VirSyn iVoxel 2.5.0

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

E’ una app di vocoder intelligente sviluppata da Harry Gohs e giunta oggi alla sua versione 2.5. Riunisce il comportamento di voice coder/decoder, con l’accoppiamento di contenuto armonico desunto da segnale modulante e frequenza desunta da segnale portante con il comportamento più esoterico di singing machine programmabile. La compatibilità con Audiobus send/receive permette di utilizzare la app all’interno di complessi (e portatili) network di app in simultanea.

Di Enrico Cosimi

iVoxel 01

Cosa c’è di nuovo nella 2.5? E’ presto detto: trasmissione Audiobus con possibilità di filtraggio e ricezione sempre Audiobus con canali separati per Carrier (il segnale portante che fornisce l’intonazione) e Modulator (il segnale che viene analizzato per l’estrazione del contenuto armonico). In questo modo, il messaggio da affibbiare all’esecuzione polifonica può raggiungere iVoxel virtualmente da qualsiasi parte del mondo musicale e, simmetricamente, il valore portante di intonazione può essere generato da altro generatore sonoro.

Anche la grafica è stata ottimizzata per lo schermo allungato dell’iPhone 5. Il motore lavora con 20 canali di analisi/sintesi più due canali dedicati alle regolazioni di estremità banda; il recorder permette di catturare gli spettri vocali voxels anche in assenza di segnale modulante realtime.

Come in precedenza, il musicista può accedere a una libreria di voxels precedentemente realizzate che rendono la app una vera e propria macchina parlante, differenziandola così dalla pratica full realtime del classico vocoder “alla Kraftwerk”.

 

Il segnale portante può essere intonato con tastiera virtuale e sottoposto a drag and drop per gli slide e per il vibrato; il sequencer polifonico di bordo cattura note e allineamento per la scrittura a quattro parti. La generazione dei segnali portanti può sfruttare sessantaquattro forme d’onda residenti, con time warping, gender bender e breath noise dedicati al trattamento del meccanismo modulante.

 

La app è dotata di chorus/delay e riverbero di elevata qualità.

 

 

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (2)

  • Marco

    |

    Come si collega un microfono esterno all iPad e contemporaneamente l’uscita per il mixer

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      se ho capito bene, il problema è gestire l’audio del microfono VERSO l’iPad e contemporaneamente VERSO un mixer per l’ascolto?
      devi usare un’interfaccia audio per iPad (roland, apogee, lexicon con adattatore usb, focusrite, ik multimedia…) e collegare l’interfaccia ANCHE a un mixer esterno

      se invece il problema è collegare il microfono all’iPad e gestire l’uscita audio dell’iPad attraverso sistema di ascolto, dovrai sempre fare i conti con l’uscita main/monitor dell’interfaccia audio che utilizzi; caso per caso, saranno disponibili le connessioni “per ascoltare sulle casse”

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *