Native Instruments annuncia Razor 1.5

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Il potente motore di sintesi additiva è giunto alla revisione 1.5 con sottili migliorie. Costruito attorno al Sine Bank e alle nuove funzionalità Core inaugurate nelle ultime espansioni di Reaktor, l’ensemble Razor – perché di questo si tratta – offre più di 100 suoni pronti all’uso, con completa integrazione Maschine 2.0.

Di Enrico Cosimi

Schermata 12-2456630 alle 10.34.42

Dodici moduli di controllo, per caratterizzare il comportamento del motore di sintesi: Metal, Resonant Reverb, Noisy, Air, P Grid, F Grid, 2 Osc, Semitone Spacing, Unisono, Reverse, Rectifier e Multimode Dirty.

Il nuovo distorsore permette di rendere aggressivo il suono senza perdere di vista la percussività iniziale; in aggiunta, rimangono attive le funzionalità di creative filter con slope e boost regolabile, dissonance variabile sulle singole parziali, riverberazione indipendente per pitch e parziali, spazializzazione indipendente per armonica, costituzione delle formanti nei punti desiderati lungo l’asse delle frequenze; vocoder a 34 bande e echo step regolabile per differenziare il sapore timbrico delle diverse ribattute.

Schermata 12-2456630 alle 10.33.07

L’integrazione con Maschine 2.0 cammina a colpi di macro control, per gestire attraverso un unico controllo parametri multipli (fino a otto controller hardware su Maschine possono essere configurati per la gestione simultanea).

Errosmith, il produttore e DJ berlinese che ha sviluppato originariamente il motore di Razor, si è rimesso all’opera e ha costruito altre 100 timbriche in dotazione esclusiva alla versione 1.5. Come ama definirsi, Errorsmit è un Reaktor ninja, utente del programma sin dal 1996. C’è solo da imparare.

E, cogliendo al volo l’offerta a 49.50 euro, c’è solo da risparmiare… 😉

 

 

 

 

 

Tags: , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *