Evil Windows Dog Soundbeam

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Soundbeam è una app gratuita per iPhone che mette a disposizione del musicista un analizzatore di spettro e un oscilloscopio; il tutto integrato con sfiziose capacità d’interazione Facebook che – in questo mondo ormai privo di privacy – permettono di condividere tutto ciò che “in camera si puote”.

Di Enrico Cosimi

Forte di una stupenda interfaccia grafica future retro, Soundbeam è praticamente a prova d’idiota e, come nel caso di chi scrive, casi particolarmente disperati potranno trarre giovamento da una rapida pagina di help grafico in cui recuperare tutte le istruzioni necessarie.

Forte del motore audio iPhone, Soundbeam può leggere segnali fino a 22 kHz tanto attraverso microfono incorporato (perplessità sulla risposta in frequenza del medesimo saranno ovviamente oggetto di discussione per i prossimi mesi invernali…), quanto attraverso l’ingresso di linea dell’iPhone stesso. In mancanza di jack collegati all’apparecchio, Soundbeam si sintonizza automaticamente sul microfono on board.

E’ possibile zoomare sulla visualizzazione della forma d’onda o dello spettro armonico: sfruttando la notevole risoluzione grafica e l’altrettanto notevole trasformata di Fourier (…l’unico aristocratico simpatico ai musicisti elettronici?) si può lavorare con il triplice motore d’analisi fino a 1024 punti each one con 50% di overlap.

La visualizzazione Waveform/Spectrum è sempre disponibile allo switching grafico; si può regolare la velocità di caduta del grafico Spectrum, con andamento lento/svelto e scala logaritmica o lineare. L’intensità del raggio è regolabile, come nel bel mondo analogico di una volta.

Come infilare segnali all’interno di Soundbeam? In maniera molto analogica: oltre al microfono incorporato, si può sfruttare il minijack ⅛” dell’iPhone per una gran varietà di connettori audio; l’attuale versione 1.3 ancora non supporta la porta Dock sulla parte inferiore dell’apparecchio; è invece garantito il supporto per hardware analog-port esterni tipo iRig e similari. Attenzione! Non è consigliabile collegare direttamente l’uscita minijack del vostro laptop all’ingresso microfonico dell’iPhone: il mismatch di livelli v’impedirà il corretto utilizzo del sistema. Sob.

Il tutto, squisitamente a gratis. La vita non è meravigliosa?

 

Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *