Author Archive

FabFilter Pro-C2 Compressor

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Recording, Software

L’aggiornamento del popolare plug-in di compressione Pro-C comprende ora cinque nuovi stili di funzionamento e diverse altre funzioni per il vocal processing, il mastering, EDM pumping, eccetera.

A cura della Redazione  di Audio Central Magazine

fab

Con 149 euro, per Mac OsX o Windows, nei formati VST ⅔, AU, AAX, RTAS e AudioSuite, la nuova versione offre:

Blamsoft Zero Hybrid Synthesizer

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Zero Hybrid è un sintetizzatore Rack Extension per Reason che offre funzioni di FM multiwave e sofisticate tecniche di trattamento audio, con una matrice di modulazione particolarmente flessibile.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

zero 1

Il sistema offre sintesi additiva, sottrattiva, FM e RM con sei oscillatori/operatori multiwave tra loro interconnessi attraverso matrice di modulazione. Ci sono due filtri multi modo per la sintesi sottrattiva; diversi moduli LFO offrono controlli ciclici, insieme agli inviluppi e alle altre sorgenti di controllo. Il segnale viene processato attraverso chorus, delay e riverbero.

Casio amplia la collezione Privia Digital Piano

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

CASIO annuncia un nuovo modello nella linea Privia® PX-360M. Un pianoforte digitale che “trasporta” le performance su nuovi orizzonti.

A cura della Redazione  di Audio Central Magazine

Schermata 08-2457262 alle 14.43.44

PX-360M permette di realizzare  musica con moltissime varianti timbriche, ritmiche personalizzabili, il tutto in uno strumento portatile e facile da usare, grazie anche al display “touch screen” a colori da 5,3 pollici.

VirSyn Emo Chorus per iPad/iPhone

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Harry Gohs presenta una realistica simulazione di coro studiata per lavorare su iPad/iPhone. Il panorama timbrico offerto dalla app spazia dalle semplici emulazioni di poche voci in sovrapposizione alla piena massa corale con 128 esecutori individualmente generati.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

emo 1

Sono calcolate le sottili variazioni espressive dovute a micro modulazioni sul contenuto armonico, sull’intonazione e sull’allineamento ritmico. Emo Chorus può essere usato live su qualsiasi segnale in ingresso, microfono, chitarra, Audiobus e Inter App Audio.

MetaSynth: quattordici giorni per pagarlo poco…

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

MetaSynth 5.4 è un potente programma di sintesi sonora che usa le caratteristiche visive del segno grafico per interpretarle come parametri timbrici. Ispirato dal lavoro di Eric Wenger (chiunque abbia avuto a che fare con Photoshop nelle sue versioni iniziali dovrebbe ricordare questo nome…), il programma si è conquistato un solido posto nel cuore dei sound designer più estremi, anche se il prezzo richiesto ha fatto, in parecchi casi, da filtro in entrata. Oggi, è possibile acquistarlo per una cifra molto più ridotta.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

ISweb

Con 99 dollari, fino al 7 di Settembre 2015, si scarica il programma e si inizia a lavorare tranquillamente disegnando, editando e ascoltando il risultato finale. Se poi si volesse anche sequenziare internamente le timbriche generate, converrà prendere in considerazione il bundle con Xx, per 148 dollari. E se poi, ancora, si volesse spingere ancora più sull’acceleratore della grafica timbrica, può risultare conveniente il bundle con MetaSynth, Xx e ArtMatic a 348 dollari. Volete solo MetaSynth e ArtMatic? Con 299 dollari, passa la paura.

MetaSynth offre sei environment indipendenti (Image Synth, Image Filter Room, Spectrum Synth, Effects Room, Sequencer Room, Montage Room) per la generazione timbrica, ciascuno dei quali può sfruttare in profondità le caratteristiche cromatiche, dimensionali, grafiche dei tratti realizzati o importati da immagini esistenti, per gestire precisi parametri di sintesi/risintesi del suono.

Qui, per avere ulteriori informazioni.

 

Nord Sample Library 2.0

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

La Nord Sample Library 2.0 è una selezione essenziale di campionamenti estratti dal patrimonio timbrico che Clavia (prima) e Nord Keyboards (dopo) hanno messo a punto con realizzazioni originali e con acquisizioni/prestiti da importanti produttori storici (Chamberlin e Mellotron).

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

nord banner

Nuovi campionamenti sono stati aggiunti nelle famiglie Strings, Voice e Folk Instruments. Gli strumenti compatibili con la nuova sound library sono: Nord Stage 2 EX, Nord Stage 2, Nord Piano 2, Nord Electro 2. Tutti gli strumenti, ovviamente, devono essere aggiornati all’ultimo sistema operativo. Il trasferimento dei suoni avviene attraverso Nord Sound Manager disponibile gratuitamente.

Qui, per ulteriori informazioni.

Qui, il Nord Sample Library Archive.

 

Arturia KeyLab 61 Black Edition

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

Arturia ha presentato la versione nera, in quantità numericamente limitata, della potente master keyboard KeyLab61. Con 429 euro, vi portate a casa una tastiera a cinque ottave, più Analog Lab, più Solina V, più Prophet V, più UVI Grand Piano Model D.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

keylab61-be-image

La KeyLab61 offre cinque ottave di tastiera sensibili alla dinamica e alla pressione, due banchi da 10 ncoder, due banchi da 9 fader, 10 interruttori assegnabili, 16 pad sensibili alla dinamica e all’aftertouch. In aggiunta, ci sono 2 encoder clickabili, 6 transport switch, 2 wheel. Le connessioin comprendono MIDI In e Out, USB, Sustain Pedal, Expression Pedal, Aux Footswitch, Breath Controller. La struttura editing permette l’intervento diretto via display 32 dgit sui parametri significativi dei plug-in offerti in bundle.

Qui, per ulteriori informazioni.

 

KORG KRONOS Editor 3.0.0

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Software

Diverse novità sul versante software per la potente workstation. La versione 3.0.0 dell’editor Mac/PC (libermante scaricabile) supporta ora tutte le funzioni del sistema 3.0, con l’accesso al core SGX-2, gli effetti vintage, la Set List potenziata, i nuovi parametri Global, l’assegnazione libera HD-1/EXi per i Program Bank INT, la possibilità di editare liberamete in Program pur rimanendo all’interno di Combi e Song.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

korg_kronos

Il KRONOS Editor/Plug-In Editor 3.0.0 richiede il sistema operativo KRONOS 3.0.3 o successivo. Sono supportate le funzioni di remap factory Program reference e lo Slot transposition display. Sono stati risolti i problemi reelativi a noise e glitch che avvenivano sporadicamente durante le operazioni di USB MIDI e USB Audio transfer.

L’aggiornamento è scaricabile, gratuitamente per gli utenti registrati, qui (nella sezione “Software” (per l’Editor update) e “Operating System” (per il KRONOS update).

 

Saint Louis: 40 anni suonati bene

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Tutorial

Riceviamo e pubblichiamo volentieri. Il Saint Louis, nel cuore di Roma, avvia il quarantesimo anno accademico. Un successo dietro l’altro per la storica scuola di musica moderna romana, ormai al vertice di rapporti internazionali di grande rilievo. E’ infatti la prima e unica Istituzione privata di Alta Formazione Artistica in Italia autorizzata dal Ministero del’Istruzione e dell’Università a rilasciare titoli accademici di primo e secondo livello, quindi laurea triennale e specialistica, uunicum in Italia
A cura della Redazione  di Audio Central Magazine
slmc
Un primato che ha destato grande interesse in tutti i Conservatori europei tanto che in soli 2 anni il Saint Louis ha stipulato ben 40 relazioni bilaterali stabili con 40 diversi Conservatori in Europa per progetti Erasmus, progetti di scambio di allievi, docenti musicisti in visita nelle rispettive Istituzioni per seminari e workshop, concorsi internazionali ideati e promossi dal Saint Louis e veicolati nei più svariati Paesi europei.
Recentissima la notizia che il Saint Louis, con il proprio progetto “Italian Jazz on the road“,  è fra i 9 vincitori del bando straordinario per il Jazz del Ministero per i Beni culturali, su un totale di oltre 100 domande presentate da Enti di tutta Italia, un progetto innovativo che porterà 50 musicisti giovani talenti italiani e la loro musica originale in tutta Europa, coinvolgendo attivamente anche musicisti e studenti europei.
Lo sviluppo del Saint Louis negli anni è stato straordinario. Fondato nel 1976, ha ospitato artisti del calibro di Pat Metheny, Jack Dejohnette, Jim Hall, Joe Pass, Dominic Miller, John Patitucci, Enrico Pieranunzi, Stef Burns, Paolo Fresu, Niccolò Fabi  e centinaia di altri grandi personaggi.  Si è sviluppato fino alla fine degli anni ’90 con una sola sede a Roma che contava 7 aule e circa un centinaio di allievi ogni anno, una realtà di nicchia ma di alta qualità nel Rione Monti di Roma.
Poi, negli ultimi 18 anni, sotto l’impulso della nuova direzione del M° Stefano Mastruzzi, divenuto direttore appunto alla fine del 1998, l’attività è stata rivoluzionata e portata a livelli di eccellenza e avanguardia mai conosciuti prima, sviluppando non solo il Jazz ma aprendo nuovi dipartimenti di Popular Music, Musica per Film, Musica eletttronica e Sound engineering.
Oggi, nel 2015, il Saint Louis ha un corpo stabile di 110 docenti, solo negli ultimi 5 anni sono stati creati altri 24 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato e ospita ogni anno 1.600 allievi provenienti da tutta Italia e da molti Paesi europei ed extra-europei, con un trend di crescita del 6% annuo, incremento costante negli ultimi 8 anni, persino nel periodo di piena crisi internazionale.
Un chiaro segnale che le famiglie italiane credono ancora nella Cultura come migliore forma di investimento per il futuro dei propri figli e non rinunciano pur nelle difficoltà a una formazione di alto livello che possa offrire opportunità lavorative in Italia e all’estero.
Il Saint Louis dispone di 48 aule, 3 studi di registrazione, 3 collane discografiche, una collana editoriale didattica, un’agenzia di Management e produzione, un Centro studi e ricerca all’avanguardia.
saintlouis
Ora, alla soglia dei 40 anni il Saint Louis apre la quarta sede su Roma, sempre nel rione Monti che verrà inaugurata il prossimo 24 settembre 2015; altri spazi, altri orizzonti, altri 800 metri quadri costruiti sopra una domus di epoca romana visibile e visitabile, con studi di registrazione, aule e sale prova a testimonianza di un fermento culturale e artistico in continua ebollizione che per generazioni di ragazzi rappresenta il luogo dove coltivare la propria arte e costruire il proprio futuro, dalla formazione alla produzione fino all’inserimento nel circuito lavorativo.
Guardando al futuro.
Il Saint Louis ha definito gli obiettivi dei prossimi 3 anni, con progetti ambiziosi:
  • aprire un dipartimento dedicato alla musicoterapia, sia come formazione di operatori che come vero e proprio centro per la terapia, che possa portare giovamento nella cura di particolari disabilità e ritardi. Un investimento importante da parte del Saint Louis per una finalità sociale di grande importanza.
  • potenziare Radio Saint Louis per portarla a 3 canali, uno già attivo dedicato al Jazz, uno dedicato alla popular music e un canale interamente concepito per la musica elettronica.
  • internazionalizzare ulteriormente la propria attività, portando 50 giovani talenti in tour per l’Europa e tutto il proprio corpo docente a tenere saggi, concerti e lectio magistralis nei Conservatori di tutta Europa.
  • creare 30 nuovi posti di lavoro per i propri diplomati.
  • supportare 3 orchestre stabili oltre alle formazioni residenti già esistenti.
  • potenziare il dipartimento JUNIOR dedicato ai giovanissimi allievi, parliamo della fascia dai 5 ai 16 anni, attualmente a numero chiuso per soli 100 iscritti, portandola a 300 posti disponibili ogni anno.

La sezione junior del Saint Louis sviluppa già dai 4-5 anni le potenzialità e le attitudini musicali dei bambini con metodologie moderne e attraverso un attento equilibrio fra musica classica e musica jazz-pop, tra studio e divertimento, favorendo in particolar modo da subito il concetto di musica di gruppo, in piccoli Ensemble di giovanissimi musicisti in erba, ensemble che si esibiscono in club e festival, nonostante la tenera età e che sono stati anche ospitati recentemente in note trasmissioni Rai.

Qui, per ulteriori informazioni.

 

Mackie FreePlay

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear

È un sistema di amplificazione personale facilmente trasportabile, alimentato a batteria,  in grado di fornire un suono potente e sull’intero spettro audio sempre e ovunque. Capace di ricevere musica in streaming via Bluetooth, dotato di un mixer digitale completo a quattro canali e di una potente App di controllo per dispositivi iOS e Android, il FreePlay è una soluzione di amplificazione in stereo, subito pronta per un incredibile intervallo di applicazioni.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 07-2457221 alle 16.20.31

 

Sistema di amplificazione stereo completo sull’intero spettro, il FreePlay dispone di un woofer potenza elevata da 8”,  permette il collegamento di microfoni, sorgenti a livello di linea o strumentale e dispone di un mixer digitale a quattro canali per il controllo dei livelli, dell’equalizzazione e di tanti altri aspetti dell’esecuzione. FreePlay è in grado di ricevere musica in streaming da qualsiasi smartphone, tablet o dispositivo dotato di Bluetooth.

 

ga('send', 'pageview');