 24 dB/Oct, tecnologia Transistor Ladder, con Resonance controllabile in voltaggio.
  • Ingresso VCF Cutoff (+/-5V).
  • Ingresso VCF Resonance Input (+/-5V).
  • Uscita VCF (+/-5V).

Voltage Controlled Amplifier

  • Sorgente di controllo selezionabile tra Envelope Generator EG o ON (drone mode).
  • VCA CV Input (0/+8V in EG mode e +/-5V in ON mode, che si sommano ai segnali provenienti dal selettore ON/EG).
  • Output Volume Control (VCA Out e LIne/Headphone Out).
  • VCA Output (+/-5V) e connettore ¼” sul pannello posteriore per Headphone/Audio Output (+/-1.7 picco picco).

Low Frequency Oscillator

  • Square Wave output (+/-5V).
  • Triangle Wave output (+/-5V).
  • Forme d’onda modulanti selezionabili a destinazione sulle sezioni VCO e VCF MOD.
  • Controllo di pannello Rate (.1 Hz – 350 Hz; 600 Hz max).
  • LFO Rate CV input (+/-5V).

Envelope Generator

  • Controlli di pannelo per Attack e Decay.
  • Interruttore Sustain On/Off per i comportamenti single trigger (ADS) o multi trigger (AD).
  • External Gate input (0/+5V; può gestire tensioni da 10V in ingresso).
  • EG output (07.5V).

VCO Modulation

  • Sorgente selezionabile: EG/VCO MOD o LFO (EG è normalizzato al VCO MOD in).
  • VCO Mod Input (normalizzato alla posizione EG/VCO MOD dell’interruttore).
  • Controllo per variare il Modulation Amount.
  • Destinazione di modulazione selezionabile: VCO Pitch, o PWM (la PWM è sommata al valore di PW impostata con il comando di pannello).

VCF Modulation

  • Sorgente selezionabile: EG o LFO.
  • Controllo per variare il Modulation Amount.
  • Polarità di modulazione selezionabile: (+/-).

Voltage Controlled Mixer/Attenuator

  • Circuito Voltage Controlled Crossfader/Mixer per miscelare due segnali con accoppiamento DC.
  • Mix 1 Input (normalizzato a massa).
  • Mix 2 Input (normalizzato a +5V).
  • Mix Control CV input (+/-5V).
  • Mix Output: uscita non invertita (+/-5V).

Multiple

  • Sdoppiatore con 1 input e 2 output di segnale.
  • Mult Input: segnale bufferato.
  • Mult Outputs: 1 e 2.

Keyboard

  • Interruttori configurati per realizzare una ottava musicale con 13 note (nella modalità Step Edit Mode, può essere usata per selezionare, mettere in mute e abilitare gli step di sequenza).
  • Tasti Octave Up/Down con copertura di 8 possibili ottave.
  • Controllo Glide Time.
  • KB CV Output ((+/-5V).
  • Gate Output (0/+5V).

Sequencer

  • Sequencer dual mode con 32 step e 64 locazioni di memoria.
  • Modi Performance:
    • In KB Mode, la tastiera è usata per suonare lo strumento, inserire dati di sequenza e trasporre la sequenza in tempo reale.
    • in Step Mode, la tastiera funziona come interfaccia per lo Step Sequencer ed è utilizzata per abilitare o mettere in mute gli step, aggiornare i dati di nota e selezionare i banchi di sequenza.
  • Ogni step della sequenza include informazioni di: Note Value, Gate Lenght (con possibilità di Tie Note), Rest On/Off, Accent On/Off, Glide On/Off, Ratchet Count (rimbalzi fino a 4 ripetizioni di nota all’interno della stessa durata di sequenza).
  • Controlli di pannello del Sequencer: Tempo, Swing, Run/Stop, Hold e Reset.
  • Ingressi di controllo del Sequencer: Tempo, Run/Stop (utilizzabile anche per il sync), Reset e Hold.
  • Uscite di controllo del Sequencer: KB, Gate, Accent Pulse.

Patchbay

  • La patchbay contiene 32 punti di connessione con jack da 3.5 millimetri.
  • Ingressi disponibili: ExternalAudio, Mix CV, VCA CV, VCF Cutoff, VCF Resonance, VCO 1V/Oct, VCO Linear FM, VCO Modulation, LFO Rate, Mix 1, Mix 2, VC Mix Control, Mult In, Gate In, Tempo, Run/Stop, Reset, Hold.
  • Uscite disponibili: VCA, Noise, VCF, VCO Saw, VCO Pulse, LFO Triangle, LFO Square,VC Mix Out, Mult 1, Mult 2, Assign, EG Out, KB Out, Gate Out.

Uscita assegnabile

  • Uscita di controllo multi funzione, assegnabile a una delle 16 funzioni disponibili: Sequencer Accent, Sequencer Clock, Sequencer Clock/2, Sequencer Clock/4, Decimated “Ramp”, Decimated “Saw”, Decimated “Triangle”, Stepped Random, STEP 1, MIDI Note On Velocity, MIDI Channel Aftertouch, MIDI Pitch Bend, MIDI CC1 Mod Wheel, MIDI CC2, MIDI CC4, MIDI CC7.

Schermata 09-2457295 alle 19.00.56

Caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 12.57” larghezza x 4.21” altezza (con i potenziometri) x 5.24” profondità.
  • Peso: 3.5 libbre.
  • Assorbimento: 2.8 Watt.
  • Alimentatore in dotazione: 100-250VAC, 50-60Hz, +12VDC 1A.
  • Patchbay: 32 connettori da 3.5 mm.
  • Uscita sul pannello posteriore: ¼” Headphone/Out.

Specifiche Euro Rack

  • Assorbimento di corrente: 230 mA (multi connettore a 10 pin).
  • Dimensioni di montaggio: 60 HP.

Schermata 09-2457295 alle 19.00.49

Accessori

KIT-RM-0201: 2 Tier Rack Kit; per montare il Mother-32 verticalmente occupando 2 unità rack di altezza.

KIT-RM-0301: 3 Tier Rack Kit: per montare il Mother-32 verticalmente occupando 3 unità rack di altezza, per il massimo accesso al pannello e alle connessioni modulari.

ACC-CABLE-SET-2: 6” Patch Cable Set; 5 cavi Moog di alta qualità lunghi 6” per patchare il Mother-32 con altre apparecchiature analogiche che usano lo standard Euro Rack da 3.5 mm.

ACC-CABLE-SET-3: 12” patch Cable Set; 5 cavi 5 cavi Moog di alta qualità lunghi 12” per patchare il Mother-32 con altre apparecchiature analogiche che usano lo standard Euro Rack da 3.5 mm.

TRN-01-000-0016: Alimentatore di rimpiazzo.

Empty Moog 60 HP Case: contenitore in alluminio estruso da 60 HP, con fianchetti in legno. Richiede un modulo di alimentazione Euro Rack separato; profondità massima del modulo pari a 1.9”.

ACC-GB-010: Mother-32 Travel Bag; borsa da viaggio, cucita a mano, per portare in giro il Mother-32.

Tags: , , , ,

Comments (27)

  • Alessandro

    |

    Mooolto interessante. Personalmente, mi piace il fatto che sia “seminormalizzato”, cosa che lo rende molto più pratico dal vivo rispetto ad un modulare duro e puro.
    Però se la domanda che mi sorge spontanea è: quanto costerà? Visti certi precedenti della moog, temo che non sarà proprio accessibilissimo…

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    parlano di una cifra “ampiamente” (tutto da interpretare) inferiore ai 600 dollari

    Reply

  • Lorenzo

    |

    Rischia di costare di più la borsa “cucita a mano” :)

    Ottimo comunque! Mi sa che con questo strumento entrerò nel magico mondo Moog

    Reply

  • Camillo

    |

    Visto e toccato lo scorso weekend al Budapest Music Expo….prime impressioni in 3 min di smanettamento in una rumorosa esibizione:

    – ma é piccolissimo! Me lo aspettavo piú grande.
    – Qualitá costruttiva Moog, bello massiccio.
    – scritte sul pannello difficili da leggere a patto di averlo “sotto il naso”, un pó l’etá, un pó la tastiera Akai Midi attaccata ad esso, era complicato leggere a distanza tutte le patch.
    – iniziato lo smanettamento, non ho neanche considerato la tastiera midi, mi sono buttato subito sul Sequencer, e per quel pó che ho sentito…che dire…suono organico, secco, molte modulazioni a disposizione…mi sono divertito per qualche secondo con la Pulse Wave modulabile.

    Pensiero finale, dopo questo brevissimo test: potenziale altissimo, considerando che lo si puó interfacciare “ovunque” in ambito EuroRack e non (purtroppo dovrei ancora capire come interfacciarlo potenzialmente con il mio SubPhatty).

    Alla fine, pensavo…essendo un amante del Detuning….per divertirsi veramente e cacciarne il meglio in ambito Sound Design….ce ne vogliono almeno 2 di questi gioeillini, o tre come Moog ci fá capire offrendo il rack per 3 unitá.

    Reply

  • ric

    |

    Non ho nessuna esperienza modulare o semi ma ho un Voyager XL e Minitaur. Mi potresti aiutare a capire come si differenzia questo semimodulare dai Moog che possiedo e possibilemente come integrarlo. Grazie

    Reply

  • Ric

    |

    Mi piace l’idea Moog di un semimodulare ma avendo un Voyager XL e Minitaur e Sub37, ti chiedo se possa aggiungere varietá espressiva interagendo con tutti o con alcuni di loro e come oppure non giustifica la spesa. grazie

    Reply

  • Marco

    |

    Professore, questo Mother è molto bello!
    Possiedo già un SubPhatty, è possibile farli comunicare?
    Grazie in anticipo!

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    si si, basta avere i cavi giusti: piccoli da una parte e “normali” dall’altra…

    Reply

  • Emanuele

    |

    Vederne montati 3 sul rack dedicato è sicuramente allettante. Sicuramente Moog sta scaldando i motori per qualcosa di ben più grosso per il prossimo NAMM, vista anche l’uscita di produzione del Voyager.
    Come modulo semi-modulare mi sembra più interessante l’MS-20m, che però costa circa il doppio.

    Reply

  • Giovanni

    |

    Enrico secondo te, ammettendo che il prezzo sia effettivamente sotto i 600 dollari…lo consiglieresti a qualcuno che muove i primi passi nel mondo Eurorack (avendo comunque esperienza alle spalle con una base station II e con Software Digitali)? Ciò che chiedo è se è un buon punto di partenza dal quale partire per avventurarmi nell’Eurorack o se mi indirizzeresti verso altri lidi… scusa le tante righe e grazie per le continue chicche!!!

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    calcola che i 600 dollari sono per noi ivati e “importati” parecchio di più… diciamo che finisce per arrivare a 700… in tutti i casi, con la stessa cifra prendi solo un oscillatore DPO

    di sicuro, è un OTTIMO punto di partenza…

    Reply

  • giovanni

    |

    Grazie Enrico !!

    Reply

  • Pietro

    |

    Premetto che non ho alcuna esperienza con questi strumenti ma che vorrei avvicinarmici.
    Non riesco però a capire una cosa (e mi scuso per l’evidente ignoranza): invece di utilizzare la tastiera incorporata (che tastiera non è), posso collegare una tastiera via midi per poter suonare i sound creati, non utilizzando la sua tastiera stand-alone ma pigiando sui tasti. Cioè lo posso usare come un qualunque espander? Scusate ancora per la domanda sicuramente banale ma mi piacciono molto i suoni che ho sentito, mi alletta molto imparare a smanettarci ma, vorrei usare una tastiera tradizionale.
    Grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      si si, il Mother-32 può tranquillamente essere usato con una tastiera MIDI esterna “normale”… :-)

      Reply

      • Pietro

        |

        Grazie per la risposta, sei stai molto gentile e complimenti per la professionalità.
        Non mi rimane che capire se, per iniziare a studiare la sintesi, questo strumento può fare il caso mio.

        Reply

      • Simone

        |

        Salve Professore,
        io ho provato ad usare il minibrute come tastiera esterna al mother 32 tramite il midi ma non va, sicuramente sto sbagliando in qualcosa…XIII

        Reply

  • Astrolabio

    |

    Un buono strumento per droneggiare, oppure basta meno?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      basta anche meno… questo, per droneggiare, è un sistema di lusso :-)

      Reply

  • Fabio

    |

    Buonasera Sig Cosimi ,il mother 32 è controllabile da una tastiera midi ? ne vale la pena ? o meglio puntare a un sub 37 ?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      il Mother-32 può essere pilotato tranquillamente via MIDI; ovviamente, non è paragonabile a un apparecchio che costa TRE volte tanto…

      Reply

  • Vince

    |

    Maestro Cosimi, mi può indicare come collegare due Mother 32, nel PDF Moog non mi è chiaro, se usare le due uscite audio fisiche o altro, sono un neofita ma terribilmente affascinato dal live electronics… complimenti per il suo lavoro…

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      devi portare le uscite KB e Gate del primo agli ingressi ENV Gate e Osc CV del secondo 😉
      buon divertimento!!!

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *