LE SYNTHE 5

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Il vecchio EMS Synthy AKS è una macchina che ha raggiunto quotazioni spaventose sul mercato del vintage: a fronte di un’oggettiva indisponibilità (gli ultimi esemplari ricostruiti da EMS UK sono sold out da anni e anni), il musicista che volesse dotarsi della storica valigetta, potrebbe trovarsi di fronte a richieste economiche assolutamente lunari, come quella presente in una recente asta comparsa su eBay, o potrebbe passare anni e anni aspettando l’occasione buona…

 

di Enrico Cosimi

 

… o potrebbe rivolgersi, perlomeno temporaneamente, al software, facendo pratica con la logica delle matrici (e, a questo proposito, a breve termine su Audio Central Magazine avremo modo di tornare sull’argomento…) fino al conseguimento di una corretta autonomia operativa. Da questo punto di vista, Le Synthé di Pierre Couprie   è il software giusto.

Giunto alla sua quinta revisione, sviluppato in Max/MSP, Le Synthé funziona con Max o con Max Runtime ed offre, in un ambiente grafico integrato che riproduce assai correttamente le posizioni dei comandi originali, tutte le opzioni di sintesi dell’apparecchio hardware:

  • un oscillatore audio che genera sine/ramp, con simmetria/pendenza variabile, range di frequenza 0-20 kHz;
  • due oscillatori audio che generano square/triangle, con simmetria/pendenza regolabile; stesso range di frequenza del precedente;
  • un generatore di rumore con colore variabile (white-pink) e filtraggio low/high pass incorporato:
  • un modulatore ad anello;
  • un envelope shaper modellato sul classico comportamento EMS Attack, On, Decay, Off, in grado di produrre traiettorie trapezoidi con o senza ricircolo automatizzato; l’inviluppo può essere innescato con la barra spaziatrice del computer, con lo stick, con il metronomo o direttamente dal flusso di dati MIDI ricevuti dal programma;
  • un modulo effetti che comprende riverbero e delay (originalmente non presente nella macchina hardware); i parametri operativi sono mix, time, feedback;
  • un modulo input con estrazione di gate;
  • due moduli output con filtraggio incorporato hi/low pass e panning
  • un modulo control con accesso a una wavetable o a un generatore random (ovviamente, non presente nello strumento originale);
  • uno stick control per pilotare due parametri assegnati all’escursione sui parametri X e Y;
  • una matrice 17 x 16 (quella originale è 16 x 16) che raggruppa tutti gli ingressi e tutte le uscite audio e/o di controllo dei diversi moduli;
  • un filtro low pass, con massimo slope pari a 3 poli, ricircolo che arriva alla resonance e regolazioni di cutoff, resonance e level out.

 

 

Tutti i parametri sono controllabili via MIDI e, per ciascuno, si può definire il range d’intervento mappato sulle escursioni di controllo.

Le Synthé è disponibile per Mac e per PC. Buona pratica sulle matrici!!!

 

Tags: , , , , , , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *