Arturia iSEM: qualche anticipazione

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Software

E’ la naturale evoluzione del SEM V, cioè della virtualizzazione applicata originariamente al Synthesizer Expander Moduler prodotto da Tom Oberheim per i suoi sistemi analogici. Dopo la versione plug-in/standalone, Arturia ha fatto migrare il prodotto portandolo alla disponibilità dell’iPad. Vediamo, in forma più che preliminare le caratteristiche; a seguire, un articolozzo più approfondito ad opera del nostro Antonio iPad Antetomaso.

Di Enrico Cosimi

isem 1

La tecnologia è sempre la TAE a suo tempo benedetta da Moog per la riedizione certificata del Modular System: assenza di aliasing, controllo estremo sulla generazione armonica, riproduzione corretta della resonance. Il tutto, condito con bitmap di struggente realismo, che si coniuga piacevolmente alla qualità timbrica. iSEM richiede almeno un iPAD 2 e OS 6.0.

La app supporta AudioBus e CoreMIDI; gestisce Inter-app per il trasferimento audio tra applicazioni diverse ed è compatibile, a livello di preset, con il precedente SEM V. Ma, la cosa più interessante, è la possibilità di articolare il meccanismo di sintesi fino a coprire otto istanze simultanee. il SEM Eight Voice non è mai stato così vicino, con buona pace di Lyle Mays e Geddy Lee.

La struttura di voce ospita i classici due oscillatori sincronizzabili, con filtro stato variabile 12 dB/Oct lo-band-high-notch dal classico timbro antiMoog, resonance e doppio inviluppo ADRS regolabile.

iSEM offre  la consueta modulation matrix Arturia (sorgente, amount, destinazione) comprendente otto sorgenti per venticinque destinazioni, con possibilità di articolazione multipla.

iSEM 2

Il Voice Programmer lavora in multitimbricità a 2, 4 o 8 parti indipendenti, con sei direzioni di voice selection (fwd, bwd, fwd-bwd, random, eccetera); la sezione effetti comprende chorus e stereo delay sincronizzabile.

L’arpeggiatore di bordo offre ripetizione di step, salti di ottava e sincronizzazione al bpm di sistema.

Le pagine iPAD sono organizzate in Main (il sintetizzatore vero e proprio), Mod Matrix (per la gestione delle modulazioni), Voice Programmer (per l’architettura politimbrica a 2, 4 o 8 SEM indipendenti), FX, Performance (per l’apreggiatore e gli slider assegnabili).

 

Con 8.99 euro, si schiude il mondo State Variable.

 

 

Tags: , , , , ,

Trackback from your site.

Comments (2)

  • Antonio Antetomaso

    |

    Veramente un bel giocattolino…
    😀

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *