ABC del Sound Design – Settima parte

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

A questo punto…Immaginate un istogramma, uno schema insomma, nel quale siano tracciate delle righe che collegano estreme condizioni timbriche ben conosciute e riconoscibili all’ascolto quotidiano.

Di EnricoCosimi

Schermata 2016-02-29 alle 19.17.59

Articolazione

C’è una riga che collega il Comportamento percussivo, passa per il Comportamento tenuto, arriva al Comportamento letargico. 

Vi spostate lungo questa riga regolando gli inviluppi di filtraggio, l’envelope amount nel filtro  e l’inviluppo di amplificazione.

Timbro

C’è una riga che collega il Suono cupo, passa per il Suono gommoso, raggiunge il Suono acido, arriva al Suono a stecca (se avete fatto le scuole private presso il Pio Istituto DeSade, invece di “suono a stecca”, potete usare “suono aperto”).

Vi spostate lungo questa riga regolando la frequenza di taglio, la resonance e – con cautela – l’envelope amount.

Timbro, ancora

C’è una riga secondaria che collega il suono di partenza passando da Sonorità sub, toccando i Suoni classici, arrivando ai Suoni aggressivi, finendo con i Suoni penetranti.

Vi spostate lungo questa riga regolando la forma d’onda, da sinusoide a triangolare, a rampa/dente di sega, a quadra, a impulsiva.

Non è male, vero?

La prossima volta, tireremo le somme (parziali) e recupereremo tutto il discorso alla luce del famoso timbro synth bass.

Tags: ,

Comments (2)

  • silvio

    |

    Buongiorno Dott. Cosimi

    a Quando il prossimo tutorial??
    Mi stanno aiutando tantissimo e la ringrazio per questo

    Saluti
    Buon lavoro

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *