Piccolo dizionario KORG MS-20 : Synth Generico

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Tutorial

Dicebamus… le differenze di terminologia e i funzionamenti del KORG MS-20 (macchina pionieristica, appartenente ad un’epoca di scarsa standardizzazione tecnica) nei confronti delle procedure di nomenclatura abituali. Ieri abbiamo parlato del Control Panel; oggi, passeremo velocemente in rassegna il Patch Panel.
Di Enrico Cosimi

Schermata 08-2457239 alle 17.50.21

Per navigare attraverso il Patch Panel, procederemo per righe orizzontali, da sinistra in alto verso destra in basso. Buona navigazione.

Schermata 08-2457239 alle 19.05.15

Porta TOTAL: influenza quasi tutti i circuiti audio del MS-20 (seguite le frecce serigrafate), inviando il controllo bipolare ad esso collegato alla frequenza dei due oscillatori VCO 1 e 2, alla frequenza di taglio del filtro High Pass e del filtro Low Pass. Ovviamente, gli indici di modulazione, cioè l’intensità dei trattamenti, saranno regolabili indipendentemente per la coppia di oscillatori e per ciascuno dei due filtri usando i tre potenziometri MG/T.EXT visti in precedenza.

Porta FREQ: invia il segnale di controllo bipolare ad essa collegato alla gestione dell’intonazione di tutti e due gli oscillatori VCO 1 e VCO 2. La sua ampiezza di funzionamento è regolata con il potenziometro EG1/EXT visto in precedenza.

Attenzione! Questo ingresso di segnale, come il precedente, lavora in normale regime 1V/Oct e non in comportamento KORG Hz/V. Può quindi essere usato, con TANTA pazienza, per pilotare il sintetizzatore con un normale sequencer analogico.

Porta EXT SIGNAL IN: è l’ingresso per il segnale audio esterno che si vuole infilare nella sezione di filtraggio. Occhio che, se non si tiene aperto il VCA in qualche maniera – ad esempio, schiacciando una nota sulla tastiera e posizionando il Sustain Level su valori alti (ma anche collegando la Wheel Out all’ingresso INITIAL GAIN del VCA), non si sentirà niente. 

Porta HiPass CUTOFF FREQ: permette di controllare, bipolarmente, la frequenza di taglio del solo filtro passa alto.

Porta LoPass CUTOFF FREQ: permette di controllare, bipolarmente, la frequenza di taglio del solo filtro passa basso.

Porta Voltage Controlled Amplifier INITIAL GAIN: gestisce, unipolarmente, il livello applicato al guadagno dell’amplificatore. Ogni tensione diversa da zero lascerà l’amplificatore mezzo aperto o aperto del tutto, permettendo la facile realizzazione di droni incondizionati o di filtraggi dinamici su segnali esterni.

 

Porta Modulation Generator SAW/TRIANGLE/RAMP Out: emette le forme d’onda triangolari “a pendenza variabile” utilizzate internamente alla macchina; il segnale di controllo prodotto (il modulo MG non è veloce al punto tale da avventurarsi con profitto nella banda audio più elevata) è di tipo bipolare, compreso tra +/- 2.5V.

Porta Modulation Generator PULSE/SQUARE/PULSE Out: emette le forme d’onda impulsive o quadra prodotte per comparazione dal modulo MG ma non disponibili internamente allo strumento. L’unico modo di utilizzarle consiste nel patching diretto a questa uscita e al successivo collegamento con la destinazione desiderata. L’escursione è unipolare positiva, cioè può essere usata per dei trilli che non facciano perdere la tonalità originale. 

 

Porta Envelope Generator 1 OUT (Positive): emette la tensione di controllo elaborata dal Envelope Generator 1/EG in formato unipolare positivo – da 0 a 1 – e connessa internamente con la frequenza dei VCO 1 e 2. La tensione prodotta da EG1 è disponibile anche in polarità invertita alla sottostante porta di uscita REV OUT; in questo caso, la tensione è compresa tra +5 e 0V.  Ancora, l’uscita di tensione positiva unipolare (cioè “normale”) del modulo EG1 è collegata internamente alla Patch Bay per aprire il VCA ausiliario  presente nel quadro connessioni. Ulteriori particolari in seguito.

Porta Envelope Generator 2 REV OUT: emette la tensione invertita in polarità (da 0 a -1) prodotta dal modulo Envelope Generator 2/EG2. Ricordiamo che, internamente allo strumento (le serigrafie parlano chiaro), lo stesso segnale è già collegato all’apertura dei due filtri passa alto/passa basso e al guadagno del Voltage Controlled Amplifier. 

 

Porta KBD CV OUT: emette la tensione Hz/V generata con le tre ottave di tastiera dello strumento. E’ una tensione incompatibile con tutti gli strumenti che usano lo standard 1V/Oct, ovvero è compatibile solo con i vecchi strumenti KORG e Yamaha, per intenderci.

Porta KYBD TRIG OUT: lo chiamano Trig, ma è un Gate, cioè una tensione bistabile On/Off che documenta per quanto tempo è premuta una nota sulle tre ottave di tastiera. Il suo formato elettrico è l’inverso (e come ti sbagli?) dello standard Gate “normalmente” diffuso sul pianeta: quando il tasto non è premuto, il circuito genera una tensione positiva stabile che precipita a 0V appena il tasto si abbassa.

Porta VCO1+2 CV IN: la tensione in formato Hz/V KORG, collegata a questa porta influenza simultaneamente l’intonazione dei due oscillatori VCO 1 e VCO 2. A questa porta deve essere collegato l’eventuale sequencer KORG SQ-10 con il quale si voglia pilotare il sintetizzatore. Attenzione! Usando questa porta, si sgancia la tastiera dal controllo degli oscillatori. Per trasporre in tempo reale una sequenza, occorrerà prendere la KBD CV OUT e collegarla all’Adding Amp del sequencer analogico, se disponibile…

Porta VCO 2 CV IN: permette di controllare indipendentemente l’intonazione del VCO2 sempre prevedendo l’impiego di una tensione Hz/V. Valgono le raccomandazioni, e le lamentazioni, espresse in precedenza

Porta EG 1 TRIG IN: a differenza dell’ingresso TRIG IN “generico”, la tensione di Gate collegata a questo ingresso farà partire solamente il primo generatore d’inviluppo. Non è possibile far partire il solo inviluppo 2; occorre comprarsi un KORG MS-50.

 

Porta Sample & Hold IN: riceve il segnale di controllo (ma va bene anche un segnale audio) che deve essere campionato (Sample), convertito in tensione costante (Hold) e emesso ogni volta che il circuito riceve una tensione di Clock.

Porta Sample & Hold CLOCK: può ricevere il segnale di clock esterno alla cui velocità sarà campionato il segnale collegato al modulo Sample & Hold. Di solito, senza troppa fantasia, si può usare l’uscita Square/Pulse del modulo Modulation Generator appena sopra. Occhio a dosare con accuratezza la simmetria dell’impulso: il modulo S&H del KORG MS-20 in realtà è un Track & Hold, NON un Sample & Hold. Musicista avvisato…

Porta Sample & Hold OUT: l’uscita del segnale campionato dal modulo Sample & Hold, pronta per poter essere collegata a qualsiasi destinazione di modulazione si voglia influenzare.

 

Porta Auxiliary VCA IN: l’ingresso, indifferentemente per un segnale audio o di controllo, all’amplificatore ausiliario disponibile nel Patch Panel. Il modulo può essere usato per scalare, attenuare, articolare, moltiplicare un qualsiasi controllo (o un qualsiasi audio) per un controllo desiderato.

Porta Auxiliary VCA CONTROL INPUT: il segnale di controllo per il quale deve essere moltiplicato il segnale collegato all’ingresso dell’amplificatore ausiliario. Per dire: prendi l’uscita triangolare del MG, la colleghi all’ingresso del VCA ausiliario, poi colleghi l’uscita della wheel all’ingresso di controllo e mandi l’uscita dell’amplificatore ausiliario alla modulazione del filtro. Più allontani la wheel dalla posizione centrale di valore zero, maggiore sarà la modulazione ricevuta dal filtro (con una polarità positiva 0/+1 se spingi la wheel in avanti, o polarità negativa 0/-1 se tiri verso di te).

Porta Auxiliary VCA OUT: l’uscita del segnale amplificato e moltiplicato per il segnale di controllo.

 

Porta Noise Generator PINK Out: l’uscita per il rumore rosa.

Porta Noise Generator WHITE Out: l’uscita per il rumore bianco. Questo segnale è già collegato al selettore di Wave Form del VCO 1.

 

Porta WHEEL Out: l’uscita  bipolare della tensione generata con la wheel posta nel blocchetto di sinistra della tastiera. Il segnale è compreso tra -5 e +5V; ovviamente, in base alla destinazione, la parte di valori negativi potrà o non potrà essere presa in considerazione.

Porta BUTTON Out: l’uscita di controllo del bottone posto sotto alla wheel. Il segnale è normalmente aperto e chiude a massa quando il musicista schiaccia il bottone.

 

Sezione External Signal Processing ESP

Porta SIGNAL IN: l’ingresso per il segnale che deve essere analizzato e convertito in voltaggio. E’ meglio usare segnali monofonici, ma anche gli accordi vanno bene per fare casino.

SIGNAL LEVEL: la regolazione di guadagno per il segnale in ingresso. Occhio all’accensione del LED marcato Peak.

Porta Amp OUT: l’uscita diretta del preamplificatore in ingresso. Utile per sfruttare uno stadio di preamp/distorsione prima di rientrare nel filtraggio principale dello strumento.

LOW CUT FREQ: frequenza di taglio della sezione high pass presente nel modulo Band Pass Filter; toglie le basse al segnale da analizzare facilitando – secondo gli standard Anni 70 – il corretto funzionamento del circuito.

HIGH CUT FREQ: frequenza di taglio della sezione low pass presente nel modulo Band Pass Filter; toglie le acute al segnale da analizzare. Valgono le considerazioni espresse in precedenza.

Porta Band Pass Filter OUT: l’uscita diretta del modulo di filtraggio passa banda; utile per processare il segnale isolando una seconda banda di frequenze. Ricordiamo che, a differenza del sistema di filtraggio seriale High Pass-Low Pass, in questo caso i due stadi di trattamento presenti nel modulo ESP non sono dotati di picchi risonanti.

CV ADJUST: regolatore della tensione CV estratta attraverso l’interpretazione della frequenza presente nel segnale audio analizzato. Permette di centrare con molta buona volontà il tipo d’intervento sugli oscillatori pilotati dall’esterno attraverso segnale audio.

Porta F(requency) to V(oltage) CV OUT: emette la tensione di controllo estratta dal segnale audio collegato alla porta SIGNAL IN. Il segnale, tradizionalmente, va collegato all’ingresso KBD VCO 1+2 CV In. 

THRESHOLD LEVEL: permette di regolare la soglia di comparazione usata per interpretare l’ampiezza del segnale analizzato nel circuito ESP. Quando si supera la soglia, si innesca il Gate On che rimane aperto fintanto che il segnale è superiore al valore di soglia predefinito.

Porta Envelope Follower ENV OUT: uscita dell’inviluppo estratto per rettifica e filtraggio dall’ampiezza del segnale analizzato.

Porta Envelope Follower TRIG OUT: uscita della tensione di Gate estratta per comparazione dall’analisi del segnale in ingresso al circuito ESP. Il segnale, tradizionalmente, va collegato all’ingresso KBD TRIG IN.

 

 

Buon divertimento.

 

Tags: , ,

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *