Arturia SPARK 2

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Software

Arturia ha annunciato la versione aggiornata della sua soft drum machine, SPARK 2, come la precedente dedicata alla produzione veloce ed efficace di groove ritmici facilmente configurabili e personalizzabili.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

ScreenMAIN

Nuovo look, nuovo feel e nuove caratteristiche per il meccanismo di produzione; il motore è in tecnologia Virtual Analog, con struttura completamente modulare.

ScreenMODULAR

Le nuove aggiunte di funzionamento comprendono: Oscillator, filter Multimode, filter Karplus Strong, Envelop, LFO, MiniMixer, RingMod e Bode Frequency Shifter. Fino a sei macro per controllare simultaneamente i parametri ritenuti degni di articolazione.

ScreenMIXER

La nuova finestra Mixer offre level, pan, insert e send indipendenti per gli strumenti, con 14 algoritmi di trattamento audio professionali.   La Pattern Window facilita la costruzione ritmica su griglia e, attraverso la Library, si possono velocizzare le funzioni di archiviazione e recupero dei dati precedentemente memorizzati.

ScreenSTUDIO

 

SPARK 2 offre 50 nuovi kit, con un totale di 800 strumenti, che coprono tutti i generi attualmente diffusi (trap, hip-hop, tec house, nu disco, rock, funk, R’n’B, pop, vintage rock, latin, eccetera).

Gli amanti delle sonorità vintage saranno felici di trovare all’interno del package autentici classici della programmazione percussiva come TR-808, 909, 707, 606, CR-78, LinnDrum, Linn 9000, Oberheim DMX, E-Mu Drumulator, Sequential Drumtracks, Yamaha RX5, Simmons SD-V.

ScreenSEQUENCER

I Song Segment possono ora essere configurati e rimpiazzati durante il playback con operazioni semplicissime.   A 129 euro, prezzo introduttivo, può essere irresistibile.

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (2)

  • Ciro Urselli

    |

    Interessante la struttura modulare, non so se già ci sono altre soft drum machine con tale possibilità. La qualità dei suoni che produce risulta molto convincente. Arturia continua a dimostrarsi un ottima sw howse di strumenti virtuali. Ad AudioCentralMagazine e all’autore dell’articolo il plauso per l’ottima e puntuale informazione !

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    strutture modulari dedicate alla percussione, non mi sembra; ma già con kontakt si possono fare TANTE cose…
    comunque Spark 2 è veramente interessante

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *