Nord Electro 4 SW73

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

La nuova versione della popolare stage keyboard offre interessanti espansioni di funzionamento; costruita attorno alla tastiera waterfall semipesata da 73 note, offre ora il doppio della memoria interna – in cui alloggiare le timbriche di Piano e quelle desunte dalle Sample Libraries liberamente scaricabili.

Di Enrico Cosimi

Come consuetudine di aggiornamento Clavia, anche la sezione Organ è stata potenziata, implementando la nuova tecnologia Tone Wheel Engine già sfruttata con profitto nei modelli più recenti C2D – compresa la nuova simulazione 122 Rotary Speaker & Drive.

Le caratteristiche del nuovo modello parlano chiaro:

  • Tastiera 73 note waterfall semipesata; perfetta per le esecuzioni organistiche, abbastanza pratica per le esecuzioni di tipo pianistico, funzionale per quelle con electric piano e clavinet.
  • Drawbar virtuali realizzati attraverso digital LED.
  • 380 Mb di memoria per i suoni Nord Piano Library e 128 Mb per i suoni Nord Sample Library.
  • C2D Tone wheel engine con tanto di Rotary 122 e Drive simulation – la differenza con il vecchio motore organ è sensibile.
  • Delay effect con tanto di tap tempo regolabile da pannello.
  • Quattro curve di risposta alla dinamica di tastiera.
  • Long Release implementato nella gestione delle timbriche pianistiche.
  • Quattro live location di pannello per memorizzare velocemente le configurazioni di uso più costante.
  • Bundle con Nord Sound Manager 6.x per la gestione del traffico audio digitale tra computer e RAM interna.
  • Gestione MIDI over USB.

Lo street price suggerito è strategicamente posizionato su 1.999 Euro. La disponibilità è prevista per Dicembre 2012/Gennaio 2013.

Qui sono disponibili informazioni dettagliate.

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (7)

  • Antonio Antetomaso

    |

    …..ma manca ancora la String Resonance per le tibriche di piano!!

    Per non parlare della memoria ancora non espandibile, ma questo penso che rimarrà una pia illusione.

    Almeno si potrà caricare il Grand Imperial in versione XL finalmente!! 😉

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    …non vorrai mica che facciano lo strumento perfetto? Poi, come farebbero a vendere altri modelli? :-)

    Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Figuriamoci…è che mi chiedevo quanto possa valere la pena un ipotetico upgrade dalla versione 3. Non è il caso mio, naturalmente. La mia carretta basta e avanza, ancora mi sto asciugando il sudore!

      Reply

  • synthy

    |

    che dire, stasera con un amico abbiamo cazzeggiato e lui era contento assaje del suono mio vecchio roland RD1000, ed in effetti qualcosa da dire ce lo ha ancora, nostalgicamente…

    Reply

  • Enrico

    |

    Anch’io mi chiedo l’utilità di un eventuale upgrade dalla 3.
    Hanno dato qualche spiegazione sul motivo per cui non hanno utilizzato i drawbars fisici (per quanto non veri e proprio drawbars) che invece sono montati sulla NE4D? Cambio di strategia?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      probabilmente, volontà di diversificare i prodotti per fascia di prezzo e necessità di smaltire scorte di magazzino 😉

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *