ACUSMATIQ Festival – XII Edizione – Voyage

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Events

Acusmatiq, festival internazionale di musica elettronica elettroacustica e  sperimentale, è giunto alla sua dodicesima edizione, affermandosi come uno dei più longevi festival nazionali del genere. Un evento imperdibile che avrà inizio Venerdì 28 luglio e terminerà domenica 30 luglio, nell’impareggiabile cornice della Mole Vanvitelliana di Ancona.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

ACUXII_cover

Tra giorni ricchi di esibizioni uniche che confermano Acusmatiq come una realtà in continua trasformazione, il cui obiettivo rimane quello di raccontare in maniera trasversale e libera i possibili rapporti tra musica e tecnologia, soffermandosi sulle esperienze di confine, mettendo a confronto gli strumenti e le estetiche del presente con quelle del passato e quelle (possibili) del futuro.

Altri punti fondamentali della filosofia di Acusmatiq sono,: le nuove produzioni legate a forme innovative di produzione e fruizione musicale, il legame con il territorio, sede del distretto storico della produzione di strumenti musicali elettronici italiani e la collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche per la ricerca, i workshop ed i seminari.

Ospiti di Acusmatiq nel corso delle 11 precedenti edizioni sono stati artisti internazionali come Christian Fennesz, Murcof, Howie B, Alexander Hacke, Robin Guthrie, Thomas Brinkmann, Chris Cutler, Biosphere, Chris& Cosey, Mouse on Mars, Alva Noto, Yann Tiersen (in un’inedita formazione elettronica), John Foxx, Mika Vainio, Robert Lippok, Monolake, Byetone, Clock DVA, Otolab assieme a e moltissimi altri, proposto i lavori installativi e performativi di numerosi artisti: dal collettivo Zapruder all’artista americano Phil Niblock.

Il tema di quest’anno sarà il viaggio nel suono ed attraverso il suono, per sua natura un medium che si espande nello spazio raggiungendo letteralmente la fisicità dell’ascoltatore, ma anche un evento che si espande nello tempo, simbolo immateriale del senso di movimento che è sostanza di ogni viaggio.

LIppok Studio

Oltre ai concerti di Plaid, Gletschermusik (Robert Lippok, Lillevan, Askat Jetigen), D’arcangelo, Chris Imler, Carles Lopez, La naturale propensione del festival all’innovazione farà si, che come ogni anno, ci siano degli esperimenti performativi che esplorano tra le produzioni originali di Acusmatiq XII ci sarà SoundTRACK #1 un’installazione sonora in movimento, con la spazializzazione dei suoni affidata ad autovetture.Una prosecuzione/evoluzione dell’esperimento “Frequenze mobili” dello scorso anno. Due saranno le produzioni musicali realizzate appositamente per questa unica, spettacolare modalità di esecuzione, la prima in collaborazione con lo storico gruppo di elettronica inglese The Future Sound of London e l’altra con l’Università Politecnica delle Marche.

ASMOC 02

ASMOC 03 Acusmatiq Soundmachines Modular Circus: la terza edizione di questa spettacolare performance parte dal tema del viaggio e prevede dodici brevi performance di dodici artisti con synth modulari ed una imponente conclusione con l’interconnessione di tutti i sistemi. Il tema di quest’anno, il viaggio, entrerà a pieno titolo nella performance e come motivo di ispirazione nella forma di “musique concrete” di spezzoni di registrazioni effettuate lungo un viaggio in autobus tra Ancona e Roma. Il tutto con la supervisione di Enrico Cosimi.

Come è ormai tradizione, in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche ci saranno incontri e seminari dedicati alle più recenti evoluzioni delle tecnologia applicate alla produzione musicale, in special modo relativi alle innovazioni degli sviluppatori dell’area Marchigiana

PROGRAMMA

Venerdì 28 Agosto – Mole Vanvitelliana – Ancona

Ore 19 – Cortile della Mole – live

SoundTRACK. #1

Concerto acusmatico spazializzato, per automobili ed elettronica. Due spider saranno protagoniste di questo inedito e spettacolare concerto, in cui la diffusione del suono sarà affidata a sorgenti in movimento sulle macchine stesse su di un percorso prestabilito.

L’esplorazione del movimento del suono nello spazio si carica di nuove suggestioni, creando un rapporto assolutamente inedito tra ascoltatore, spazio e musica.  Un apperoccio sperimentale alla proposta musicale rivolto ad ascoltatori curiosi.

Saranno eseguiti:

My Kingdom” di The Future Sound Of London (Special mix degli autori per Acusmatiq)

Acusmatiq è lieto di presentare una collaborazione davvero speciale e molto importante per questa nuova produzione/esperimento del festival

I The Future Sound Of London, uno degli gruppi di musica elettronica inglesi più importanti   degli ultimi decenni , hanno accolto l’invito ai preparare espressamente per soundTRACK una versione a due tracce del brano “My Kingdom” dal loro acclamato e  storico album “Dead Cities” del 1996 Una traccia contiene la sezione ritmica e l’altra tutto il resto e saranno riprodotte in sincronia, in movimento. Così l’apertura del festival sarà una versione “Remixata dal vivo da macchine in movimento” di questo brano intenso ed evocativo.

MODULO12 di Leonardo Gabrielli

Il brano, scritto appositamente per inaugurare la dodicesima edizione del festival, prevede dodici moduli separati, ciascuno dotato di partitura grafica e prescrizioni per l’elaborazione sonora in tempo reale. Questa, nasce con l’idea di emulare alcuni esperimenti vocali di Demetrio Stratos partendo dal motore in vece delle corde vocali, ma viene poi adattata immaginando gli ampi spazi percorsi da un automezzo in viaggio come faringe, atta a modellare il suono d’origine in una lingua inquietante, creando lallazioni di natura concreta che scaturiscono dal connubio attuale tra uomo e macchina.

 

Ore 21.30 – Lazzabaretto Cinema – live

Gletschermusik (Robert Lippok, Lillevan, Askat Jetigen)

in collaborazione con Goethe Institut

Gletschermusik (Glacier Music) è un progetto che nasce su ispirazione dell’artista visivo Lillevan (Rechenzentrum)  ed usa i suoni e le immagini dei ghiacciai che si sciolgono dell’Asia centrale come materiale di partenza e ispirazione. Ghiacciai che sono fondamentali per la sopravvivenza delle popolazioni di quelle regioni.

Il musicista berlinese Robert Lippok (Raster Noton, To rococò rot) ed il  kirghiso Askat Jetigen sono stato invitati a creare  la parte sonora della performance audiovisiva.

Il progetto promuove l’interscambio tra la scienza e le arti, cercando di far riflettere sulla distruzione dell’ambiente incontaminato indotta dall’uomo ed è stato promosso dalle sedi del Goethe Institut di Tashkent e Almaty.

Il CD che è uscito ad Ottobre 2016 è la degna summa di un viaggio di 12 mesi attraverso i paesi dell’Asia centrale nel 2013 scandito da concerti multimediali che sono stati il punto di incontro e dialogo tra artisti, scienziati, nazionalità, generi e tradizioni.

La musica che Robert e Askat hanno creato vibra di un magico equilibrio, ed è un’affascinante miscela tra antica tradizione kirghisa e suggestioni musicali contemporanee. Un affascinante viaggio nel cuore dell’Asia, tra sonorità arcaiche acustiche ed invenzioni elettroniche. Acusmatiq Festival è fiero di presentare questo importante progetto sonoro e visivo.

Ore 23 – Lazzabaretto – live

Chris Imler (DE)

Iconico simbolo di una sottocultura metropolitana che ostenta eleganza formale e decadenza rock’n’roll, creando un personalissimo stile fatto di combinazioni audaci, sperimentazioni, anticonformismo, quasi come se il suo fisico asciutto e nervoso, i baffi sottili e lo sguardo magnetico fossero l’espressione di un preciso modello di glamour.

Chris Imler nella sua carriera musicale ha vissuto da protagonista la scena musicale underground tedesca degli ultimi tre decenni, negli anni 90′ è il batterista della band punk-garage Golden Showers che ascoltata oggi appare come il fenomeno più “selvaggio” di quel decennio, numerose sono le sue collaborazioni con Peaches, Jens Friebe, Maximilian Hecker, Oum Shatt, Puppetmastaz. Con Jorinde Voigt e Patric Catani ha ideato Lemniscate, meccanismo per l’infinito,oltre, e sempre con Catani, a fondare il duo Driver&Driver, elettroclash ironico e danzereccio.

Il progetto solista appare quindi anche come una sorta di diritto all’autodeterminazione: Nervøs è il titolo del suo primo album solista uscito nel 2014 per l’etichetta Staatsakt e prodotto da Schneider TM, un disco provocatorio fatto di arguzia e follia, una miscela di pop tedesco, garage, sintetizzatori punk e campioni electro pads.

Ore 24 – Lazzabaretto – dj set

Brutta Botta dj set a cura di E-Vlam (Rotterdam HOL)

Collettivo creativo in azione dal 1995.Accumunati dalla passione per i vinili e loro utilizzo esclusivo nell’ambito del djsetting,i dj della Brutta Botta gravitano nello spazio della musica elettronica da ascolto e dance.All’attivo collaborazioni musicali (e non) delle più disparate da gruppi emblematici del cyberpunk quali Contropotere e Mutoid Waste Co a personaggi chiave dell’elettronica europea: Passarani2099, Mat101-Jolly Music, Leo Anibaldi, Max Durante, Electric Palomitaz, Victimas del Tekno, Architects of Air, Discipline Label Project, International Karate Punks.

E-Vlam:al secolo Einrich VanVlam.tra i pionieri della Drum’n’bass in Olanda.Al tempo virtuoso del missaggio in vinile, negli ultimi anni é stato folgorato dall’ascesa a livello globale dei nuovi ritmi folk mescolati a standard della braindance,adattando cosí i suoi set a queste nuove correnti che attingono direttamente alla musica tradizionale Sudamericana e del bacino dell’Ergene-Maritsa, ci propone una selezione che spazia nel break, che sugge da ritmi calienti e ipnotici come se passati attraverso una cella frigorifera, che riutilizza oceani di beat andati per creare gelido magma ritmico.

Sabato 29 Agosto – Mole Vanvitelliana – Ancona

Ore 19.00 – Sala box – incontro

MARCHE MUSIC TECH 2017

Seminario di approfondimento sulle tecnologie musicali emergenti

– h 17: Computational Music Processing: le nuove applicazioni dell’Intelligenza Artificiale in ambito musicale (Università Politecnica delle Marche)

– h 18: Lo strumento aumentato: Agumenta, strategie di interazione uomo-macchina (Alessandro Guerri)

– h 18.30: Mood: il nuovo synth iOS di ApeSoft (Prof. E. Giordani, A. Petrolati)

I talk verranno intervallati da performance dimostrative.

Il seminario si prefigge di proporre le nuove tecnologie musicali attraverso i suoi protagonisti locali che, nella tradizione decennale del nostro distretto musicale, sono sempre stati in grado di imporsi sul panorama internazionale con idee e prodotti di grande originalità.

Un’operazione di disseminazione per incuriosire i neofiti e aggiornare gli esperti attraverso momenti dimostrativi e di dialogo con i relatori.

Ore 19.00 – Lazzabaretto – live

Apesoft Mood live ensemble.

Gli autori del nuovo synth software Mood, si esibiranno assieme ad un ensemble di Ipad

Ore 19.30 – Lazzabaretto – dj set

REC Music: Response

Ore 21.30 – Lazzabaretto Cinema – live / ingresso 12 euro

PLAID (Warp Records)

D’ARCANGELO (Rephlex Records)

STEV

Affrontare la musica dei Plaid significa entrare in un universo artistico splendido e sorprendente come pochi. Un’esperienza davvero rara che soprattutto aiuta a capire quali siano realmente le potenzialità espressive più alte della “musica fatta con le macchine”.

Ed Handley ed Andy Turner sono attivi fin dalla fine degli anni ’80, prima come The Black Dog assieme all’ex socio Ken Downie (regalando già alcune gemme seminali) per poi concentrarsi sul progetto Plaid. Autori di dischi considerati unanimemente pietre miliari nell’ambito dell’elettronica (e non solo), vedi “Not For Threes” (1997), “Double Figures” (2001) e “Spokes” (2003), negli ultimi anni hanno via via dedicato sempre più attenzione all’interazione tra musica ed immagini, dando vita a lavori eccezionali come il progetto multimediale “Greedy Baby” (2006), costruito assieme all’artista visuale Bob Jaroc.

Da più di un decennio nomi di punta dell’etichetta Warp, sullo stesso livello di Aphex Twin, Squarepusher e Boards Of Canada, i Plaid sono da sempre ben al di là dell’elettronica più dozzinale o di moda. Contrariamente a molti loro colleghi, Turner e Handley operano infatti in profondità, ragionando non solo su ritmiche complesse e vertiginose ma anche su soluzioni melodiche e armoniche sempre in grado di spiazzare e sedurre in modo non scontato: citazioni che spaziano dal jazz all’avanguardia, dalla classica novecentesca al folk, dalla musica latina a quella asiatica – filtrando il tutto col respiro digitale della techno più creativa e coraggiosa.

D’ARCANGELO (Rephlex Records)

Fabrizio e Marco D’Arcangelo sono il duo italiano più conosciuto della scena IDM/Braindance.

Il loro primo EP su Rephlex li ha legati indissolubilmente all’etichetta inglese, alfieri di quella braindance che ha spopolato nei club intelligenti di tutto il mondo.(Grigio Torino Magazine).

Nati musicalmente nel 1992 muovono i primi passi nella scena Hard Techno con la Hot Trax, una sub label della ACV che negli anni novanta ha dato voce (cosi’ per dire) a personaggi quali Robert Armani e Leo Anibaldi.

Seguono diverse releases con pseudomini diversi per diversificare progetti piu’ melodici quali Automia Division e il progetto piu’ hard industriale Centuria City.

Il primo album nasce sotto l’etichetta Disturbance della Minus Habens, il progetto Monomorph che ottiene un buon successo di critica sopratutto all’estero.

Nel 1996  l’esordio sulla etichetta inglese Rephlex di propieta’ dell’icona in assoluto di questa scena musicale Aphex Twin e Grant Wilson Claridge.

Segue una ininterrotta serie di collaborazioni e la nascita nel 1996 a Londra della etichetta Techno Molecular Recordings e il progetto Intermolecular Forces.

Da allora i fratelli D’Arcangelo hanno sviluppato sonorita’ in puro stile elettronico sperimentale orientato alla Braindance per etichette quali Nature Records, 030303 records, Dub,Disko B, Rephlex, Manga Entertainment, Suction Record, Silverfish e non per ultima la Analogical Forces di Madrid.

STEV

Nato e cresciuto in una città sul mare, affascinato dalla natura e con una forte indole da sognatore, Stèv compone musica che unisce emozioni ed influenze differenti, indagando le svariate sfaccettature tra strumentale ed elettronica, cogliendo ispirazione praticamente da ogni cosa.

Polistrumentista e produttore, costantemente impegnato ad affinare le sue abilità musicali, ha anche studiato come tecnico del suono per consolidare le sue conoscenze tecniche a livello professionale, attratto non solo da melodie ed armonie ma anche dal suono e dalla sua manipolazione: ne derivano brani che uniscono strumenti musicali, strumentazione analogica / digitale, percussioni fatte in casa e field recordings ad un’intricata programmazione elettronica, oscillando tra future sounds e minimalismo strumentale.

Il suo ultimo lavoro si chiama Broken Mamori ed la prima uscita del neonato collettivo artistico Variables, di base a Torino. Il disco è concentrato in sei brani molto intensi ed è stato promosso da Resident Advisor ed XLR8R, mediante la diffusione del singolo Scattered Steams / Dense Water, accompagnato da un intrigante video in computer grafica realizzato dal visual artist Cy Tone.

Ore 24 – Lazzabaretto – dj set

REDD Raval Electronic Dance Department

Domenica 30 Agosto – Mole Vanvitelliana – Ancona

Ore 19.30 – Lazzabaretto – incontro

La presentazione del volume di Enrico Cosimi “Sintetizzatori Virtuali“, ed. Curci.; con la distribuzione gratuita di un estratto a stampa.

Ore 21 – Lazzabaretto  – live

ASMOC 03 The Voyage (from here to eternity)

Acusmatiq Soundmachines Modular Circus

powered by Soundmachines (www.sound-machines.it)

La terza edizione di un esperimento pionieristico che prende spunto dal rinnovato interesse, in tutto il mondo, verso i sintetizzatori modulari.

Una performance composita complessa e spettacolare che mette a confronto in un breve lasso di tempo i più diversi linguaggi della musica elettronica, attraversando generi, stili e convenzioni.

Questa edizione del Modular Circus si modella sul tema del festival, “Il Viaggio”. Le dodici performance saranno introdotte e legate da spezzoni di registrazioni di suoni ambientali  raccolte durante un viaggio in autobus da Ancona a Roma, andata e ritorno.

La testimonianza sonora di un viaggio, che sarà trait d’union delle performance musicali e motivo di ispirazione per i dodici performers, ciascuno con il proprio sistema di sintesi modulare:

  1. Enrico Cosimi aka TauCeti
  2. Fabrizio Regno aka MicFlun
  3. Davide Mancini
  4. Brando Torri
  5. Alina Kalancea
  6. Alessandro Buggio
  7. Alessandro Bonino
  8. Valentin Birgan
  9. Gianni Proietti aka Gattobus
  10. Francesco Trivilino aka Thenoise
  11. Paolo F. Bragaglia
  12. Mauro Maffei

Musica concreta e i field recordings che si uniscono alla sintesi pura e sullo sfondo un omaggio ideale ad Autobahn dei Kraftwerk, forse il più celebre lavoro di musica elettronica che si ispira al viaggio, alla sua suggestione e ai suoi suoni.

Le dodici performance si susseguiranno secondo una sequenza progressiva che ricalca i tempi e le fasi del viaggio Ancona/Roma fino ad approdare ai “fuochi di artificio” conclusivi: un brano conclusivo collettivo con l’interconnessione, attraverso una macchina Soundmachines sviluppata per il Modular Circus, di tutti i sistemi che diventeranno così un unico, gigantesco, sintetizzatore, capace di produrre una massa sonora cangiante, imponente, inaudita.

Direttore del Modular Circus sarà il prof. Enrico Cosimi (Università Tor Vergata e Accademia di Santa Cecilia).

Sponsor della performance è Soundmachines, il marchio italiano che si sta facendo prepotentemente notare nel mondo del synth modulare eurorack e non solo e la RML (Roma Marche Linee).

Ore 23 – Lazzabaretto – reactable performance

CARLES LOPEZ

Il musicista, produttore e DJ Carles López, nato a Barcellona, ​​si è esibito in oltre 40 paesi in ogni genere di evento, club e festival: Sónar (Barcellona, ​​New York), Sziget Festival (Budapest), Ars Electronica (Linz) Kong), Big Day Out (Sydney), Red Bull Academy (Oporto), Ushuaia Beach Club (Ibiza) e al MTV Awards / EMA Europe 2011 (Belfast). Ha composto musica per Alejandro González Iñarritu (Babel, Amores Perros), La Fura dels Baus, Sol Picó Cía de Danza, Marcel.li Antúnez e Sergi Faustino.

Fa parte di Reactable Systems, un gruppo che lavora allo sviluppo di questo straordinario  strumento e, come musicista principale, si esibisce con lo strumento in tutto il mondo. Carles ha anche contribuito a creare Samplr, uno strumento musicale innovativo per iPad. Attualmente è anche parte di Hypnagogia un progetto live duo A / V con Carolina Cabrerizo.

Ad Acusmatiq XII  Carles Lopez presenterà un live set speciale per celebrare i 10 anni di Reactable.

ACUSMATIQ – Electronic Electroacoustic Festival – XII EDIZIONE 

Direttore artistico: Paolo F. Bragaglia

Responsabile Arci: Michele Cantarini

Responsabile tecnico/scientifico: Leonardo Gabrielli

Organizzazione Ancona: Mauro D’Addetta, Mara Polloni

Organizzazione Elcito: Enrico Fiammelli, Agostino Maria Ticino

Promozione: Alessandro Ravaglia, Luca Cardinali, Enrico Fiammelli

Progetto e ideazione grafica: Marco Bragaglia

Impaginazione: Marco Bragaglia

Web design: Simone Pianesi

Sponsor: Soundmachines, Via Vai spa Concessionaria Volkswagen –  Volkswagen Veicoli Commerciali

Partner: Università Politecnica delle Marche, NER.TO, INCAL, Coffeeshirt

Info: ARCI Ancona – 071 203045 – ancona@arci.it

www.acusmatiq.it

www.facebook.com/acusmatiq

info@acusmatiq.it

Tags: , ,

Comments (3)

  • giovanni

    |

    28 luglio – 30 agosto?

    Reply

  • giovanni

    |

    peccato, sarebbe stato bello :)

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *