Sputnik Modular Multitouch Keyboard Controller

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Le tastiere capacitive sono l’ultimo – ok, il penultimo grido nel settore della sintesi modulare Euro Rack. Da questo punto di vista, i punti critici sono, come al solito, problemi di lettura nella pressure, eventuali rimbalzi a raffica per la tensione di gate e altre “piacevolezze” che diventano uno standard sgradevole presso costruttori iper-blasonati e iper-sopravvalutati. Non è il caso di Roman Filipov che, con la sua Multitouch Keyboard finalmente ha fatto capire a parecchie persone come dovrebbe essere costruito il materiale tattile Euro Rack per garantire prestazioni professionali e performance prive di brutte sorprese.

Di Enrico Cosimi

sputnik_keybed2 2

L’apparecchio occupa tutta una fila da 84 HP (il prossimo Keyboard Expander, modulo annunciato per gestire al meglio il flusso di dati in emissione dalla tastiera, dovrà per forza di cose trovare spazio in un altro cabinet) e, come tutte le apparecchiature Sputnik Modular, ha bisogno anche del +5V di alimentazione.

L’assorbimento dichiarato è pari a 50 mA sul +12, 40 mA sul -12 e 40 mA sul +5.

Il Multitouch Controller offre due ottave e una terza cromatiche, per un totale di 29 tasti, con possibilità di interpretare fino a quattro note simultaneamente (ciascuna articolata in CV e Gate), con arpeggiatore, sensore di posizione indipendente e comando Hold per il congelamento della lettura note.

 

Tastiera

Le 29 note sono sensibili al tocco (interpretato come pressione/superficie impegnata) e possono essere trasposte a +1 o +2 ottave; il funzionamento può essere monofonico (basta collegare CV 1 e Gate 1 Out rispettivamente a oscillatori e inviluppi da controllare) se il selettore Polyphony è messo su MONO/ARP.

L’arpeggiatore lavora solo in monofonia – nessuna sorpresa, da questo punto di vista.

Se il selettore viene posizionato su Poly, la tastiera trasmette fino a quattro voci (su CV 1-2-3-4 e Gate 1-2-3-4); sul retro del modulo, è possibile definire la priorità di lettura alla prima o all’ultima nota impostata.

Il Latch/Hold permette di congelare le note impegnate lasciandole a tutto vantaggio dell’arpeggiatore di bordo; in questo modo, il musicista non deve rimanere con le dita occupate e può rivolgersi “ad altra manopola”.

 

Arpeggiatore

Può leggere gli intervalli impostati partendo dalla nota più bassa e procedendo verso quella più alta (UP Mode), o al contrario (DOWN Mode) o selezionandole in maniera RANDOM.

La velocità di arpeggio è regolabile con il controllo Time (se si lavora in internal sync) o può essere gestita da fuori in modalità External Sync; in questo caso, basterà inviare trigger, gate o impulsi di clock all’ingresso Trig In.

 

Connessioni analogiche Mono Out

Un gruppo di tre connessioni dedicate permette di gestire in monofonia la tastiera prelevando le tensioni di CV 1, Gate 1 e Pressure. La lettura della pressione è rispettata nota per nota durante l’esecuzione dell’arpeggio; nel comportamento polifonico, la porta Pressure offre una media delle pressioni rilevate.

 

Connessioni analogiche Poly Out

Qui le cose si fanno interessanti: con il selettore Voices, si decide quante voci sono abilitate al funzionamento; è possibile lavorare con 1, 2, 3 o 4 voci simultanee. Ciascuna voce ha la propria coppia di connessioni CV e Gate indipendenti.

Se la tastiera lavora in monofonia, alle uscite CV 2, 3 e 4 è presente la tensione d’intonazione trasposta rispettivamente con +2, +4 e +7 semitoni; praticamente, suonando Do, si ottiene Do da CV1, Re da CV2, Mi da CV3 e Sol da CV4. Non male.

L’uscita ALL PULSES è in OR su tutti e quattro i flussi di Gate in uscita; ma se l’arpeggiatore sta marciando, da questa porta è possibile prelevare un impulso ogni otto prodotti dal clock interno o ricevuti alla porta di clock esterno.

 

Tags: , , , ,

Comments (3)

  • giovanni

    |

    Stupenda. Io però ne ho beccata una “fallata”: 8 tasti (su 29) non inviano tensione in uscita cv dal controllo pressure. E il location sensor fa un po’ le bizze dando dei picchi random in uscita cv.
    Testata in mille modi, tutto conclamato ahimè.
    Attendo news da Sputnik.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      la mia è perfetta
      contatta Giovanni (se l’hai presa da Funky Junk)

      Reply

      • giovanni

        |

        Si Enrico, ho avuto sfortuna immagino.
        Già sentiti FJ e Sputnik, tutti disponibilissimi :)
        Sputnik mi conferma che il modulo non funziona correttamente, a breve me lo sostituiscono.

        Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *