Focusrite Scarlett 2i4 USB Audio Interface

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Recording

Inconfondibile, nella sua livrea scarlatta in alluminio anodizzato, la nuova interfaccia audio Focusrite è una 2 in / 4 out su USB che incorpora due preamplificatori Focusrite con cui gestire segnali microfonici e di linea.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Le funzionalità di pannello comprendono i due ingressi combo XLR/TRS, due canali di regolazione Gain con visualizzazione LED tricolore (green, yellow, red) che incorona il comando Gain, selettro Line/instrument, Pad Attenuation.

L’alimentazione phantom +48V è comune a tutti e due i canali; una coppia di LED visualizzano l’attività MIDI e USB. Nella sezione Monitor, è possibile selezionare il comportamento Direct Monitoring Stereo/Mono, regolare il livello di ascolto sul buss principale e – in maniera indipendente – sull’ascolto in cuffia.

Le caratteristiche principali (assai ghiotte) comprendono:

  • preampificatori Focusrite di elevata qualità;
  • range dinamico in uscita superiore a 105 dB sulle quattro uscite – disponibili tanto in formato RCA sbilanciato (quattro uscite)  che TRS bilanciato (due uscite);
  • connessioni MIDI I/O per collegare qualsiasi tastiera a Scarlett;
  • alimentazione su bus USB, anche quando si richiede la 48 V per tenere accesi i microfoni a condensatore;
  • visualizzazione immediata dei livelli audio in ingresso grazie ai due signal halo attorno alle regolazioni di volume;
  • differenziazione d’ascolto tra percorso in cuffia e percorso di registrazione/playback verso Mac/Pc;
  • bundle con la Scarlett Plug-In Suite e, in aggiunta, Ableton Live Lite 8, Novation Bass Station, Loopmaster.
  • gestione audio 2 in / 4 out in formato 96 kHz / 24 bit.

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , ,

Trackback from your site.

Comments (37)

  • Lorenzo

    |

    Io stavo valutando l’acquisto, però avevo un dubbio che forse voi mi potete chiarire.
    Non ho capito se le 4 uscite sono liberamente assegnabili, mi pare di aver capito che delle 4 uscite sbilanciate 2 sono liberamene assegnabili e 2 corrono in parallelo a quelle bilanciate, ho capito male?
    E, un’altra cosa: la 2i4 si aggira come prezzo su 190 €, io a questo punto preferirei investire una cinquantina di euro in più e puntare alla 8i6, c’è qualcosa che mi sfugge che potrebbe rendere la 2i4 più vantaggiosa rispetto alla 8i6 nonostante la poca differenza di prezzo (che so, miglioramenti nella tecnologia, aggiornamenti etc)?

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    le quattro uscite sono liberamente assegnabili 1-2-3-4, quindi puoi far uscire “quattro cose indipendenti simultaneamente”; delle quattro uscite, solo le prime due sono disponibili ANCHE in formato 1/4 “con il jack normale”, per le altre, devi lavorare con i connettori RCA. 😉

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    la 8i6 ha otto ingressi e sei uscite, e i connettori sono tutti jack…
    ovvio che costi di più; se hai bisogno di maggior traffico audio in ingresso e in uscita, ti conviene la 8i6; la 2i4 è “più snella”, fatta per musicisti che lavorano principalmente con due in ingresso e – al massimo – quattro in uscita.

    così a naso, anche vedendo i connettori RCA, ho l’impressione che sia pensata per chi lavora in determinati contesti di produzione musicale elettronica a sfondo IDM… però potrei sbagliarmi 😉

    Reply

  • Lorenzo

    |

    Sì, l’idea era più o meno quella, di sfruttarla per utilizzare il computer in situazioni live, ma essendo molto probabilmente insieme ad altri musicisti in una band sarebbe auspicabile avere almeno un paio di uscite per il click al batterista (e qualcuna in più non fa schifo, diciamo).
    La registrazione sarebbe quasi esclusivamente uno strumento (al massimo stereo) per volta, forse strumento e voce, quindi in realtà per me la 2i4 sarebbe perfetta, però vedendo la differenza di prezzo così esigua stavo valutando se investire un po’ di più.
    Comunque grazie per le risposte 😀

    Reply

  • Federico

    |

    Vorrei chiedere un consiglio sull’acquisto di questa scheda audio. Premetto che non sono pratico in materia, e avrei bisogno di una scheda audio con un budget sui 200 euro per registrare ad alta qualità in casa con microfono a condensatore, perciò semplice voce, e in futuro tastiera. Perciò mi chiedevo se con questo budget questa scheda audio è tra le migliori che si possano acquistare o se ci sono difetti che sconsigliano questo acquisto. Grazie in anticipo

    Reply

  • Denis

    |

    Attualmente possiedo una firewire M-audio 410 che inizia a dare segni di cedimento, a parte il numero di ingressi e uscite, la qualità delle due schede è equiparabile? I Preamplificatori della 2i4 sono migliori secondo voi?
    Grazie.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      scaricati i manuali di ambedue e metti a confronto le caratteristiche tecniche; non è un sistema a prova di errore (di solito, occorrerebbe ascoltare “in pratica”…), ma può aiutare ad orientarsi 😉

      Reply

  • francesco

    |

    Ciao a tutti,
    leggevo in giro che c’è da fare distinzione tra schede native ASIO e invece ASIO. Vorrei sapere se questa supporta nativamente ASIO?
    Grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      la cosa migliore è chiedere all’importatore…

      Reply

  • Attilio De Simone

    |

    ciao Francesco, non facciamo confusione. Tutte le schede fornite di driver Asio sviluppati dal produttore hanno i loro driver appunto nativi. Si chiamano driver non nativi quei driver scritti da terzi per schede audio non provviste di driver Asio. Di solito le schede che non dispongono di driver nativi, sono sempre le schede audio integrate nella scheda madre che vengono fornite di default su pc portatili e desktop e non sono progettate per un utilizzo audio avanzato. Esempio di driver non nativi sono gli Asio4all che vanno bene per molte schede audio integrate. Dal punto di vista tecnico/operativo se i driver non nativi sono scritti correttamente e compatibili con la scheda audio in possesso, essi lavoreranno con la stessa latenza di una scheda fornita con driver nativi. A fare la differenza sono le migliori caratteristiche di schede progettate per l’audio avanzato (maggiore frequenza di campionamento, convertitori ad/da migliori, maggior numero di input e output, ecc.).

    Reply

  • marco

    |

    ciao ho una domanda io ho iniziato ha suonare col pc con un software e controller ho una scheda audio 2 collegata direttamente all’amplificatore e cavo usb al pc adesso vorrei acquistare una scarlett 2i4 e vorrei sapere se anche la scarlett la posso collegare con cavi jack all’allampiflicatore e poi dalla scheda al pc col cavo usb. grazie.

    Reply

  • Fernando

    |

    Salve, ho una scarlett 2i4 ma non ho capito come settarla per registrare un eventuale pezzo mentre lo ascolto al pc. Grazie

    Reply

  • Diego

    |

    Ciao mi sto indirizzando verso una scarlett 2i4. In alcuni forum si legge di 2 problemi.
    1) clipping se la chitarra entra direttamente in scheda
    2) riproduzione del suono di sottofondo switchando tra input e playback

    Puoi aiutarmi a riguardo dandomi conferma o meno? Le notizie che ricavo dai forum sono discordanti

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      non ho a portata di mano l’apparecchio per poter fare prove tecniche, quindi non posso confermare o negare alcunché…

      occorre capire, dati tecnici e fotografie del pannello alla mano, se la diafonia di cui hai letto è collegata alla regolazione di uno switch on/off o collegata a un crossfader con corsa progressiva – nel secondo caso, potrebbe anche trattarsi di una regolazione sballata da parte dell’utente

      controlla, inoltre, LA DATA dei post che riportano errori: di solito, se si tratta di cose gravi, poi interviene la casa produttrice con un aggiornamento software che risolve il tutto – e ogni cosa torna nella normalità (ma, come “netiquette al contrario” ormai in uso, NESSUNO si preoccupa mai di scrivere “ok, problema risolto, tutto a posto” o “scusate, sono io che sono tonto e avevo fatto una cosa sballata”)

      Reply

  • Cristian

    |

    Salve a tutti. Io ho già la scheda in questione. Ciò che sto per cambiare è il notebook. Sapete si può connettere la scarlett ad una porta USB 3.0? oppure sarò costretto a cercare un PC con almeno una porta USB 2.0?
    Grazie.

    Reply

    • Attilio De Simone

      |

      Lo standard USB 3 è retrocompatibile con l’USB 2 e con le periferiche USB 2 dovrebbe garantire anche un piccolo incremento nelle prestazioni delle periferiche con la vecchia tecnologia. Gioco forza hanno dovuto fare la compatibilità altrimenti si sarebbero ritrovati con milioni di periferiche non più utilizzabili.

      Reply

      • Antonio Antetomaso

        |

        Io mi permetto di suggerirti in ogni caso di verificare la compatibilità con USB3.0 sul sito di Focusrite. Con la mia Fast Track Ultra ho avuto una brutta esperienza con l’USB 3.0: la scheda veniva riconosciuta dal sistema operativo ma la qualità audio era pessima con un sacco di glitches in fase di registrazione. E a nulla è servito un adattatore USB 2.0 purtroppo. Collegata ad una USB 2.0 dello stesso computer tutto è filato liscio. Poi ho scoperto sul sito di Avid che su Win 7 e 8 la scheda era dichiarata non compatibile con le porte 3.0.
        Sembra che il problema risieda nel diverso assorbimento di corrente, non correttamente gestito da tutti i dispositivi e, nel mio caso, dalla scheda in questione. Purtroppo, al solito, sulla carta la retro compatibilità del protocollo é garantita….ma quando poi i vendors vanno ad implementare….sigh.

        Reply

        • Cristian

          |

          Confermo il perfetto funzionamento (almeno sul mio PC) della scheda in questione sul bus USB 3.0, sia per quanto concerne la registrazione sia per quanto attiene la riproduzione di file audio e di virtual instruments

          Reply

  • Giovanni

    |

    Ciao Enrico, ti scrivo qui perché sei l’unico che riesce a risolvere sempre i miei dubbi!! Io ho una 2i2, che ai tempi acquistai poiché mi serviva solo per registrare i miei giri di basso. Poi sono arrivati Maschine e Komplete e mi è servita come sorgente audio d’uscita oltre che d’entrata, stessa cosa dicasi per ableton e l’apc mini akai. Oggi che è arrivata anche la Bass Station II e che sto pensando a quale delay analogico aggiungere (più altri effetti eventuali) mi è diventata stretta. Vorrei aggiungere un passaggio che mi permettesse di processare con macchine analogiche tutti i (o alcuni di essi) suoni in uscita e di rimandarli processati all’interno del laptop in cui possano essere registrati da un Daw (tipo Studio One nel mio caso). Qualcosa tipo i Send/return degli amplificatori in cui il suono prima di essere spedito nell’impianto o registrato si fa un giro in qualche processore/effetto. Forse un mixer digitale a pochi canali potrebbe essermi d’aiuto? Esiste qualcosa USB non costosissimo? Dubito di poter risolvere il problema aggiungendo qualche pezzo tra l’uscita dell’interfaccia e le casse…anche se la XmatriX 3×3 Matrix Mixer di Kinetik mi ha fatto un secondo riflettere sulla sua eventuale utilità alla mia causa! Porta pazienza per la lunghezza del commento, ma mi sto scervellando ormai da un paio di mesi!!!

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      hai due possibilità: o prendi una scheda audio con più ingressi – e devi vedere quanto ti costa… – oppure, prendi un mixer analogico buono ma non costosissimo (mi vengono in mente i modelli Mackie serie VLZ) e li usi “per entrare con tutto” nella scheda audio che già hai; ovviamente, nel secondo caso, non puoi indirizzare simultaneamente tante tracce DIVERSE in registrazione…

      Reply

      • Giovanni

        |

        Quindi nel caso del mixer entrerei su un canale con tutto quello che esce dal laptop dai vari plug-in, negli altri entro con le varie macchine analogiche, send/return dei canali con eventuali effetti e infine dall’uscita master entro in un canale della scheda madre. In alternativa nel caso optassi per un’altra interfaccia hai un consiglio su una USB e una FireWire?

        Reply

        • Enrico Cosimi

          |

          prendi la migliore che tu possa permetterti… 😉

          Reply

          • Giovanni

            |

            grazie mille!

            Reply

  • Francesco

    |

    Buonasera,
    vorrei chiedervi cortesemente la soluzione ad un mio problema.
    Utilizzo focusrite scarlett 2i4 e windows 10 con porte usb 3.0.

    Purtroppo quando collego uno strumento o un microfono ad un’entrata sento il suono SOLO alle uscite 1-2. Le uscite 3-4 non funzionano sia nelle cuffie che agli output.
    Nelle impostazioni non riesco a trovare nulla a riguardo di uscite 3-4.

    Potreste cortesemente dirmi perchè e indicarmi una soluzione?

    Grazie!!!

    Reply

    • Attilio De Simone

      |

      Premesso che una lettura del manuale è quasi sempre risolutiva. Nel software che utilizzi per registrare l’audio (wave editor o sequencer) puoi assegnare le uscite audio 3 e 4 alla traccia o alle tracce che vuoi gestire da quelle uscite. Prima di fare ciò, all’interno delle impostazioni del software che utilizzi devi abilitare tutte le uscite della scheda audio, in questo modo le potrai assegnare liberamente alle varie tracce audio del progetto. Ovviamente conviene fare una lettura combinata del manuale della scheda audio e del software che usu per comprendere come fare a impostare le uscite.

      Reply

  • Carlo

    |

    ciao a tutti!
    ho acquistato la scarlett 2i4 2nd gen ma non riesco a sentire nulla..!!
    Ho windows 10 e quindi ho intallato il driver dedicato. Ho impostato dal pannello di controllo (come indicato nel manuale) la scarlett come dispositivo scelto per la riproduzione e la registrazione.. ancora non sento l’audio nè dalle casse nè dalle cuffie.
    La scheda viene rilevata e in cuffia si sente quel “clock” quando la connetto al pc.. ma poi faccio partire una qualsiasi canzone e non si sente..
    idee sul cosa posso fare?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      verifica se su youtube c’è qualche video che documenta la procedura di installazione e regolazione…

      Reply

  • antonio

    |

    buonasera Enrico,
    ho una 2i4, un macbookpro e due casse mordaunt short avant 902i.
    mi si è rotto l’amplificatore.
    cosa consigli ?
    grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      io venderei le casse e prenderei una coppia di monitor amplificati; ormai, ce ne sono di tutti i tipi e di tutti i prezzi (da behringer a salire…); in alternativa, puoi cercare un finale di potenza second hand, yamaha o altro (anche in questo caso, puoi cavartela con una cifra variabile da meno di 100 euro – non sto scherzando… – a salire)

      Reply

  • federico

    |

    Salve. Ho acquistato la 2i4 ma avviando il PC alcune volte la vede e si sente alcune volte non la vede e non si sente nulla e altre volte dice che è connessa ma non si sente nulla.Se cambio la porta USB a volte vedi che si rinstalla correttamente anche se dopo un pò l audio sparisce nuovamente.Dal sito ho anche scaricato il firmware update pensando fosse quello ma niente. Ho disattivato completamente gli altri dispositivi audio e la focusrite compare in pannello di controllo ed in tutti le impostazioni periferiche dei software musicali etc. come predefinita. mi hanno detto anche di aggiornare la scheda grafica per non so quali incompatibilità eventuali ma ad un avvio si sente ad un altro NO. NON SO PIU’ COSA FARE POTETE AIUTARMI.GRAZIE .un paio di volte mi ha anche crashato ilBios .tutto blu poi riavvii e ricomincia la commedia.La vede e non la vede

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      leva la batteria al laptop e alimentalo con la tensione di rete

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *