Moog dismette MIDI MuRF e FreqBox

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

La notizia non è freschissima, risale a due settimane orsono, ma merita un riscontro. Dopo anni di onorato servizio, Moog Music toglie dal catalogo due dei prestigiosi Moogerfooger che compongono il bouquet dell’offerta “pedalosa”.  I modelli in questione sono il MIDI MuRF e il Freq Box.

Di Enrico Cosimi

Schermata 05-2457154 alle 11.08.28

Il modello MF-105M MIDI MuRF è (o forse è il caso di dire, era) un banco di otto filtri risonanti, dotati di inviluppo configurabile globalmente tra percorso percussivo e percorso letargico, con capacità d’innesco affidata ad una serie di 11 + 11 pattern ritmici liberamente programmabili dal musicista. Oltre alla riequalizzazione creativa, l’apparecchio è interessante per il trattamento ritmabile sul contenuto armonico e per la possibilità, nel modello “M”, di incorporate le due precedenti versioni Bass e Guitar.

Indispensabile, in un certo periodo, per una determinata scena musicale droneggiante, il MIDI MuRF è stato introdotto nel 2009 e potrebbe diventare – al momento della sua dismissione – un instant classic corroborato dalle comodità del MIDI (completo controllo su tutti i parametri, automazione dei livelli, degli inviluppi, delle velocità e delle aperture di banda).

Il Freq Box MF-107  è stato presentato nel 2007, realizzato da Steve Dunningtoncon una lunga fase di gestazione che ha visto anche l’intervento ispirativo di Bob Moog (deceduto nel 2005), offre al musicista un oscillatore analogico completamente funzionante, con forme d’onda selezionabili, controllo CV esterno e possibilità di tracciare accuratamente la frequenza audio di un qualsiasi segnale esterno monofonico. Il segnale esterno è usato anche come modulante FM sul segnale generato e come sorgente per le funzioni di envelope follower native. Come è facile immaginare, mandando un segnale polifonico nel Freq Box, si raggiunge molto velocemente il caos organizzato che è indispensabile per determinate produzioni elettroniche. Anche in questo caso, potrebbe nascere un secondo instant classic.

 

Tags: , , , , ,

Comments (2)

  • Attilio De Simone

    |

    Dovrebbe essere stato dismesso anche il MF -104M Analog Delay per sopravvenuta scarsità di componenti BBD.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      per ora, la comunicazione ufficiale si riferisce solo a MIDI MuRF e FreqBox; calcola che MF-104M, a differenza dei modelli precedenti. usa simultaneamente diverse BBD “corte” per raggiungere il delay time desiderato; probabilmente, di BBD corte se ne trovano con minor difficoltà di quelle “lunghe”…

      per tutto il resto, c’è il digitale 😀

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *