KLANG 3D In-Ear-Monitoring

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Quale che sia il genere musicale prodotto, riuscire a sentire bene ciò che si fa sul palco è fondamentale per ottenere una buona performance musicale. Dopo l’epoca pionieristica dei combo e degli impianti WEM, passata la fase dei side e dei cluster, da diverso tempo la possibilità dell’ascolto personale nelle orecchie è diventata una realtà professionale tra le più apprezzate – e costose – nel mondo hi end della musica. Oggi, KLANG presenta la propria versione della tecnolgoia necessaria ad una corretta fruizione in-ear.

Di Enrico Cosimi

Schermata 02-2457056 alle 09.21.25

L’ascolto in-ear trascende dalle considerazioni mono o stereo e, per la sua configurazione fisiologica, può far raggiungere al musicista un’esperienza trasparente e tridimensionale (a patto che le cose siano progettate con cura e gestite con competenza). La tecnologia KLANG è applicabile a qualsiasi tipo di auricolare in-ear già disponibile sul mercato.

KLANG Motion Tracking

La tecnologia di motion tracking permette di agganciare la posizione percepita nel monitoraggio e nell’ascolto F.O.H. agli spostamenti del musicista sul palco; il comportamento i3D (questa la definizione) facilita la visibilità del performer anche su palchi enormi (il pubblico sente da dove proviene il suono e vede da dove proviene la peformance). Il tastierista con il keyboard riser sul boccascena sentirà il suono della batteria provenire da dietroSchermata 02-2457056 alle 09.18.45

 

Il trattamento del segnale avviene grazie agli algoritmi ospitati nel processore Klang; fino a otto musicisti (con 64 input) possono essere collegati all’unità di processing con collegamenti XLR per i trasmettitori in-ear e/o gli amplificatori per cuffia. Il controllo dell’unità di elaborazione avviene attraverso Ethernet (KLANG.app per iOsc, Android, Windows), attraverso il suo display touch sensible da 5 pollici o direttamnte da Mac/PC. La latenza di trattamento è pari a zero.

Il posizionamento delle sorgenti, e degli ascolti, è facilmente gestibile draggando le strutture grafiche riprodotte dalle app di controllo.

Schermata 02-2457056 alle 09.22.51

KLANG vector

Chi si occupa di tracciare i movimenti del performer? L’unità vector si indossa come un auricolare, ma serve per documentare gli spostamenti tridimensionali, i vettori di traiettoria che il musicista esegue caracollando sul palco di fronte a migliaia di fan in delirio. L’apparecchio si collega velocemente al sistema in-ear già utilizzato dal musicista e inizia a lavorare come un transponder. Facile, efficace, di sicuro impatto.

Per ulteriori informazioni.

 

Tags: ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *