Novation Bass Station II – Il manuale utente in italiano. Settima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial

Chiudiamo – grazie al Cielo! – la traduzione del Novation Bass Station II riportando le Appendici, ovvero le parti “marginali” del manuale utente, dove comunque sono localizzabili parecchie informazioni utili. Da non sottovalutare, insomma…

Di Enrico Cosimi

 

BS II front 2

Ancora una volta, il ringraziamento va a NovationMidiware e all’ignoto autore del testo originale. Grazie!!!

APPENDICE      

 

Importare le Patches via SysEx

 

La funzione On-Key permette di salvare tutte le Patches contenute nella vostra Bass Station II su un computer, trasmettendo i dati sotto forma di messaggi MIDI SysEx. Ciò non è molto utile se non avete un modo per caricare le Patches rimandandole nuovamente dal computer al synth.

Oltre a caricare le Patches che potete aver salvato, potreste anche voler caricare nuove Patches che avete scaricato dal sito web Novation. (Ricordatevi di controllare il sito web periodicamente, dal momento che il nostro team di programmatori aggiunge costantemente nuovi suoni grandiosi per farveli usare).

Usate qualsiasi software MIDI avete installato nel computer per caricare le Patches come dati SysEx. Ovviamente, avrete bisogno di conoscere dove avete salvato le Patches sul vostro hard disk.

Quando spedite una singola Patch dal vostro computer, Bass Station II la carica in un buffer di memoria, ma diventa la Patch correntemente attiva – cioè la potete utilizzare direttamente. Comunque, se vi spostate su un’altra Patch del synth, la Patch precedentemente caricata andrà perduta. Se volete trasferire una Patch nel synth e volete salvarla per usi futuri, dovete salvarla nella modalità consueta (vedi “Salvare Patches” a pagina 7). Come con il salvataggio delle Patches modificate, se premete Save, la Patch nella locazione correntemente selezionata sarà cancellata e riscritta. Se volete salvare la Patch appena caricata, scrivendola in una specifica locazione di memoria (numero di Patch), dovrete passare in rassegna le locazioni prima di salvare.

Se inviate un file di libreria Patch completa, sovra scriverete automaticamente tutte le Patch presenti nel synth. Questo è utile – perché vi permette di riportare il synth nelle condizioni originali di fabbrica – ma tenete presente che cancellerà tutte le Patches esistenti, pertanto se non ne avete fatto una copia di sicurezza, andranno perdute.

Agite con cautela!

 

Sync Value table – tabella dei valori di sincronizzazione

Questa tabella spiega cosa mostra il display quando si altera il comportamento Speed/Sync per uno qualsiasi dei due LFO (girando il controllo LFO [25] quando la funzione On-Key LFO:Speed/Sync LFO 1 è impostata su Sync):

tabella

Buon divertimento!!!

 

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Comments (7)

  • pinco

    |

    a quando una demo?

    Reply

  • luca

    |

    ma sul bass sation 2 non è previsto un qualche comando per agganciare la frequenza di taglio ai toni della tastiera, oppure è già impostato così e non si può fare il contrario?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      diversi musicisti hanno notato questo fatto; frequentemente, si è concluso che con sole due ottave di estensione, il comando potesse essere risultato superfluo…

      (mah…)

      Reply

  • Piero

    |

    un’altra mancanza della bass station II secondo me riguarda la scelta di non inserire nell’arpeggiatore gli intervalli terzinati. Avrei fatto a meno dei ‘pattern’ piuttosto

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    devi sempre pensare a chi si rivolge il progetto, a che tipo di produzione lo vedrà principalmente come apparecchio d’elezione…

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    purtroppo, lo “strumento che fa tutto” è difficile da mettere su strada…

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *