KORG SQ-1

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

In principio era il KORG MS-20, poi venne lo step sequencer dedicato SQ-10, con tre belle file da dodici step ciascuna… Oggi, dopo la resurrezione del KORG MS-20 in formato Mini, Kit e Module, KORG ha tirato fuori dal cilindro anche un interessante apparecchio che, per certi versi, condivide le impostazioni del vecchio sequencer, modificando – anche in modo significativo – il suo meccanismo di funzionamento. Mentre le prime informazioni, compreso un essenziale manuale utente, iniziano a trapelare sulla rete, proviamo a stendere un preliminare stato di fatto della nuova apparecchiatura.

Di Enrico Cosimi

1600-SQ1_detail1

L’apparecchio è alimentabile a batterie o attraverso porta USB; non è previsto power pack “tradizionale”. Fornisce due linee A e B da otto step ciascuna, che possono essere organizzati in diversi modi di lettura.

E’ possibile passare in scansione le due file in parallelo A & B, con andamento normale da sinistra verso destra o andata e ritorno; si possono sfruttare sedici step A + B in andamento sequenziale 1-8, 9-16 o alternato in verticale 1, 9, 2, 10, 3, 11…

In aggiunta, si possono utilizzare gli otto step della fila A per gestire intonazioni e gli otto step della fila B per controllare (a scelta), il Duty Cycle delle singole note (il rapporto legato-staccato), o il valore di Slide (portamento generato internamente); la doppia generazione note/duty cycle è sfruttabile anche con selezione randomica degli step di nota programmati (con il rispetto della PW impostata negli step della fila B. Allo stesso modo, il comportamento random può essere esteso indifferenziatamente a tutte e due le file A e B.

SQ1-xlarge

Ciascuna delle due file può essere impostata per il funzionamento CV su 1, 2 o 5 Volt nel formato V/Oct (in questo caso, le tensioni corrisponderanno alle ottave coperte dall’escursione del potenziometro di step), oppure si possono utilizzare con tensione max 8V espressa secondo la scalatura Hz/Volt (tre ottave perfettamente regolate per lavorare con i vecchi MS-20 vintage in assenza di preoccupazioni.  Non è tutto: la corsa dei potenziometri di step può essere lineare, cioè priva di quantizzazione, o quantizzata contro una scala minore, o maggiore, o quantizzata cromaticamente per semitoni. Inutile dire che le regolazioni sono indipendenti per le due file A e B.

Le connessioni, oltre alla porta USB bidirezionale, comprendono:

  • LittleBits Out, per la gestione diretta con il mondo dei componenti modulari da assemblare.
  • MIDI Out, attraverso convertitore Mini TRS/DIN fornito in dotazione; attenzione! Il trasferimento dati è solo in uscita e supporta Clock e Note.
  • CV & Gate A Out; le uscite di controllo analogico per la fila A. Il Gate Out è 10V.
  • CV & Gate B Out: le uscite di controllo analogico per la fila B
  • Sync In e Out; connessioni per la gestione bidirezionale della sincronizzazione analogica. SQ-1 può avanzare ai quarti, agli ottavi o ai sedicesimi in rapporto al treno d’impulsi ricevuto. In assenza di divisione di clock ricevuto (il parametro si setta con un comando shiftato di pannello), ogni step avanza ad ogni impulso ricevuto, ma si può decidere di avanzare ogni due o ogni quattro, ottenendo così le diverse figure ritmiche. L’uscita di sincronizzazione analogica genera sempre un’impulso da +5V lungo 15 msec in corrispondenza dell’avanzamento di step. Utile per mandare a tempo apparecchi analogici esterni. L’ingresso di sync può sopportare fino a 20V in ingresso.

Le funzioni addizionali, oltre alla divisione di clock ricevuto, forniscono controlli per il comportamento Gate On/Off  (possibilità di spegnere individualmente il Gate in trasmissione da ciascuno step – utile per fare pause), Active Step (ripreso dalla serie Volca e, per certi versi, imparentabile con la logica Skip Step dei vecchi sequencer Moog, permette l’esclusione ritmica e di valore degli step dalla sequenza), Slide (per la selezione del comportamento di portamento con valore automatizzato o regolabile tramite step della fila B), Step Jump (per spostare il playback direttamente sullo step desiderato – utile tanto in esecuzione quando durante le funzioni di avanzamento/programmazione).

I parametri Globali permettono di abilitare o disabilitare l’Auto Power-Off (pericolosissimo dal vivo, ma indispensabile con l’alimentazione a batterie, che garantisce fino a 5 ore di tenuta), definire il canale MIDI di trasmissione per l’apparecchio, la polarità di Gate in uscita (+5V o -5V), la polarità dell’impulso di Sync (sul fronte ripido positivo o negativo dell’onda quadra – occorre verificare cosa richiede/trasmette l’apparecchiatura esterna collegata al sequencer).

L’apparecchio viene fornito di adattatore Mini TRS/DIN per il collegamento in uscita con strumenti MIDI.

Per saperne di più su V/Oct e Hz/V.

Per saperne di più su SQ-1.

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Comments (40)

  • Bruno DC

    |

    Sembra un giocattolino molto interessante (per il suo prezzo);
    resta da capire cosa può ricevere dalla porta USB/MIDI,
    dalle FAQ/TIPS sul sito Korg si legge:
    “Using the SQ-1 as a MIDI-CV converter:
    When the SQ-1 receives a note message via USB MIDI, it outputs the corresponding CV and GATE, allowing you to use the SQ-1 as a MIDI-CV converter. However, if the SQ-1 itself is outputting a CV, such as while the sequencer is running, that operation takes priority, and MIDI-CV conversion is not performed.”
    Quindi sembra proprio possa essere usato anche come MIDI-CV….
    ma non è chiaro se un solo canale, o magari (speriamo) due, vista la doppia uscita A + B.
    Leggendo qua e là, sembra però che non si possa fare il “traspose”…
    Cosa ne pensi, darà battaglia al piccolo Beatstep (quello vecchio)?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      puoi usarlo come midi cv converte “a motore fermo”: se SQ-1 genera il suo stream di dati analogici, le porte sono occupate da quelle tensioni di cv e gate e l’interfaccia midi rimane “disoccupata”.

      se invece il sequencer è in stop, le porte analogiche possono convertire in tempo reale i dati numerici ricevuti alla porta MIDI In e alla porta USB.

      le due row A e B dovrebbero uscire in tempo reale su due canali MIDI diversi, non penso sia un problema – tra l’altro, c’è la modalità per usare i 16 interruttori come selettori di canale – non mi stupirei se avessero usato meccanismi tipo channel B = channel A+1 o roba del genere…

      la trasposizione realtime potrebbe essere risolta attraverso MIDI o USB; se non ci sono ingressi CV, non è possibile sommare nulla alla fila di valori programmati; speriamo abbiano risolto la cosa in maniera più efficace di quanto non ha fatto Arturia con il vecchio BeatStep…

      Reply

  • angelo

    |

    Ciao ho appena acquistato l’sq-1 collegandolo usb al computer e con il cavo midi dalla mia scheda audio…. il problema e’ che l’sq-1 non riceve il midi clock dalla mia motu aggiungo che quando e’ occupato l’ingresso MIDI SYNC IN avviando lo step non accade nulla poi appena scollego il cavo midi il sequencer funziona ma viene controllato dal knob del suo tempo……. ho anche provato a fare il contrario cioè’ inviare il midi clock dall’sq-1 ad ableton mettendolo in external mode ma l’irregolarità dei bpm non permette di lavorarci…… a questo punto mi sto chiedendo se questo dispositivo e’ in grado di ricevere un segnale mmidi da una scheda audio grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      In base a quanto dichiarato nella SQ1 MIDI Implementation Chart, il sequencer è in grado di trasmettere E ricevere il clock MIDI; sempre nello stesso documento, è scritto che il MIDI Clock via porta USB è ricevuto, riconosciuto e gestito SOLO SE NON C’E’ NIENTE collegato al mini jack Sync In.

      Altre cose da controllare:

      a) verificare che la scheda audio stia EFFETTIVAMENTE trasmettendo MIDI Clock sulla sua uscita MIDI… per verificare, conviene attaccare un altro aggeggio qualsiasi, ben conosciuto, che possa inequivocabilmente partire e rimanere in sync sotto il segnale ricevuto. Una volta confermata la presenza del Clock in uscita dalla scheda, l’attenzione può nuovamente concentrarsi sul sequencer SQ 1.

      b) le irregolarità di avanzamento POTREBBERO (notare l’uso del condizionale) essere causate da un innesco di sincronizzazioni: la scheda manda fuori clock che sincronizza SQ, SQ manda fuori clock che sincronizza il PC e non se ne esce vivi…

      Per fare le prove, conviene procedere con il minor numero possibile di connessioni, in modo da evitare situazioni ambigue e procedere di conferma in conferma. Purtroppo, con le macchine che sono progettate per offrire minima interfaccia utente a minimo prezzo, c’è sempre da faticare.

      Reply

  • Mario Mantero

    |

    Buonasera,

    si deve essere persa la mia domanda precedente (e immagino la risposta), vedo solo la seconda.

    In definitiva, da quell'”anche”, vado tranquillo? Vanno bene sia il cavo che il “trasformatore”?

    (remind: Korg MS10 + Roland Sh-09, il KOrg sq-1 ha solo un gate global, non separabile per “righe”)

    Grazie!

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    in effetti, non capivo a fondo il senso della domanda “oppure questo”…

    in ogni modo, quei componenti per la conversione switch-to-gate e gate-to-switch possono essere utilizzati con le tensioni analogiche emesse dal sequencer

    per il resto, nessun altro commento o domanda è mai arrivato qui al motore WP :-(

    Reply

  • Mario Mantero

    |

    Ahah,

    ecco, ora capisco!

    Praticamente ho scritto due commenti separati, entrambi sono andati in “awaiting moderation”, probabilmente per la presenza del link, ma misteriosamente si è salvato solo quello “corto”.

    Riassumendo, per non farLe perdere tempo: ho acquistato Korg SQ-1 e ne sono molto contento.

    Nella mia ignoranza pensavo di poter far funzionare DUE synth in contemporanea sulle due “righe” di sequencing, e così effettivamente sarebbe, infatti posso selezionare HZ/V oppure V/OCT su diverse righe (come dicevo si parla di Korg MS10 e Roland SH-09) ma NON il GATE: quello è global, ovvero vale per tutto.

    Quindi avevo scritto nella domanda persa, se collegando per ipotesi sulla “riga” B un cavo di questo tipo:

    http://www.doepfer.de/faq/gen_faq.htm#S-Trig (che costa bene 25 euro…)

    oppure questo (eheheh):

    http://systemj.co.uk/sysjpage2.html

    risolverei il problema, mi sembra di capire di si, attendo conferma dalla Sua infinita saggezza… 😀

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      mi sembra di capire che SQ-1, bug di funzionamento a parte, preveda la possibilità di funzionare in modo 8×2 e di configurare INDIPENDENTEMENTE il formato elettrico della fila A da quello della fila B sia per ciò che riguarda il CV (Hz oppure V/Oct), sia per il Gate (positivo o negativo).

      Il gate negativo è quello chiamato impropriamente S-Trig, quindi diventa inutile acquistare cavi o scatolette esterne.

      Il problema che rimane è con il Roland SH-09, che vuole TANTA tensione Gate in ingresso per far partire gli inviluppi, non ricorso se +14 o +7 e qualcosa… in tutti i casi, il +5V canonico dello standard attuale non è sufficiente e deve essere “pompato” fino a raggiungere un livello sufficiente.

      Se lavori con un modulare, puoi sommare un offset di tensione all’uscita di Gate positivo, oppure puoi provare con una preamplicazione, lavorando con cautela sulla tensione di gate… in tutti i casi, è una procedura che va avanti per tentativi.

      Reply

  • Mario

    |

    Grazie mille per la risposta,

    provo ad aggiungere alcuni elementi:

    1 – Roland SH-09 con KORG SQ-1 funziona. Non so il perchè, ma funziona, quindi il Gate sembra essere sufficiente (farò altre prove, ma l’ho fatto andare tranquillamente per un paio d’ore, forse i 5V sono “appena sufficienti”)

    2 – dal manuale del KORG SQ-1 (sempre che non abbia preso un abbaglio, e ci può stare) sono riuscito a regolare il formato elettrico della fila A diverso da quello della fila B (A = Hz, B = V/Oct), ma NON il Gate.

    Il gate sembra essere “unico”, posso cambiarlo, da positivo a negativo, ma la variazione impatta su entrambe le file A e B. :(

    Sbaglio qualcosa? Esiste un firmware magari recente che implementa questa funzione? Il manuale è chiaro:

    GATE output polarity of channel A and channel B (quindi entrambi)

    When the MODE button lit is lit up + (positive polarity) is selected. When the MODE button is unlit (negative polarity) – polarity is selected. With the factory settings enabled, + (positive polarity) is selected. Set this as appropriate for the device that’s connected.

    Mi sa che vedo il cavo da 25 euro avvicinarsi sempre più… 😉

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      mi sembra strano (e grave) che non abbiano previsto l’indipendenza di formato per i gate A e B; del resto, SQ1 ha diversi bug riconosciuti e non mi stupirei se cose apparentemente inspiegabili o inaccettabili – per ora – venissero risolte nelle prossime revisioni; controlla su KORG USA o KORG.com per vedere se c’è una revisione firmware da caricare…

      non so se ti conviene, a questo punto, spendere 25 euro per un cavo che magari la prossima revisione ti rende inutile piuttosto che (tieniti forte…) prendere un altro SQ1 da usare in parallelo; a quel punto, potresti farli camminare in 16×1, regolandoli con il gate indipendente su ciascuna macchina

      si tratta di spendere 90 contro 25, ma almeno – vadano come vadano le cose in futuro – hai un sistema che usi sempre

      Reply

  • Mario Mantero

    |

    Rieccomi a Lei, con alcuni aggiornamenti (che magari potrebbero essere utili a qualcun’altro)

    1 – intanto grazie per il suggerimento: a volte la cosa più banale è anche la più semplice ed utile. Effettivamente con due SQ-1 avrei possibilità creative decisamente più ampie e meno problemi (di Gate in questo caso).

    2 – confermo nuovamente l’impossibilità di cambiare la polarità del Gate su “righe” diverse, anche le Faq/Tips lo confermano:

    Set the SQ-1’s GATE OUT polarity from positive (factory preset) to “-” (negative). • While holding down the SQ-1’s START/STOP button, turn the power on (the unit starts up in global parameter setting mode). • Press the SQ-1’s MODE/CLEAR button to make the button go dark. (This alternates between un-lit and lit each time you press the button: “-” when un-lit, “+” when lit.) • Press the SQ-1’s power button to save the setting (*).

    Solo Global quindi. E purtroppo al momento sembrano non esistere firmware all’orizzonte (leggendo i vari forum comunque sembra che effettivamente ci siano parecchi bug/limitazioni, uno dei più antipatici che ho trovato è il re-trigger immediato quando si cambia il Sequencer Mode, veramente mal pensato.)

    3 – dato che sono comunque un testone, ho provato a costruirmi il cavo da solo, seguendo lo schema che ho postato precedentemente dal sito Doepfer…. e funzionaaaaa!!!

    Spesa: 30 centesimi per UN transistor ed UNA resistenza (un vecchio jack lo avevo già), veramente fantastico. (ehm, mettiamoci anche UN’ ORA di tempo con il saldatore, anni che non lo usavo…)

    Inizio a divertirmi un pò e vedrò che fare: se prendere un altro SQ-1 o passare al King of Sequencer, mio sogno proibito…. il MAQ16/3!

    Ancora grazie per i preziosi suggerimenti! (dimenticavo, spulciando i forum sembra che la tensione di gate sia 10V, forse è per quello che il Roland riesce a partire!)

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    sono contento che alcune cose si siano risolte!

    il Doepfer MAQ 16/3 è uscito di produzione, quindi non rimane che cercarlo nel mercato usato…

    Reply

  • Mario Mantero

    |

    Rieccomi,

    volevo solo lasciare una traccia video per i posteri da me realizzata (mi scuso per la ROZZEZZA del tutto…), per chi eventualmente si trovasse nella stessa situazione:

    https://youtu.be/Yvz8t7bJKag

    Un saluto!

    Reply

  • enzo

    |

    salve, ho un problemino
    Korg SQ-1 collegato a un Yamaha CS 15D, settato Hz/V e Gate negativo, funziona benissimo (e già è notevole, considerando che
    fra le macchine ci sono quasi 40 anni…) però le note prodotte sono
    ACUTE..mi spiego: il CS 15D permette di scegliere fra 5 diverse
    ottave per il VCO e se uso i 32′ suonando da tastiera vengono fuori
    dei bassi da paura, invece con il Korg suona in un registro medio,
    se poi scelgo i 2′ invece di NORMALI note acute escono fischi,
    insomma suona un’ ottava più alto del dovuto, si può fare qualcosa ?
    grazie in anticipo

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      dipende da come è gestito il punto di somma, nell’oscillatore Yamaha, tra regolazione di pannello e CV ricevuto dall’esterno. A meno di non trasporre a -1 il segnale generato dal sequencer SQ-1, e a memoria non mi sembra sia possibile direttamente dal sequencer, non rimane che accordare l’oscillatore un’ottava più bassa dello standard…

      Reply

      • enzo

        |

        grazie della risposta, però intanto ho scoperto il mistero…
        in Hz/V la tensione di controllo raddoppia per ogni ottava
        solo che il Korg SQ-1 parte da 1V (e quindi per le ottave
        successie 2V, 4V e 8V) mentre Yamaha parte da 0,25V e
        così via (0,5V, 1V, 2V ecc) insomma pilotato dal Korg suona
        2 ottave più alto
        SOLUZIONE basta realizzare un partitore resistivo e il gioco
        è fatto: io ho messo in serie una resistenza da 33K e una da
        10K + un trimmer multigiri per raggiungere il valore preciso
        (il Korg SQ-1 comunque ha un’ uscita da 8V che misurata con
        un multimetro professionale vale 7,98-8,02V ma tanto non sono
        in un laboratorio della NASA…) e adesso funziona come si deve

        Reply

  • Paolo Casalini

    |

    Buonasera,
    ho appena acquistato un sq1 e, triggerandolo dalla mia tr808, ho notato uno strano comportamento che non riesco a risolvere: in pratica imposto lo start sul primo step della fila A ma appena parte la sequenza salta subito di uno step mandando la sequenza fuori sync. Da quel momento in poi mi ritovo con l’ultimo step della B in sync sul battere invece del primo step della A. La sequenza va avanti regolarmente a tempo su tutti i 16 step ma in anticipo di uno. Per risolvere devo impostare il secondo step della A come start con la funzione step jump, solo in quel modo ottengo che il primo step suoni sull’uno della battuta. Sto sbagliando qualcosa? Si tratta di uno dei bug conosciuti? Se così fosse sarebbe alquanto strano/grave… Spero di aver espresso il problema in modo comprensibile. Grazie in anticipo per la risposta

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      prova a cambiare, nel korg sq1, la polarità del segnale di sync, usando l’opzione sync positive/sync negative…

      Reply

      • Paolo Casalini

        |

        Ci ho provato ma in modalità sync negative non funziona con la 808 quindi sono andato a spulciare sui forum e ho visto che anche altri hanno riscontrato lo stesso problema. Ma approfondendo le ricerche mi è venuto il sospetto che la causa sia un’altra… a quanto pare l’sq1 viene settato con un’ impostazione di default alquanto “discutibile”: per ogni impulso di trigger avanza di due step!! Un tizio per fortuna ha trovato la soluzione che NON viene citata nel manuale utente e che riporto:
        There´s an easy fix to the “one clock tick, two steps” problem.
        start your SQ1 in settings mode and set the dial to the CV/Duty mode, now active step and step jump LEDs should be active. turn the SQ1 off/on and it should advance only one step with one impulse on the clock input.

        in effetti solo a quel punto mi sono accorto che stavo dando trigger a ottavi ma il seq eseguiva sedicesimi …con il bug di “scavallamento”. Ho quindi eseguito la procedura e… ho risolto anche il mio problema!!!

        Reply

        • Enrico Cosimi

          |

          ottimo!

          quel benedetto SQ-1, ogni giorno che passa si dimostra più critico di quello che sembrava… :-(

          Reply

          • Paolo Casalini

            |

            già, comunque è un aggeggino molto sfizioso a mio avviso, considerando anche le dimensioni e il prezzo. Un’altra cosa strana è che il cosiddetto slide (perchè non lo hanno chiamato portamento? ), almeno sull’ms20 funziona solo col release al massimo altrimenti non fa altro che silenziare gli step su cui viene assegnato….mah

            Reply

          • Enrico Cosimi

            |

            quello, può dipendere dal tipo di inviluppo che imposti nel MS-20 (e dalle stranezze di fondo dell’inviluppo KORG… 😉 )

            Reply

  • Antonio

    |

    Sig. Enrico vorrei porle una domanda banale, non essendo un espero , il korg SQ-1 praticamente cosa mi facilita collegandolo ad un qualsiasi sintetizzatore o fonte sonora , a cosa serve alla fine dei conti , non mi è chiaro. grazie.

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      è un “sequenziatore”: ti permette di scrivere otto o sedici note che possono essere eseguite all’infinito

      Reply

      • Antonio

        |

        Potrei collegarlo con il PO-14 sub della Teenage Engineering ? che vantaggi mi porterebbe ? grazie.

        Reply

        • Enrico Cosimi

          |

          potrebbe essere collegato in sync, per viaggiare alla stessa velocità, ma non sarebbe di grande utilità, a meno di non comprare – successivamente – qualcosa da “far suonare” al sequencer

          Reply

  • Marco

    |

    Salve Prof. Enrico, volevo chiederle, ma questo Korg SQ 1 funziona solo con strumenti esterni analogici o tramite usb posso collegarlo e posso usarlo anche per sequencer delle VST in Ableton?
    Grazie
    Buon Lavoro

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      ciao Marco,
      puoi usarlo per mandare MIDI dentro a Ableton Live, ma francamente non vale la pena: nel passaggio avanti/indietro acccumuli ritardo con le altre tracce (e poi dovrai riallineare tutto), per di più se hai Max4Live, c’è già dentro uno step sequencer che fa la stessa cosa…

      Reply

      • Marco

        |

        E non c’è modo di sincronizzarlo a tempo con albleton? Se lo collego con il suo midi out alla mia scheda audio? Andrebbe a tempo? O sync in/out, peró questi dove li collego alla scheda audio?

        Reply

        • Enrico Cosimi

          |

          controlla sul manuale se è prevista la possibilità di ricevere MIDI Clock, in alternativa, se il funzionamento è come quello della VOLCA, devi mandare DUE impulsi per ogni step che vuoi vedere avanzare…

          se l’implementazione MIDI è completa, tu esci dalla tua interfaccia MIDI Out del tuo computer, entri nel MIDI In del sequencer KORG, premi play in Ableton Live e il sequencer KORG ti segue; verifica se, sulla MIDI Implementation Chart del manuale è riportata la gestione in ricezione del MIDI Clock.

          Reply

          • Marco

            |

            Però SQ 1 non ha midi IN ma solo midi OUT, c’è però sync IN/OUT, quindi?
            Grazie Enrico

            Reply

          • Enrico Cosimi

            |

            quindi prova se trasmette MIDI su USB, altrimenti niente

            Reply

  • Marco

    |

    Allora l’ho collegato USB e in preferenze ableton ho attivato tutto SQ, cioè:
    Traccia Sync Remoto
    Input: SQ-1 (SEQ IN) SI SI Si
    Output: SQ-1 (MIDI OUT) SI SI SI
    Output: SQ-1 (CTRL) SI SI SI

    Così quando schiaccio play in Ableton parte anche l’SQ e si ferma quando rischiaccio stop in ableton, fino a qua bene. Però non fa suonare ableton e la vst da me messa, però l’SQ continua a girare e ad andare a tempo con ableton, però non fa suonare la vst.
    Poi però se stoppo ableton e schiaccio il suo play suona.
    Che cos’è?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      nella traccia dove hai aperto il plug-in vst che vuoi controllare, devi selezionare come input midi i dati ricevuti dal KORG SQ-1.

      preparati a dover riallineare il midi con l’audio, perché inevitabilmente facendo dentro e fuori accumulerai ritardo.

      Reply

      • Marco

        |

        Ho selezionato nella traccia dove ho messo il plug-in:
        MIDI From: SQ (SEQ IN)
        Ma continua a non far suonare la traccia, solo se schiaccio stop di ableton e poi schiaccio il suo play suona ma non andando più a tempo con ableton però. Cosa può essere ancora? Cioè la fa suonare però la traccia quindi li passa i dati però perchè fa questa cosa? Schiaccio il play di ableton e l’SQ parte e va a tempo ma non fa suonare ableton, poi metto stop ableton e schiaccio il play dell’SQ e fa suonare il plug-in di ableton ma a questo punto non parte con ableton, se schiaccio di nuovo il play di ableton non fa suonare più il plug-in ma scorre solo andando a tempo.
        Cosa può essere ancora? Devo collegarlo anche con un cavo midi alla scheda audio, MIDI out dall’SQ e entro in MIDI IN nella scheda audio? Però il fatto è che comunque fa suonare il plug-in anche solo con USB.
        Cosa può essere ancora?

        Reply

  • Marco

    |

    Una domanda un po complicata. Vorrei controllare il mio microgranny con l’sq1. Il mg ha la possibilità di cambiare i sample suonando le 6 note midi più basse. Ma da quanto ho capito l’sq1 non arriva così sotto giusto?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      controlla quale è il limite minimo di trasmissione previsto dal SQ-1, dovrebbe essere riportato sul manuale utente

      Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *