Posts Tagged ‘clavia’

Roland Kuit Glitch ‘nd Cuts

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Il genio olandese della programmazione continua a stupire i suoi amici e, in particolare, i lettori di ACM, dandoci la possibilità di scaricare un blocco di 50 suoni gliccianti già organizzati e mappati per Clavia Nord Wave. 50 Clavia G2 Glitch ‘nd Cuts è un blocco di dati contenente i sample .wav nudi e crudi e la loro organizzazione per la tastiera Clavia.

Di Enrico Cosimi

Schermata 05-2456440 alle 18.49.34

In questo modo, dopo aver scaricato il file qui, potrete sia aprirlo nell’editor Nord Wave, sia giocare a ricostruire la vostra sample map all’interno di una qualsiasi struttura di gestione audio (da Reaktor in su… e in giù).

Una semplice struttura per fare drone

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Con il termine “drone”, si intende una particolare struttura musicale che non ha bisogno di articolazioni ritmiche e che basa buona parte della sua (ipnotica) comunicativa sui microcambiamenti armonici che, in tempi assai dilatati, intervengono nella configurazione apparentemente immutabile (bello, eh?).

Di Enrico Cosimi

Schermata 05-2456426 alle 12.40.01

Il drone si può fare in milioni di modi; il più semplice – molto Seventies – consiste nel bloccare una nota della tastiera con il cappuccio della penna Bic e, a blocco meccanico effettuato, lavorare lentamente con la frequenza di taglio e la resonance del sintetizzatore.

Clavia Nord Lead 4 – Qualche altro dato…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

Se ne è parlato furiosamente nella settimana che ha preceduto l’edizione 2013 del Frankfurt Musikmesse: molti, compreso chi scrive, avrebbero preferito un Nord Modular G3, altri sognavano un Nord Wave 2. Invece, Clavia ha tirato fuori dal cilindro una sostanziosa versione aggiornata del loro sintetizzatore a struttura preconfigurata. Erede del NL2x e del poco fortunato NL3, il nuovo modello version 4 ha fatto subito parlare di se per le interessanti caratteristiche. Dopo la Fiera, in attesa di una prova su strada, possiamo aggiungere altri argomenti con cui (pre)valutare l’apparecchio.

Di Enrico Cosimi

IMG_1964

Diciamo subito due cose: a) lo strumento non è ancora terminato – la versione definitiva a tastiera è attesa per fine Maggio 2013 e la versione tabletop dovrebbe seguire a tre mesi di distanza; b) lo strumento suona, già da ora, molto bene, con timbrica ampia, aggressiva, che si salda a quella delle ultime generazioni Clavia e che sicuramente non faticherà ad imporsi come nuovo standard.

Nord Drum 2 Modeling Percussion Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

Uno dei punti critici sollevati dal primo modello Nord Drum era la disponibilità di soli quattro canali di sintesi; oggi, la versione 2 porta a 6 le timbriche simultaneamente disponibili ed offre interessanti possibilità d’interazione.

Di Enrico Cosimi

Nord Drum 2 - Nord Pad

Il sound engine di Nord Drum 2 sfrutta i modi Resonance Modeling, Subtractive e FM Syntesis, piuù Noise generation attraverso filtraggio hi, low e band pass. Ciascun canale può essere trattato attraverso effetti di Sample Rate Crush e Non-Linear Distortion.

Clavia Nord Lead 4 Performance Synthesizer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

Il nuovo sintetizzatore targato Clavia incorpora interessanti funzioni timbriche come advanced layering & sync, nuovi modi di filtraggio ed effetti on line. Nord Lead 4 è un sintetizzatore multimbrico a quattro parti con due oscillatori che sfruttano nuove virtualizzazioni in grado di gestire forme d’onda virtual analog, wavetable con campionamenti e formant wavetable per la costruzione di sonorità armonicamente molto complesse.

Di Enrico Cosimi

nl4-angled

Gli oscillatori gestiscono FM e Hard/Soft Sync; si possono mettere in stack fino a quattro oscillatori per voce, in modo da costruire velocemente timbriche carnose e potenti.

To be On, to be OFF, that’s the SWITCH – una lezione di Roland Kuit

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Dopo essere stato a Roma, lo scorso Autunno, per un’intenso seminario sulla sintesi modulare virtuale, Roland Kuit ha deciso di pubblicare – per una cifra praticamente simbolica – il contenuto della sua lezione mettendolo a disposizione di quanti si sentano pronti ad affrontare le complessità della programmazione non convenzionale.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456386 alle 09.14.42

La lezione, il contenuto di questo denso testo didattico, è concentrato sulle funzionalità costruibili attorno al normale funzionamento dello switch, inteso come interruttore (momentaneo o bistabile) che alterna 1 e 0, aperto e chiuso, On o Off – come da titolo.

Model D – il tocco finale

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Concludiamo questa lunga cavalcata nella rimodellazione del Model D – ma, ricchi e spietati come il Conte di Montecristo, torneremo presto alla carica utilizzando Reaktor 5.x… – mettendo a punto gli ultimi particolari rimasti.

Di Enrico Cosimi

Schermata 12-2456280 alle 11.57.00

 

Una delle caratteristiche più oltraggiose del Model D è il suono potente, aggressivo e caratterizzato da sottili (e non tanto sottili…) distorsioni che si verificano in punti chiave del circuito.

Minimoog D: adesso ricostruiamolo. Seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Eravamo rimasti al blocco delle sorgenti sonore – opportunamente privato dell’ingresso per segnali esterni che, nella versione Clavia Demo Editor, potrebbe creare problemi di accessibilità… – ora, è il momento di proseguire nel percorso audio incontrando prima il filtro low pass e successivamente l’amplificatore.

Di Enrico Cosimi

Osserviamo ancora una volta lo schema a blocchi: superato il mixer, le cinque (per noi, quattro) sorgenti sonore entrano nel VCF e, da questo, proseguono per due amplificatori controllati in tensione.

Minimoog D: adesso, ricostruiamolo – Prima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial

Dopo aver perso molto tempo a ragionare sulle prestazioni dello strumento, è il momento di ricostruire il suo comportamento utilizzando un linguaggio di programmazione virtual modular di medio livello, come dire non troppo semplice e non troppo complicato, ma in grado di fornire sufficiente soddisfazione al programmatore volenteroso. I lettori più pazienti avranno già capito che ci riferiamo all’omnipresente Clavia Nord Modular G2…

Di Enrico Cosimi

Per prima cosa, occorre scegliere un tipo di oscillatore che non sia troppo costoso in termini di CPU; gli oscillatori del Model D sono privi di hard sync, non prevedono la FM lineare e non lasciano la possibilità di lavorare con onde impulsive a simmetria variabile (limitando la fruizione a soli tre “tagli” assimilabili con buona volontà al 50%, al 25% e al 10% di simmetria… more or less).