Doepfer diventa polifonico

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

LI avevamo visti, ancora in forma appena post prototipale, in occasione dello scorso Superbooth berlinese, ora sono entrati a pieno diritto nel corposo catalogo del padre dell’EuroRack e i cinque moduli polifonici permettono non solo di generare strutture simultanee audio/controllo, ma anche di annullare le tradizionali divisioni che, nel mondo modulare, separano il comportamento monofonico da quello polifonico espanso attraverso modulazioni non convenzionali.

Di Enrico Cosimi

unnamed-5

La collezione polifonia è composta da diversi modelli.

A-111-4 Quad VCO offre quattro oscillatori triangle core basati su CEM3340. Ogni oscillatore è dotato di alimentazione indipendente, per garantire la massima stabilità dell’intonazione. I controlli individuali comprendono: 1V/Oct In per la gestione dell’intonazione, Octave switch (-1/0/+1), Tune (con escursione regolabile internamente su 2 semitoni, 1 ottava, 4 ottave), Mod CV In, Mod select (Exp FM-Lin FM-PWM), FM/PWM AMount. Sono disponibili uscite indipendenti per triangle, saw, rectangle, Sync input (la sincronizzazione è selezionabile hard/soft internamente). La sezione master del modulo comprende ingressi complessivi per controllare intonazione 1V/Oct, FM Exp, trasposizione d’ottava, intonazione con gli stessi range individualmente raggiungibili sui quattro oscillatori, uscite audio complessive per le quattro onde triangolari, dente di sega e rettangolare. Dai comportamenti parafonici, alla polifonia vera e propria, passando per i suoni phat con quattro oscillatori opportunamente detunati, il modulo si trova sempre a proprio agio.

unnamed-4

A-105-4 Quad Poly SSI VCF è un quadruplo filtro con dentro quattro SSM2044 integrati in un’unica struttura. Ciascuna sezione offre comportamento 24 dB passa basso; i quattro filtri sono indipendenti come connessioni audio e di controllo, ma agiscono sotto lo stesso corredo di otto comandi di pannello: cutoff freq, Q/resonance FM amount, level input, CVFreq amt, CVFM amt, CVQ amt, CVLev amt. Le connessioni indipendenti comprendono ingresso, uscita, ingresso FM attenuabile. Quattro ingressi di controllo in comune permettono di gestire le quattro frequenze di taglio (con attenuazione), i quattro livelli in ingresso, la quantità di resonance, la fm.

unnamed-3

A-132-8 Octal Poly VCA Contiene quattro circuiti di amplificazione indipendenti come connessioni audio/CV i cui segnali sono forniti in somma monoaurale sull’uscita Sum Out. Ciascuna sezione di percorso è composta da due amplificatori in cascata, il primo con controllo selezionabile lin/exp per la gestione attraverso inviluppo, il secondo solo lineare per la gestione via dinamica o altro modulatore di livello. Due comandi di pannello permettono di applicare tensione 0/+10V agli ingressi Initial Gain del primo amplificatore (GL) o del secondo amplificatore (GX); i comandi smettono di inviare tensione appena si infila un jack in una delle otto prese di controllo.

Le connessioni di ciascuna sezione comprendono In, Out (AC/DC Coupled), Gain L e Gain X. In aggiunta, come già segnalato, c’e l’uscita Sum Out per i quattro segnali sommati insieme.

unnamed-2

A-141-4 Quad Poly VCADSR contiene quattro generatori di inviluppo ADSR indipendenti, controllabili localmente attraverso un unico corredo di comandi Attack, Decay, Sustain, Release (non è possibile differenziare tempi e livelli delle quattro sezioni) o a distanza attraverso quattro tensioni di controllo CVA, CVD, CVS, CVR ciascuna dotata di proprio attenuverter indipendente. Le connessioni comprendono quattro ingressi Gate, quattro uscite di tensione Envelope 1-4, quattro ingressi complessivi per le tensioni di controllo CVA, CVD, CVS, CVR.

unnamed

A-109-5 Polyphonic USB/MIDI to CV/Gate Interface è un’interfaccia USB o MIDI su CV/Gate in grado di gestire simultaneamente quattro canali indipendenti e parallelabili di conversione. Ciascun canale è dotato di uscite indipendenti per Gate e Note CV1 più due altri canali di conversione CV2 e CV3 liberamente assegnabili dal musicista (pitch bend, modulation, aftertouch, MIDI cc). I quattro blocchi possono lavorare in polifonia sotto lo stesso canale MIDI (con assegnazione selezionabili di rotazione, reset, restart e altre gestioni della polifonia), o in monofonia su quattro canali MIDI indipendenti, o in doppia monofonia con due sezioni simultaneamente operative, o in unisono. L’editing e la gestione sono ampiamente facilitate dalla presenza del display di botdo e dai sei tasti di navigazione. Le connessioni digitali comprendono USB, MIDI In e MIDI Thru; le connessioni analogiche comprendono (per 4) Gate Out, CV1 Note Out, CV2 Out, CV3 Out per un totale di 16 porte analogiche.

I prezzi sono perfettamente allineati agli standard Doepfer – no frills e con tutta la solidità necessaria all’uso professionale – e chiamano 400 euro per gli oscillatori, 200 euro per i filtri, 160 euro per gli amplificatori e per gli inviluppi, 300 euro per l’interfaccia MIDI.

Qui e qui, è possibile trovare ulteriori informazioni.

 

Tags: , ,

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *

ga('send', 'pageview');