KORG KROSS Music Workstation

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Frankfurt MusikMesse 2012, Gear

La nuova workstation entry level targata KORG riprende molte delle soluzioni circuitali precedentemente sperimentate nei modelli di punta e le rende disponibili per un’ampia fascia di utenza, con prezzo e impostazione particolarmente accessibili.

Di Enrico Cosimi

Schermata 04-2456398 alle 15.20.18

Due i modelli disponibili, 61 e 88 note, ambedue con peso particolarmente contenuto (4.3 e 12.4 chilogrammi); la versione 88 note utilizza meccanicam piano touch hammer action e tutti e due gli apparecchi possono essere alimentati tanto con tensione di rete che con sei batterie AA.

Il parco suoni residenti comprende grand piano, electric piano e drum sound direttamente desunti dai modelli di punta del catalogo KORG; la timbrica di pianoforte a coda è campionata full decay, con tre livelli di velocità e damper noise generato indipendentemente. Cinque timbriche di piano elettrico, con effetti e trattamenti, permettono l’impiego nelle configurazioni jazz o pop; le altre famiglie orchestrali disponibili comprendono strings, brass, organ, synth.

La dotazione di suoni PCM è di dimensione doppia rispetto ai precedenti modelli; due selettori dedicati permettono di raggiungere velocemente la categoria timbrica (piano, electric piano, organ, bell, synth, bass, strings) richiesta e, successivamente, raggiungere il suono desiderato. Ci sono 64 locazioni di memoria timbrica utilizzabili tanto in modalità stand alone che layer/split.

Il sound engine EDS-i prevede la presenza di sette effetti simultanei (cinque in configurazione insert e due master) con algoritmi di delay, reverb, chorus, flanger, rotary, amp modeling, robot voice, vocoder, eccetera. E’ possibile collegare direttamente un microfono alla porta Mic In e, tramite ingresso Line In, si può gestire un segnale stereo proveniente da sorgente sonora esterna.

KROSS è dotata di stereo audio recorder incorporato, per registrare non solo la performance eseguita sullo strumento, ma anche i suoni dei segnali microfonico o di linea eventualmente collegati alle porte corrispondenti; le tracce così registrate possono essere messe in playback, sovrincise ed esportate come file .wav. Le possibilità per la didattica sono notevoli.

All’interno dell’apparecchio, è disponibile uno step sequencer direttamente mediato dalla Electribe Series, con possibilità di programmare fino a 64 step indipendenti; in aggiunta, il MIDI Sequencer a 16 tracce (con quantizzazione e estese capacità di editing) può essere utilizzato per gestire simultaneamente 16 timbriche residenti. Il trasferimento e il salvataggio dati può avvenire attraverso SD Card o in formato SMF.

Tramite tasto Drum Track, è possibile accompagnarsi ritmicamente con pattern preprogrammati che facilitano lo studio e l’esecuzione in standalone.  Attraverso porta USB, si può utilizzare il freeware KROSS Editor & Plug-In Editor, per lavorare comodamente da Mac o da PC.

 

 

Tags: ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *