Rob Papen Punch BDRE

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Rob Papen non ha bisogno di presentazioni: la comunità dei musicisti elettronici virtuali ha avuto modo di apprezzare da anni e anni le sue creazioni sintetiche, utilizzabili con scioltezza all’interno dei più diversi contesti produttivi. Ora, è la volta di una Rack Extension appositamente sviluppata per realizzare – in regime Reason 7.x – suoni di bass drum.

Di Enrico Cosimi

Punch BDRE 1

Punch BD sfrutta un motore a lettura di campioni, affiancato a una struttura click/noise, a sua volta affiancata a due sintetizzatori per modellazione fisica… il meglio dei mondi sintetici con cui generare la fondazione di qualsiasi groove ritmico.

Due modelli disponibili, con possibilità di configurazione approfondita dei parametri chiave di modellazione; a questi, si affianca una sinusoide pitchata e/o un click/noise regolabile. La lettura dei campioni può avvenire privilegiando la parte effettistica o la ricostruzione timbrica del suono acustico. 

Punch BDRE 2

Diciannove algoritmi di distorsione e una matrice di modulazione permettono di personalizzare il timbro secondo le più estreme esigenze; sul pannello posteriore, è possibile raggiungere i punti critici del circuito attraverso modulazioni esterne. Il segnale  può essere filtrato con un modulo risonante e il musicista può decidere se lavorare con fixed pitch o se controllare l’intonazione della cassa virtuale con una traccia MIDI; nell’ultimo caso, è facile raggiungere comportamenti tribal con pochissima fatica.

La sezione distortion può essere sfruttata per filtrare segnali esterni.

 

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *