Synchro Arts Revoice Pro 2.5

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Facilita le procedure di double track, ADR e armonizzazione, con completa copertura delle procedure di auto correzione sull’intonazione.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Revoice-Pro-2.5-Screen-Shot-w

L’utente può create Audio Performance Transfer multitraccia, controllando timing e pitch di ciascuna linea esecutiva. L’integrazione con Pro Tools permette di accedere a due nuovi plug-in AudioSuite per facilitare le operazioni. E’ possibile definire indipendentemente i limiti high e low sull’intonazione della traccia guida e delle piste dub. E’ garantita la compatibilità AudioSuite, AAX, VST3 e AU.

Può essere usato anche in standalone attraverso due procedimenti automatizzati di Audio Performance Transfer (APT) e Realistic Double. APT permette il controllo indipendente di timing, pitch, vibrato, inflection e loudness; si può specificare una traccia Guide che serve di modello alle tracce Dub; il procedimento è più avanzato di quello precedentemente messo a punto per il VocAlign.

Il Realistic Double crea, quasi in tempo reale, raddoppi di traccia mono o stereo a partire da un segnale originale, con o senza pitch/time modulation.

Ulteriori informazioni, qui.

Tags: ,

Trackback from your site.

Comments (4)

  • mirko

    |

    Buongiorno a tutti,
    scusate la mia ignoranza ma ho una domanda per voi che forse vi sembrerà stupida:
    se io ho un suono, ad esempio in tonalità D3 e lo inserisco in un campionatore che carica il suono di default nello slot C3, la tonalità che sentirò quando suono il C3 sarà il D3 del campione originale oppure il campionatore, nel momento in cui suono il tasto C3, già mi traspone il campione dalla tonalità originale al C3 della mia nota premuta?

    Grazie a tutti e scusate per l’ingenuità della domanda.

    Reply

    • Attilio De Simone

      |

      CIao, la nota (non la tonalità) che ascolterai sarà il re. Se vuoi che il suono sia ascoltato in modo coerente (suoni sulla tastiera re e senti la nota intonata re) allora devi assegnare il campione alla nota re. A quel punto avrai la piena corrispondenza nota tastiera – altezza nota.

      Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    se carichi una registrazione di D3 mappandola su C3, quando premerai il tasto C3, sentirai l’intonazione originale D3 – perché C3 è la “root key”

    se passi a suonare il tasto D3, sentirai la registrazione suonare UN TONO PIU’ alto e a maggior velocità

    Reply

  • mirko

    |

    Grazie, vi adoro entrambi. Sieti i miei salvatori.

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *