Searchsound Fatcore & Cy-Clone

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Mai con in questo periodo, l’agone dei produttori analogici è affollato di nuovi contendenti che, a colpi di strumenti a volte irresistibili, si danno da fare per mettere in pericolo bilanci familiari e budget faticosamente conquistati. Searchsound mette in campo un potente sistema semimodulare (Fatcore) e un versatile step sequencer (Cy-Clone) destinati a smuovere interesse.

Di Enrico Cosimi

fatcore

Partiamo dal sintetizzatore. Factore è un sint analogico semimodulare, installato in un cabinet rack alto quattro unità e dotato di diversi circuiti pronti all’uso. La struttura di base privilega l’installazione dei controlli nella fascia alta del pannello, lasciando la fascia bassa per le connessioni audio e cv/gate in formato minijack. Sul retro dell’apparecchio, trovano posto ingresso ed uscita audio, la porta MIDI e il mini dip switch con cui regolare il canale MIDI.

fatcore

I moduli disponibili comprendono:

  • Due oscillatori controllati in voltaggio, in grado di generare simultaneamente onde dente di sega, impulsiva a simmetria variabile, triangolare e sinusoide; ciascun oscillatore prevede i comportamenti di hard sync e soft sync variabile (quest’ultima tecnica non interrompe il ciclo della forma d’onda schiava, evitando la formazione di armoniche spurie); è possibile lavorare in FM esponenziale (due ingressi CV, il primo non attenuato, il secondo attenuabile) o FM lineare, con accoppiamento selezionabile AC/DC. La simmetria dell’onda impulsiva è regolabile da pannello o automatizzabile attraverso tensione esterna sui due ingressi dedicati. La frequenza si regola con Octave offset (+/-2 ottave) e fine tune. La fondamentale può coprire il range 15 Hz-8 kHz. Lo standard è, ovviamente, 1V/Oct.
  • Un mixer audio con cinque ingressi, quattro regolabili e il quinto non attenuato, in modalità unity gain.
  • Un filtro passa basso 24db/Oct risonante; dotato di controlli per cutoff, resonance, envelope amount e CV1, possiede ingresso e uscita per il segnale audio (ci mancherebbe…) e tre ingressi indifferenziati per la regolazione della frequenza di taglio: il primo attenuabile e gli altri due a pieno livello; un quarto ingresso è dedicato alla tensione d’inviluppo e può essere scalato con l’apposito comando Envelope Amount.
  • Un amplificatore controllato in voltaggio, con initial gain, envelope amount e output volume. Le connessioni prevedono VCA In per il segnale audio, CV1 input per il controllo non attenuabile di livello e Envelope In per il controllo attenuabile.
  • Due generatori d’inviluppo ADSR, con controlli indipendenti per i quattro + quattro stadi, ingressi Gate In e uscite Env Output liberamente patchabili.
  • Un ring modulator per la combinazione x+y x-y dei segnali collegati ai due ingressi del circuito; i controlli comprendono regolazioni di volume per gli ingressi e per l’uscita combinata. Tre connessioni X e Y input, ring output.
  • Due LAG Generator indipendenti, regolabili in range long/short di trattamento segnale e dotati di controlli per le traiettorie di portamento lineare e logaritmico; connessioni indipendenti in ed out.
  • Due multipli a quattro vie, per la triplicazione dei segnali audio o di controllo, alla volta delle destinazioni ritenute più necessarie.
  • Un modulo combinato Sample & Hold più Noise, con regolazione di S&H Rate, Amplitude e Offset (un led segnala la velocità di ciclo), selezione del clock interno o esterno, uscita di controllo e ingresso per eventuale segnale clock esterno. La sezione Noise offre uscite roaring, white, grainy, digitale e random gate dedicata. Non è possibile collegare segnali audio diversi dal noise all’ingresso S&H.
  • Due LFO indipendenti, con regloazioni di Rate e Shape separate; le forme d’onda possono essere saw-triangle-ramp e impulsiva-quadra, come in altre classiche apparecchiature analogiche. Il range di frequenza è regolabile, indipendentemente, low, mid o high; ciascun LFO possiede un led di segnalazione per la frequenza e una coppia di uscite dedicate alle due famiglie di forme d’onda.
  • Una interfaccia MIDI dedicata, con conversione CV1, CV2, Gate e Velocity Gate (questi ultimi due segnali sfruttano led di segnalazione).

cyclone

Cy-Clone è il sequencer step analogico a due canali su 16 passi indipendenti. Le sue caratteristiche tecniche comprendono:

  • Architettura a doppia linea di controllo; tecnicamente parlando, Cy-Clone è un 16×2.
  • Ciascuno step è dotato di: router per lo smistamento del Gate/Trig su uno di due possibili bus di uscita (in questo modo, è facile costruire pause e incastri ritmici tra le due file), controllo di tensione CV1 e CV2.
  • Su ogni uscita CV, è disponibile un regolatore di Portamento indipendente.
  • Ciascuna fila offre uscite sdoppiate Gate/Trig e CV su due uscite 1-2 e 3-4.
  • La lunghezza della sequenza può essere dimensionata a piacere tra 5 e 16 step; sotto a 4 step, non è possibile scendere come lunghezza.
  • Tasti di pannello dedicati a Run/Stop (gestibile a distanza con ingresso External Start), Back step, Forward Step (utili durante la programmazione e affiancati all’ingresso di controllo Clock In), Reset.
  • Selezione del clock interno, MIDI o External ricevuto all’ingresso dedicato sul pannello frontale.
  • Connessioni di controllo bidirezionali per Clock In/Clock Out, External Start, Divider Out.
  • Divisore di frequenza applicabile al Clock MIDI (1/1, ½, ¼, ⅙, ⅛).
  • Speed regolabile, con led di segnalazione, selezione di modo Reverse, Reset, Stop, 16 Step, Random.
  • Sul pannello posteriore, oltre alla porta MIDI In/Out, è presente l’uscita di Sync TTL 24 ppq in classico stile Roland su connettore pentapolare din.

SEQ FACE_b

Un video, non particolarmente esaltante, è disponibile qui.

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Comments (2)

  • Bach

    |

    In effetti ero molto incuriosito da come questa macchina suonasse, ma il tipo del video ha fumato fale ultimamente, quindi non sono riuscito a farmi una idea delle caratteristiche timbriche.
    Sul prezzo si sà qualcosa ?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      ancora niente sul prezzo…

      concordo nella valutazione negativa del video: non è che proprio ti faccia venire voglia di comprare il sint :-)

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *