Posts Tagged ‘Dave Smith Instruments’

SEQUENTIAL Prophet 6

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Bello è bello, non si discute… Il nuovo sintetizzatore analogico Sequential prodotto da Dave Smith (recentemente rientrato in possesso dello storico marchio grazie alla cortese liberalità Yamaha), è fortemente influenzato dal Prophet 5 che tanti ancora desiderano, con una serie di soluzioni originali che lo rendono originale, interessante e, per molti versi, terribilmente desiderabile.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457048 alle 10.59.45

Basandoci su quello che inizia a circolare in rete e sulle comunicazioni ufficiali, nell’attesa che i primi esemplari arrivino anche dalle nostre parti (si parla di Primavera 2015 inoltrata…), tracciamo una panoramica preliminare dell’apparecchio.

DSI Pro2: un’anteprima

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Da quasi quarant’anni a questa parte, quando Dave Smith si muove (sia per fare sintetizzatori hardware, che software, sia per configurare codici d’interfacciamento), il mondo della musica elettronica ringrazia reverente. Oggi, alla presentazione del nuovo sint Pro 2, la cosa potrebbe ripetersi con puntualità. Tutto sta nell’avere sufficiente pazienza e confermare le positive impressioni preliminari con un bel giro sul primo esemplare disponibile.

Di Enrico Cosimi

DSI Pro 2 front

Il Pro 2 è stato definito da Smith “il più potente mono synth mai concepito” e, per certi versi, gli si può dare ragione – anche se il concetto di mono synth è talmente ampio da poter trovare numerosi appigli pro/contro una simile affermazione. Di fatto, l’apparecchio, visibile nelle immagini e ascoltabile in diversi video che stanno girando sul tubo, sembra veramente irresistibile, anche a fronte di un prezzo che – configurato sui 1800/1900 euro – non sembra destinato alla fascia più amatoriale dell’utenza.

DSI Mopho SE: qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Dave Smith ha realizzato la versione special edition del suo potente analogico Mopho, ovviamente denominate SE. L’apparecchio spreme fino in fondo la sintesi sottrattiva analogica per offrie due oscillatori, con coppia di suboscillatori, filtro quattro poli passa basso, tre inviluppi a cinque stadi, quattro oscilllatori a bassa frequenza, un arpeggiatore e il classico step sequencer 16×4 inaugurato nel vecchio Evolver.

Di Enrico Cosimi

mopho_se_top

In aggiunta, è possibil elavorare con 20 sorgenti e 50 possibili destinazioni di modulazione. La tastiera è a 44 note, come il vecchio Model D, da Fa a Do tre ottave e mezza sopra, sensibile alla dinamica iniziale e al channel aftertouch; nella parte alta del pannello comandi, trovano posto le due wheel per pitch bend e modulation. Un corredo di controlli particolarmente mirato completa la dotazione: non tutti i parametri sono raggiungibili immediatamente, ma quelli buoni sono tutti presenti.