Roland Boutique Series – Il sequencer di bordo

Written by Enrico Cosimi on . Posted in no-categoria

Nelle tre macchinette, c’è un sequencer step che può essere usato per programmare fino a 16 pattern diversi. Ciascun apparecchio ha il proprio corredo di parametri personalizzato in base alle caratteristiche serigrafie di pannello, ma il meccanismo operativo è sempre lo stesso.

Di Enrico Cosimi

Schermata 10-2457300 alle 20.21.16

Non essendo questa la sede per riscrivere i manuali di bordo, ci limiteremo a riportare i comandi facendo riferimento al pannello del JU-06 (nel caso dei due apparecchi JX e JP, il nome dei tastini da premere in stile shift potrebbe cambiare).

Schermata 10-2457300 alle 22.08.21

E’ possibile:

  • entrare nel Modo Sequencer premendo simultaneamente i due tastini all’estrema destra del pannello comandi (nel JU, sono marcati Manual e Play/Stop);
  • mettere in Play/Stop il sequencer interno attraverso il tasto con serigrafia omonima.
  • regolare la velocità Tempo agendo con Chorus 2 + Slider C1;
  • regolare l’accensione o lo spegnimento di ciascuno Step agendo sui tasti di pannello (si si, proprio gli stessi tasti con i quali si richiamano i preset);
  • inserire le note desiderate step per step agendo con lo slider C1 del pitch bend (è abbastanza scomodo, lo trovate documentato nel primo video) o premendo il tastino step e suonando la nota sulla tastiera MIDI (molto più pratico, lo trovate documentato nel secondo video);
  • inserire una legatura premendo simultaneamente due tasti step contigui al momento dell’inserimento pitch;
  • inserire un gate time complessivo per tutto il pattern, premendo Chorus 2 (sul JU…) e usando il C2 slider della modulazione;
  • inserire un gate time independente per ciascuno step, premendo il tastino di step corrispondente e lavorando con lo slider C2 di modulazione;
  • selezionare un pattern per il playback con Chorus 2 + il tastino corrispondente, da 1 a 16;
  • scrivere un pattern, con Chorus 1+2 e una lunga pressione sul tastino corrispondente alla locazione desiderata, da 1 a 16;
  • definire il numero di step desiderato, con Manual+il numero da 1 a 16;
  • impostare un valore di shuffle con Manual +1 e poi selezionando il valore desiderato, da 1 a 16;
  • definire la scala del pattern con Manual+2 e i tastini da 1 a 4 per scegliere trentaduesimi, sedicesimi, sedicesimi terzinati, ottavi terzinati; il default è il modo “2”, pari ai sedicesimi;
  • definire l’ordine di lettura degli step con Manual +15 (sono disponibili gli avanzamenti Normal, Even/Odd Reverse, Odd Only, Even Only, Odd Only and Even Only, Even Only and Odd Only, Random;
  • definire il tipo di comportamento assegnato al modo “off” di ciascuno step; con Manual +16, si sceglie il comportamento “off” tradizionale o lo “skip” che elimina fisicamente lo step dalla scansione.

La prossima volta, parleremo dei parametri di sistema.

 

Comments (2)

  • Manfredo

    |

    Professore salve,
    non so se ne ha già parlato, ma desidererei sapere se i sequencer di tutta la serie BOUTIQUE hanno il traspose sia dala loro tastiera che da una MK esterna collegata via midi.
    Grazie mille anticipatamente
    E …. Buon ritorno dalle ferie

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *