Posts Tagged ‘Nord Keyboard’

Nord Mellotron Master Tapes

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Software

Nord Keyboard – aka Clavia – annuncia, con il giusto orgoglio, il recupero dei Master Tape usati per realizzare, nei lontani Anni 60, la sound library del Mellotron. La libreria originale è ora disponibile in formato digitalizzato per tutti gli strumenti Nord che possiedono un’area RAM caricabile/organizzabile dall’utente.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

mellotron clavia

In molti casi, si tratta di file audio non più disponibili da molto tempo, sviluppati per clienti del calibro di Yes, Roxy Music, Black Sabbath, Tangerine Dream e altri nomi dello stesso calibro. In aggiunta ai suoni puri, la nuova acquisizione ha portato in luce anche tutti i Rhythm and Fills originariamente registrati per poter essere poi triggerati sulla singola nota.

Nord Mellow Upright Piano Library

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

I possessori di Nord Electro e Nord Stage potranno caricare la nuova Mellow Upright library per i loro strumenti. La serie di campionamenti contiene la mappatura completa ottenuta registrando un pianoforte verticale di ottima qualità, avendo prima avuto cura di rendere più morbido il feltro dei suoi martelletti.

A cura della Redazione  di Audio Central Magazine

Schermata 10-2456958 alle 18.48.39

In questo modo, il timbro che ne risulta è più intimo, rotondo, adatto ad una ballad lenta come ad un’esecuzione che deve risultare priva di asprezze.

Nord Lead 4. Rosso fisso – Seconda parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Qualche giorno addietro, ci eravamo occupati di passare al pettine fino la struttura di sintesi, ovvero l’architettura di voce, del potente Nord Lead 4. Oggi, è il momento di approfondire le funzioni più ampie dell’apparecchio, quelle che permettono di dinamizzare il segnale in morphing aprendo insospettati panorami di performance.

Di Enrico Cosimi

NordLead4-panel_xl

Morphing, questo sconosciuto

Con buona pace dei 10cc e dell’indotto cinematografico, con il termine morphing, si intende la possibilità d’intervento simultanea su diversi parametri che possono essere controllati con escursione e direzione indipendente sotto l’azione di un unico “gestore centrale”. In questo modo, nelle precedenti versioni Nord Lead, era possibile assegnare (ad esempio) Cutoff Frequency, LFO Rate, Modulation Amount e Sustain Level alla variazione di valore impostata muovendo la Modulation Wheel, agendo sul Channel Aftertouch o invocando la Key Velocity.

Nord Electro 4 SW73

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

La nuova versione della popolare stage keyboard offre interessanti espansioni di funzionamento; costruita attorno alla tastiera waterfall semipesata da 73 note, offre ora il doppio della memoria interna – in cui alloggiare le timbriche di Piano e quelle desunte dalle Sample Libraries liberamente scaricabili.

Di Enrico Cosimi

Come consuetudine di aggiornamento Clavia, anche la sezione Organ è stata potenziata, implementando la nuova tecnologia Tone Wheel Engine già sfruttata con profitto nei modelli più recenti C2D – compresa la nuova simulazione 122 Rotary Speaker & Drive.

Nord Electro 4HP e Nord Electro 4D: colpo doppio

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

L’agone delle stage keyboard – degli strumenti concepiti appositamente per risolvere i problemi più comuni dal vivo (piano, organo, piccole parti di sint…) si arricchisce di un nuovo contentente, o meglio della nuova versione di un micidiale contendente che ha già dettato parecchie regole del gioco. Ma è proprio vero che la novità è una sola? In realtà, è una doppia novità…Stiamo parlando del Nord Electro 4HP e del nuovo Nord Electro 4D.

Di Enrico Cosimi

Partiamo dal modello 4HP Come è facile immaginare, l’intera operazione è concentrata sull’allargamento delle capacità simultanee, non su un (ben più costoso) arricchimento hardware; non ci sono quindi gli slider/drawbar che fanno la differenza nel C2D, ma – ancora – i piedaggi della clonazione hammond sono regolabili attraverso le nove file di nove led dei virtual drawbar.

Vediamo i particolari.