Yamaha MG06X

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Yamaha ha rivoluzionato una delle sue più popolari serie di mixer analogici, comprendendo al suo interno tagli e dimensioni precedentemente monopolizzati da altri marchi; il risultato si vede e non potrà non soddisfare le esigenze minimaliste di musicisti on the road. Il piccolo MG06X, che ospiteremo presto per una prova su strada, offre un concentrato di divertenti comportamenti.

Di Enrico Cosimi

yamaha 01

Due canali “ufficiali”, dotati di connessione combo XLR + TRS, con possibilità di lavorare tanto su ingresso microfonico (con tanto di pad 26 dB e HPF inseribile a 80 Hz); regolazioni di Input Gain (+20/+40 e -6 +36 di escursione).

Equalizzazione a due tagli High Low, con frequenze a 10000 e 100 Hz, escursione d’intervento a +/-15 dB; regolazione di Livello d’uscita e inserimento on/off per l’effetto di bordo. I due canali possono essere linkati in un unico paio stereofonico o lavorare in completa indipenenza monoaurale. I segnali microfonici possoo sfruttare l’alimentazione Phantom +48V. 

yamaha 02

Altri due canali d’ingresso sono predisposti per la gestione di segnali linea 3-4 e 5-6, utili per collegare tastiere stereofoniche o monoaurali; l’unica regolazione prevista è il volume d’uscita. Il mixer offre due bus audio stereofonici di ascolto, Stereo Out principale e Headphone Out, indipendenti per regolazione di livello. Le uscite sono disponibili in doppio formato XLR bilanciato e TRS ¼”; la presa cuffia è disponibile su connettore TRS ¼”. L’alimentazione 12V è demandata a power pack esterno.

Il processore interno di effetto può realizzare algoritmi di Reverb Hall, Room, Plate o Delay Short, Long, Voice Echo; è possibile regolare il ritorno dell’effetto applicabile ai due canali mono/mic.

E’ disponibile una versione priva del processore effetto, denominata MG06.

 

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (3)

  • mirko

    |

    Buongiorno,
    da alcune ricerche in Internet ho visto che, ad oggi, esistono 3 tipi di connessioni tra una scheda audio e il computer:

    1-USB

    2-FireWire

    3-Ethernet (Audio Video Bridging Systems standard IEEE 802.1BA)

    Qualcuno sa darmi ulteriori informazioni sull’ultimo tipo di connessione?
    In Internet sembra che non esistano ancora delle schede madri con questi tipi di connessione però alcune schede audio già ce l’hanno (vedi Prism Lyra2).

    Io vorrei acqusitare una schede audio hi-end che abbia connessioni USB/Firewire ma, tranne RME, sembra che non ce ne siano in giro.

    Reply

  • Ciro Urselli

    |

    Anche se sul manuale online della Lyra2 è scritto “For future use”. Lo standard 802.1BA dovrebbe essere supportato dalla scrittura di nuovi driver, l’hardware non dovrebbe cambiare. Stay tuned !

    Reply

  • Attilio De Simone

    |

    Vai con l’USB 3.0 che è uno standard conclamato, utilizzabile da subito e che se la gioca con lo standard FireWire (secondo alcuni dovrebbe essere addirittura più rapido). Circa altre modalità di connessione non sappiamo quando e se diventeranno uno standard, se ci sarà richiesta dell’utenza e come lavoreranno i driver all’atto pratico con i software e quali software si adegueranno implementando la ricezione dei suoi driver. Prima di approcciarci ad un nuovo standard conviene sempre attendere e vedere che fine fanno le prime “cavie” che utilizzeranno questa tecnologia.

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *