Apogee Symphony I/O Mk II

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Recording

Gran classe. Gestione dell’audio professionale al top della categoria, senza compromessi. Ovviamente, per un investimento non banale, che già dal vituperato cavo Thunderbolt – come al solito, non in dotazione – fa capire il tipo di spesa che si sta per sostenere.  Non è necessario presentare Apogee, non è necessario ricordare che ormai i loro sforzi sono principalmente concentrati sull’audio, con buona pace del vecchio, caro MIDI; la Mk II ridefinisce diversi standard operativi nel campo delle interfacce multi linea, a partire dalla possibiltà estrema  di configurazione.

Di Enrico Cosimi

Schermata 06-2457556 alle 09.15.45

Fino a 32 percorsi audio bidirezionali, disponibili nei più diffusi formati di connessione digitale presenti nel panorama professionale (Thunderbolt, Pro Tools HD Avid, Waves SoundGrid), con una serie di schede I/O liberamente selezionabili dal musicista (facoltoso) per la configurazione ottimale del proprio sistema.

La latenza di sistema è, in Thunderbolt, pari a 1.35 millisecondi, verificata in Logic Pro X; tutte le funzioni principali sono gestite attraverso touch screen e encoder di pannello – una brezza primaverile – durante le procedure operative. Possibilità di lavorare in configurazione 2×6, 8×8, 16×16, 8×8+8MP direttamente da selezione di listino (le configurazioni possono coprire tre scelte di ingresso e otto preamplificatori microfonici)… Non male! Le compatibilità PT HD e SoundGrid arriveranno nel corso del 2016. E’ richiesto il sistema Mac OS 10.9.5 o superiore. 

 

Scelte, scelte, scelte…

Il “cabinet” vuoto della Mk II può essere popolato con due schede selezionate dall’utente tra quelle disponibili.

SIO-MK2-2x6-20001

2×6

Può lavorare con i formati Thunderbolt e Pro Tools HD. Offre due ingressi bilanciati su connettore XLR, una coppia di connessioni digitali AES/EBU su connettore XLR, ingresso Optical ADAT/SMUX e S/PDIF (otto canali Adat @ 44.1/48, 4 canali SMUX @ 88.2/96, 2 canali SPDIF @96 kHz); un ingresso S/PDIF coassiale (fino a 192 kHz). Il parco uscite è altrettanto interessante: oto uscite analogiche su connettore DSUB 25 pin, connessione AES/EBU XLR, optical out ADAT/SMUX e S/PDIF (con prestazioni indentiche alla sezione In). La latenza è pari a 1.35 millisecondi.

SIO-MK2-8x8-8MP-20002

8×8 

Connessioni analogiche: 8 preamplificatori microfonici incorporati, controllabili digitalmente; 4 ingressi ad alta impedenza su connettore TRS, phantom power selezionabile, soft limit e phase invert; 8 ingressi bilanciati analogici su connettore DSUB 25 pin. Otto connettori insert bilanciati e assegnabili via soft, 8 ritorni su connettore DSUB 25 pin. Oto ingressi AES/EBU su connettore DSUB 25 pin, ingresso ottico ADAT/SMUX e S/PDIF (come sopra). Ingresso coassiale S/PDIF.

Otto uscite bilanciate su connettore DSUB 25, otto insert assegnabili, otto mandate su DSUB 25, connettore AES/EBU per otto flussi audio su DSUB 25, uscita ottica ADAT/SMUX e S/PDIF (come sopra), uscita coassiale digitale S/PDIF @ 192 kHz per due tracce.

Compatibilità Pro Tools HD e Thunderbolt

SIO-MK2-16x16-20001

16×16

Sempre di più… i connettori analogici diventano 16 in entrata e in uscita, sempre su presa DSUB. Connessione Coassiale In/Out su presa RCA. Compatibilità Pro Tools HD e Thunderbolt.

8×8+8MP

Variazione sul tema… tutte le connessioni della 8×8 precentemente elencata, con in più otto preamp microfonici.

Non è tutto: è disponibile una Option Card HD che, in uno slot dedicato, offre connettività Primary Port, Aux USB, Loop In/Out su BNC. Quale che sia la strada da intraprendere, la MK II sarà pronta. 

Home-Default-1030x583-1030x583

La gestione front panel

Il display touch permette di navigare nella gestione dell’interfaccia attraverso un’organizzazione per pagine; si sceglie cosa editare, si tocca quello che si vuole editare e, con il grosso encoder di pannello, si inseriscono i valori richiesti.

La navigazione è organizzata in Home Page, Mic Pre Input, Monitor, Output, Digital I/O, Settings. Anche senza ricorrere al software Maestro, si riesce a gestire il funzionamento della MK II con un minimo di concentrazione e di fermezza d’animo.

Qui

Apogee Symphony I/O

un interessante confronto funzionale tra i tre modelli storici Symphony I/O, I/O MK II Thunderbolt e I/O Mk II HD.

Hai quello che paghi. 

Tags: , ,

Comments (1)

  • glauco

    |

    interessante ma credo che apogee sia leggermente indietro rispetto ad antelope audio con Orion o Goliath, e decisamente più costosa.
    IMHO

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *